2019 05 31 revisori – Indipendenza del revisore – Cass. 14919

revisori – Indipendenza del revisore – Cass. 14919 del 2019 05 31 ​Con l’ordinanza 31 maggio 2019 n. 14919, la Corte di Cassazione ha dichiarato la nullità alla nomina del soggetto incaricato della revisione legale del bilancio di una SpA, con il conseguente venir meno del suo diritto al compenso, per la violazione della disciplina in tema di indipendenza del revisore, di cui all’art. 10 del d.lgs. n. 39/2010. Nel caso in questione la violazione della disciplina in tema di indipendenza deriva dai legami professionali (un rapporto di associazione professionale del revisore) con uno dei componenti del collegio sindacale della società che ha conferito l’incarico. Nella stessa pronuncia, la Cassazione, dopo aver affermato che l’art. 10 del d. lgs. n. 39/2010 accoglie il principio della c.d. indipendenza in apparenza (per cui il revisore non deve solo essere indipendente, ma anche apparire indipendente) precisa che, ai fini della valutazione dell’indipendenza, rileva la violazione in sé indipendentemente dalla significatività della relazione tra società revisionata e revisore. ^^^^^ Sentenza Cassazione Civile n. 14919 del 31/05/2019 Cassazione civile sez. I, 31/05/2019, (ud. 26/03/2019, dep. 31/05/2019), n.14919 ORDINANZA sul ricorso 8106/2014 proposto da: G.M., elettivamente domiciliato in Roma, Via XX Settembre 3, presso lo studio…

dichiarazione dei redditi x anno 2018 Istruzioni Circ. 13 2019 05 31

dichiarazione dei redditi x anno 2018 Istruzioni Circ. 13 2019 05 31 OGGETTO: Guida alla dichiarazione dei redditi delle persone fisiche relativa all’anno d’imposta 2018: spese che danno diritto a deduzioni dal reddito, a detrazioni d’imposta, crediti d’imposta e altri elementi rilevanti per la compilazione della dichiarazione e per l’apposizione del visto di conformità 2019 05 31 dich redditi Istruzioni circ 13

2019 05 24 usura bancaria: Il cliente ha sempre diritto di avere copia dei documenti bancari Cass. 14231 
usura conti correnti / 2019-05-24

2019 05 24 usura bancaria: Il cliente ha sempre diritto di avere copia dei documenti bancari Cass. 14231   Il cliente ha sempre diritto di avere copia dei documenti bancari  che lo riguardano, anche in corso di causa – Cassazione civile, sez. I, ordinanza 24/05/2019 n° 14231 La Suprema Corte ha precisato che “il diritto del cliente ad avere copia della documentazione inerente a singole operazioni poste in essere negli ultimi dieci anni, sancito dall’art. 119 TUB abbia natura sostanziale e non meramente processuale e la sua tutela si configuri come situazione giuridica “finale”, a carattere non strumentale.” Esso «non si esplica nell’ambito di un processo avente ad oggetto l’attuazione di un diverso diritto, ma si configura esso stesso come oggetto del giudizio intrapreso nei confronti della banca in possesso della documentazione richiesta e prescinde dall’eventuale uso che di questa il richiedente possa eventualmente voler fare in altre sedi». La Cassazione, ha poi evidenziato che, “il titolare di un rapporto di conto corrente ha sempre diritto di ottenere dalla banca il rendiconto, ai sensi dell’art. 119 del d.lgs. n. 385 dei 1993 (TUB), anche in sede giudiziaria, fornendo la sola prova dell’esistenza del rapporto contrattuale, non potendosi ritenere corretta una…

2019 05 14 controllo di gestione diventa strategico di Bubbio
controllo di gestione / 2019-05-14

2019 05 14 controllo di gestione diventa strategico di Bubbio Il controllo di gestione diventa strategico quando, attraverso il posizionamento competitivo dell’azienda, aiuta a riflettere sulla strategia aziendale e sulle opportunità che nascono dalla corretta analisi dei dati relativi alla gestione aziendale. Il controllo di gestione diventa strategico quando, attraverso il posizionamento competitivo, aiuta a riflettere sulla strategia aziendale. La pianificazione e il controllo di gestione stanno sempre più confluendo nel controllo strategico e questo richiede una crescente attenzione al posizionamento di un’impresa nell’ambiente esterno. Scenario e contesto competitivo vanno analizzati e monitorati con sistematicità. D’altra parte, fare controllo strategico significa proprio fare un controllo del posizionamento di un’impresa nel tempo e nello spazio competitivo. Il web ha spalancato opportunità incredibili di raccolta di informazioni e oggi il problema è l’eccesso di dati e i Big Data. Queste fonti incredibili di informazioni vanno selezionate e gestite con metodiche statistiche di significatività e così, affidabilità delle fonti e loro significatività, sono due criteri per la gestione di questa nuova risorsa aziendale sovrabbondante: le informazioni di ambiente competitivo. Sui principali competitor di un’impresa si possono rilevare oltre alle tradizionali informazioni economico-finanziarie anche informazioni sui profili commerciali, produttivi e tecnologici. Ne scaturisce un quadro sufficientemente completo….

2019 05 10 scontrino elettronico e trasmissione telematica Casi Esonero DM

scontrino elettronico e trasmissione telematica Casi Esonero DM del 2019 05 10 Non sussiste l’obbligo memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi: a) se le operazioni sono state documentate con fattura, b) se le attività ricadono in una delle fattispecie di esonero previste dal DM 10.05.2019, come da ultimo modificato dal DM 24.12.2019. Ministero dell’economia e delle finanze Decreto Ministeriale 10 maggio 2019 Specifici esoneri, in ragione della tipologia di attività esercitata, dagli obblighi di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi. (Gazzetta Ufficiale 18 maggio 2019, n. 115)  IL MINISTRO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE Visto l’art. 2, comma 1, del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127, come sostituito dall’art. 17, comma 1, lettera a), del decreto-legge 23 ottobre 2018, n. 119, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2018, n. 136, che prevede la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica all’Agenzia delle entrate dei dati relativi ai corrispettivi giornalieri per i soggetti che effettuano le operazioni di cui all’art. 22 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, a decorrere dal 1° gennaio 2020, o a decorrere dal 1° luglio 2019 per i soggetti con un volume d’affari superiore ad euro 400.000, e prevede l’individuazione di esoneri dagli adempimenti…