edilizia abusi edilizi possibile sanatoria 2017 04 17
edilizia / 2017-04-17

2017 04 17 edilizia abusi edilizi possibile sanatoria L’abusivismo edilizio in Sicilia e la possibile nuova sanatoria della politica. Nel 2016 sono stati 1.750 i nuovi casi di abusivismo edilizio scoperti in Sicilia. Sono questi i numeri di uno studio fatto dalla Regione Sicilia che evidenzia come in Sicilia ci siano oltre 400 mila metri cubi di cemento abusivi. Ma se da un lato l’amministrazione regionale sembra sia vigile e presente nella lotta all’abusivismo, dall’altro si sta portando avanti una legge che prevede la possibilità che le demolizioni delle abitazioni abusive possano essere sospese. Il governo Crocetta, infatti, mira all’approvazione di una norma, che se venisse approvata definitivamente bloccherebbe le ruspe anche per case e villette costruite sulla costa, a meno di 150 metri dalla battigia. Per le 200 mila famiglie in Sicilia che hanno un immobile abusivo si tratterebbe di non sostenere le spese di demolizione e di avere la possibilità di costruire immobili (di analoga cubatura) in un’altra area. Questa ha tutte le sembianze di una sanatoria ma il governatore Crocetta risponde alle critiche mosse dagli ambientalisti dicendo che non si tratta di una sanatoria, ma della possibilità di acquisire gli immobili abusivi ad uso pubblico, affidarli ai Comuni che potranno, ad…

edilizia casa abusiva abitata non si abbatte 2017 04 17
edilizia / 2017-04-17

2017 04 17 edilizia casa abusiva abitata non si abbatte Casa abusiva abitata non si abbatte. Legge molto popolare votata all’unanimità Casa abusiva abitata non si abbatte. Legge molto popolare votata all’unanimità (foto d’archivio Ansa) Casa abusiva, se abitata, non si abbatte. E’ una legge in cottura avanzata nel nostro Parlamento. Una legge molto popolare, che piace tanto e tanto viene incontro alla gente vera, quella in carne e ossa, quella che dai politici vuole cose concrete, quella che rimprovera e rinfaccia ai politici di farsi solo i fattacci loro e mai occuparsi dei fatti della gente appunto. Una legge così popolare che in Commissione Giustizia al Senato l’hanno votata all’unanimità. Unanimità, capito? Qualcosa che non accade quasi mai tra i partiti. Ma stavolta…stavolta la legge era popolare, molto popolare. La istruttivissima storia della legge comincia nel nome (merita la citazione come un padre fondatore) di Ciro Falanga. Onorevole, ovviamente. Una volta di Forza Italia, poi di Ala. Ma questo non conto, Falanga sempre stato interprete e rappresentante, paladino, guida, tutela e protettore degli abusivi e degli abusi edilizi della Campania che sono legione e schiera. Dunque Falanga e altri ci provarono a suo tempo con una proposta di legge…

regime contabile semplificato di cassa – chiarimenti 2017 04 13

2017 04 13 regime contabile semplificato di cassa – chiarimenti Regime di cassa imprese minori: arrivano i chiarimenti dell’Agenzia. Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi. A partire dal periodo d’imposta 2017, sono operative le nuove regole di determinazione della base imponibile Irpef e Irap per le imprese minori in contabilità semplificata. La nuova disciplina è stata introdotta dalla legge di bilancio 2017 (articolo 1, commi da 17 a 23, legge 232/2016) che, in particolare, ha previsto l’adozione del “criterio di cassa”. Scopo della novella legislativa è evitare gli effetti negativi per le “imprese minori” derivanti dal ritardo dei pagamenti e dal credit crunch. Inoltre, il nuovo meccanismo di determinazione del reddito mira a avvicinare il momento dell’obbligazione tributaria alla disponibilità di mezzi finanziari, evitando che le imprese siano costrette a pagare imposte su proventi non ancora incassati. Le norme interessate dalle modifiche in esame sono le seguenti: articolo 66 Tuir (parzialmente riformulato) articolo 5-bisdel Dlgs 446/1997 (introduzione del nuovo comma 1-bis) articolo 18 del Dpr 600/1973 (riscritto). L’Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 11/E del 13 aprile 2017, fornisce gli attesi chiarimenti interpretativi rispetto alle nuove…

regime contabile semplificato di cassa – determinazione del reddito – Circ. 11 2017 04 13 

regime contabile semplificato di cassa – determinazione del reddito – Circ. 11 2017 04 13 Con l’intento di evitare salti o duplicazioni d’imposta, l’art.1, co.19, Legge di Bilancio 2017 ha stabilito che, nel caso di passaggio dalla contabilità semplificata con le regole di competenza (applicabile fino al 2016) a quella semplificata per cassa (applicabile dal 2017 per le imprese che presentano i requisiti), i ricavi, i compensi e le spese che hanno concorso alla determinazione del reddito, in base alle regole del regime adottato, non assumono rilevanza nella determinazione dei redditi imponibili degli esercizi successivi. OGGETTO: Nuovo regime di determinazione del reddito per le “imprese minori” – Disciplina IRPEF ed IRAP 2017 04 13 reg sempl cassa princ cassa circ 11

principio di inerenza – onere prova – cass. 9466 2017 04 12 
principio di inerenza / 2017-04-12

principio di inerenza – onere prova – cass. 9466 2017 04 12 Inerenza dei costi: va dimostrata in caso di contestazione – Cassazione sentenza n. 9466 del 2017 La Corte di Cassazione con la sentenza n. 9466 del 12 aprile 2017 intervenendo di inerenza dei costi ha affermato che in tema di gruppi societari, nel caso di contestazione da parte dell’Amministrazione finanziaria, la controllata non è esonerata dall’obbligo di dimostrare l’inerenza dei costi e la loro diretta imputazione ad attività produttive di ricavi anche in presenza di un accordo contrattuale di ripartizione delle spese tra controllata e controllante. La vicenda ha riguardato una società di distributrice di farmaci a cui veniva notificato un avviso di accertamento per disconoscimento di costi  per “consulenze”, “sperimentazioni cliniche” e “lavori scientifici” effettuati dopo l’immissione in commercio dei prodotti medicinali realizzati dalla casa madre di Bruxelles, in virtù di un accordo commerciale tra le due società. L’accordo prevedeva che erano a carico della società accertata l’onere delle predette attività. Avverso tale atto impositivo la contribuente proponeva ricorso alla Commissione Tributaria Provinciale deducendo che e attività generatrici dei costi in contestazione non erano dirette a produrre nuovi farmaci o a modificare quelli già in produzione, ma ad acquisire informazioni sulla loro efficacia e tollerabilità utili ad orientare…

dichiarazione dei redditi anno 2016 – guida – oneri detraibili circ. 7 2017 04 04 

dichiarazione dei redditi anno 2016 – guida – oneri detraibili circ. 7 2017 04 04 2017 04 04 oneri detraibili guida circ 7 OGGETTO: Guida alla dichiarazione dei redditi delle persone fisiche relativa all’anno d’imposta 2016: spese che danno diritto a deduzioni dal reddito, a detrazioni d’imposta, crediti d’imposta e altri elementi rilevanti per la compilazione della dichiarazione e per l’apposizione del visto di conformità