dichiarazioni di terzi nel processo tributario – prove testimoniali 2005 08 25 

dichiarazioni di terzi nel processo tributario – prove testimoniali 2005 08 25 Assunzione di dichiarazioni di tipo testimoniale e confessorio: problematiche e soluzioni giurisdizionali (3) Le dichiarazioni con valore di confessione o di testimonianza rese in sede d’investigazione penale o in altri procedimenti giurisdizionali. Le dichiarazioni con valore di confessione o di testimonianza rese in sede d’investigazione penale o in altri procedimenti giurisdizionali. Riguardo alla questione dell’assunzione di dichiarazioni di tipo confessorio o testimoniale acquisite nell’ambito dell’investigazione penale non vi dovrebbero essere voci dissonanti; appare, infatti, del tutto evidente che le stesse possano essere assunte nel processo tributario. Tali conclusioni discendono per la confessione dall’assenza di un divieto d’assunzione e per le dichiarazioni di terzi dalla circostanza che le stesse, essendo provenienti da un ambito comunque extra processuale, non possono essere qualificate, sic et simpliciter, quali testimonianze (v. Cassazione n. 3526/2002). Sul punto, la Cassazione, oltre ad avere ribadito che non può esserci una elusione dell’articolo 7, comma IV, del Dlgs 546/92, riferita alle dichiarazioni che gli organi dell’Amministrazione finanziaria sono autorizzati a richiedere anche ai privati in forza dell’articolo 32, comma I, del Dpr 600/73 e dell’articolo 51 del Dpr 633/72, non essendo una prova assunta in processo con le…