IVA concetto esigibilità 2005 12 23
IVA / 2005-12-23

2005 12 23 Iva concetto esigibilità Il concetto di esigibilità “E’ il diritto che l’Erario può far valere a norma di legge, a partire da un dato momento, presso il debitore, per il pagamento dell’imposta, anche se il pagamento può essere differito”. Uno degli elementi fondamentali, ai fini dell’applicazione dell’Iva, è costituito dall’individuazione del momento in cui la medesima può essere applicata. Tale elemento, che sottintende la presenza di determinate condizioni, non può essere considerato un elemento residuale poiché è attraverso di esso che l’erario può accertare quanto di sua spettanza. In pratica, poiché il “soggetto passivo” opera la riscossione dell’imposta per conto dell’erario, diventa necessario determinare come e quando tale operazione deve avvenire. Il momento in questione è stato a suo tempo definito in sede comunitaria come “fatto generatore ed esigibilità dell’imposta” (articolo 10, VI direttiva). Ciò sta a significare che esiste un “prima” (causa) che produce come conseguenza la materializzazione dell’imposta e quindi del credito erariale. Afferma, infatti, la sesta direttiva che si considera “fatto generatore dell’imposta il fatto per il quale si realizzano le condizioni di legge necessarie per l’esigibilità dell’imposta“. Per “esigibilità”, poi, deve intendersi “il diritto che l’Erario può far valere a norma di legge,…