credito Iva Rimborso Iva senza dichiarazione 2016 10 03
crediti IVA , rimborso IVA / 2016-10-03

2016 10 03 credito Iva – rimborso Iva senza dichiarazione Crediti Iva senza dichiarazione: la posizione delle Sezioni unite. A fronte della contestazione dell’ufficio, è onere del contribuente provare adeguatamente le condizioni sostanziali cui la normativa ricollega l’insorgenza del diritto alla detrazione. Con le sentenze 17757 e 17758 dell’8 settembre 2016, la Corte di cassazione è intervenuta a sezioni unite al fine di comporre un annoso contrasto verificatosi all’interno della giurisprudenza di legittimità in ordine al trattamento da riservare alle eccedenze di credito Iva maturate in un periodo d’imposta per il quale la relativa dichiarazione annuale è stata omessa dal contribuente, sia con riguardo ai profili sostanziali e alla sorte del credito maturato, sia con riguardo alle procedure utilizzabili dall’Amministrazione finanziaria ai fini del controllo di tali fattispecie. Al riguardo, le Sezioni unite hanno affermato importanti principi, ovvero che: l’omissione della dichiarazione Iva da parte del soggetto passivo non comporta ex sela perdita del credito maturato nella stessa annualità (circostanza che si verifica solo in assenza dei requisiti sostanziali del diritto alla detrazione), ma è onere del contribuente, a fronte della contestazione di omissioni o irregolarità, fornire adeguata prova dell’esistenza delle condizioni sostanziali cui la normativa ricollega l’insorgenza del diritto alla…