2018 10 28 condominio: Spese condominiali non pagate: si rischia l’appartamento?
condominio / 2018-10-28

2018 10 28 condominio: Spese condominiali non pagate: si rischia l’appartamento? Pignoramento: è possibile attaccare un immobile per un debito di poche migliaia di euro? In ogni condominio ci sono i morosi. In alcuni casi bastano le lettere di sollecito dell’amministratore per sbloccare i pagamenti. In altri bisogna incaricare l’avvocato e procedere per le vie legali. Quando la diffida formale inviata dal professionista non sortisce effetti, si procede con una richiesta di decreto ingiuntivo: si tratta di un ordine del giudice che intima al debitore il pagamento. Entro i successivi 40 giorni quest’ultimo può fare opposizione, ma deve pagare subito se non vuol ricevere un pignoramento. Difatti, in materia condominiale il decreto ingiuntivo è “provvisoriamente esecutivo”: vuol dire che consente al creditore di agire già il giorno dopo la sua notifica. Ma “agire” in che modo? La parola evocata non può che essere quella più temuta in questi casi: pignoramento. Si rischia ciò che si ha: il conto in banca, lo stipendio, il Tfr, la pensione. Ci si chiede spesso se, per le spese condominiali non pagate si rischia l’appartamento? Quali poteri ha l’amministratore nella scelta dei beni da aggredire?   ….. https://www.laleggepertutti.it/250088_spese-condominiali-non-pagate-si-rischia-lappartamento?ref=libero

2018 10 24 ragioneria: luca pacioli
ragioneria / 2018-10-24

2018 10 24 ragioneria: luca pacioli Luca Pacioli, il misterioso frate francescano che insegnò la matematica a Leonardo da Vinci Lasciato in ombra dagli altri grandi della sua epoca, Luca Pacioli fu in realtà una delle menti più brillanti e famose del Rinascimento: studiò con Piero della Francesca, conobbe il Bramante e insegnò a Leonardo da Vinci. Ecco chi era questo curioso frate francescano, appassionato di scacchi e matematica. di Federica D’Alfonso Cosa hanno in comune Leonardo da Vinci, Bramante, Piero della Francesca e Leon Battista Alberti, oltre al fatto di essere alcune tra le figure più importanti del Rinascimento europeo? Il filo rosso che li collega è un frate francescano nato a Sansepolcro, appassionatissimo di scacchi e riconosciuto come il padre della ragioneria: si tratta di Luca Pacioli, una delle figure più in ombra ma allo stesso tempo più rilevanti del sapere moderno. Ecco perché. La sua opera più famosa, la De Divina Proportione, è stata il best seller che ha contribuito a diffondere in Europa le applicazioni della sezione aurea che vediamo esplicitate (o nascoste) nei più celebri capolavori del Rinascimento. Pacioli venne dimenticato per quasi due secoli, ma a cavallo fra Quattro e Cinquecento era stato talmente…

2018 10 12 usura bancaria: azioni da attuare prima dell’azione giudiziaria 

2018 10 12 usura bancaria: azioni da attuare prima dell’azione giudiziaria AZIONI DA ATTUARE PRIMA DELL’AZIONE GIUDIZIARIA Luigi Schinco 12 Ottobre 2018 Dopo la ricezione della perizia da parte del consulente occorre scrivere una lettera di contestazione all’intermediario finanziario (banca e non). Si consiglia di chiarire immediatamente con la banca la propria posizione, utilizzando la perizia per dimostrare le affermazioni che si fanno nell’ottica di instaurare una discussione trasparente sin da subito con l’Istituto di Credito, che li possa mettere di fronte alle loro responsabilità. Quindi, nella prima lettera di contestazione è consigliabile allegare la perizia dimostrativa anche dal punto di vista quantitativo delle somme che si vanno a richiedere. Nella lettera di contestazione bisogna cercare sempre una soluzione amichevole ed invitare la banca ad utilizzare la convenzione della negoziazione assistita come strumento di risoluzione delle controversie. Non bisogna mai, ripeto mai, iniziare un procedimento giudiziario solo per volontà del cliente o per presa di posizione, ma solo se, dall’esame effettuato dovessero risultare dalla perizia delle VERE e SIGNIFICANTI anomalie bancarie. Inoltre recentemente, le banche hanno invertito la loro tendenza e danno ascolto alle richieste di mediazione e sono più aperte a soluzioni transattive rispetto al passato. Quindi, se entro 30…

2018 10 07 imposta successione e donazione: Mio padre vuole intestare tutto a mio fratello, può farlo?

2018 10 07 imposta successione e donazione: Mio padre vuole intestare tutto a mio fratello, può farlo? In questo articolo vedremo se un genitore può intestare a un solo figlio tutti i suoi benie quali sono i rimedi a disposizione dei figli esclusi. Negli ultimi anni hai avuto degli screzi con tuo padre.  La cosa ti dispiace, e fai fatica ad accettarla. Continui a volere bene al tuo genitore; ma le vostre divergenze di vedute su questioni familiari importanti hanno scavato tra di voi un solco molto profondo. La stessa cosa non è successa a tuo fratello, che mostra acriticamente solidarietà con vostro padre, qualunque cosa faccia. Così, nel tempo, è diventato il suo punto di riferimento e il suo figlio prediletto. Ne hai parlato con tuo fratello, tra di voi è nata una discussione, e lui ti ha detto – pentendosene dopo – che vostro padre sta per intestargli ogni sua proprietà. Questa ti sembra una grande ingiustizia, non tanto per il valore dei beni che perderesti, ma soprattutto per il significato profondo della scelta di tuo padre. E’ un po’ come affermare di avere un figlio soltanto. Ti viene il dubbio che la legge non lo consenta, ma ti…