2019 05 29 scontrino elettronico e trasmissione telematica corrispettivi Circ 15e

scontrino elettronico e trasmissione telematica corrispettivi Circ 15e del 2019 06 29 Secondo la Circ. 15/E/2019 i contribuenti interessati, ancora privi del registratore telematico, possono trasmettere i dati dei corrispettivi giornalieri entro  il mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione.  Più precisamente, i contribuenti tenuti alla memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri, privi di registratore telematico nel primo semestre di vigenza dell’obbligo, possono, fino al momento di disponibilità del registratore telematico, porre in essere i seguenti adempimenti: a) certificare i corrispettivi per mezzo di scontrini e ricevute fiscali; b) inviare i relativi dati entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione; c) liquidare correttamente e tempestivamente le imposte. Agenzia delle entrate Circolare 29 giugno 2019, n. 15/E – Memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi. (Pubblicata sul sito web dell’Agenzia) Oggetto: Memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi L’articolo 2 del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127 prevede al comma 1 che “A decorrere dal 1° gennaio 2020 i soggetti che effettuano le operazioni di cui all’articolo 22 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, memorizzano elettronicamente e trasmettono telematicamente all’Agenzia delle entrate i dati relativi ai corrispettivi giornalieri. La memorizzazione elettronica e la connessa trasmissione dei dati dei corrispettivi sostituiscono gli obblighi di…

2019 06 28 ragioneria: summa de arithmetica di luca pacioli
ragioneria / 2019-06-28

2019 06 28 ragioneria: summa de arithmetica di luca pacioli La “Summa de Arithmetica” di Luca Pacioli esposta per la prima volta Nel giorno del 502° anniversario della scomparsa di Luca Pacioli (19 giugno 1517), l’amministrazione comunale di Sansepolcro rende omaggio al suo illustre cittadino mettendo finalmente a disposizione del Museo Civico la copia originale della “Summa de Arithmetica. Geometria, Proportioni et Proportionalità”. Fra Luca Bartolomeo de Pacioli, o anche Paciolo (Borgo Sansepolcro, 1445 circa – Roma, 19 giugno 1517), è stato un religioso, matematico ed economista italiano, ed è riconosciuto come il fondatore della ragioneria. Per la prima volta la celebre opera di Luca Pacioli sarà visibile a cittadini e visitatori del Museo dopo essere stata custodita per lungo tempo negli archivi comunali. Nei giorni scorsi l’amministrazione comunale ha provveduto a documentare sui propri canali web e social le operazioni di trasferimento del volume – coordinate personalmente dalla direttrice del Museo  Civico, la dott.ssa Maria Cristina Giambagli – e la sistemazione, all’interno di una teca di vetro, nella sala dedicata a Raffaellino del Colle. L’opera è accompagnata da una copia anastatica per garantire la consultazione del trattato ai visitatori. Stampata per la prima volta a Venezia nel 1494, la Summa è un’opera di inestimabile valore della quale esistono pochissime copie in tutto il mondo. Una di…

amministratore di società – TFM – Inconguità accantonamanento Cass. pen. 28171 2019 06 27

amministratore di società – TFM – Inconguità accantonamanento Cass. pen. 28171 2019 06 27 Trattamento di fine mandato degli amministratori: deduzione solo con atti di data certa. No a limitazioni predeterminate sulla deducibilità La recente risposta di consulenza giuridica resa dall’agenzia delle Entrate all’Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili di Novara (901-4/2018) e la sentenza della Cassazione penale del 27 giugno 2019, n. 28171, forniscono nuovi spunti sulla disciplina tributaria del TFM destinato agli amministratori di società. La Cassazione penale afferma che la deducibilità del TFM per gli amministratori non è soggetta a limitazioni predeterminate. La Cassazione penale 28171/2019, per la prima volta, in assenza di pronunce di legittimità della Cassazione civile, si pronuncia sulla congruità dell’importo stabilito per il Tfm confermando l’ordinanza del Tribunale che statuiva «che il compenso annuale erogato all’amministratore non era l’unico parametro utilizzabile per valutare la congruità del Tfm (dovendo utilizzarsi anche quello del volume d’affari della società (…)» e, dunque, ritenendo «non provato che il residuo accantonamento per Tfm possa ritenersi incongruo e possa dunque essere valorizzato quale elemento passivo fittizio, dichiarato in violazione dell’art. 109, 5^ c., Tuir.” Il TFM è civilisticamente ricondotto nella nozione di «compenso» lato sensu spettante agli…

amministratore soc e professionista Red lav autonomo Regime forfettario 2019 06 21 

amministratore soc e professionista Red lav autonomo Regime forfettario 2019 06 21 In risposta all’istanza di interpello n.202 del 21.06.2019, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che i compensi percepiti per l’incarico di consigliere di amministrazione presso una clinica privata, da parte di un soggetto che svolge l’attività professionale di medico chirurgo, si qualificano come redditi di lavoro autonomo di cui all’art.53 TUIR e, pertanto, ai fini dell’accesso al regime forfetario, il superamento della soglia di 65.000 euro deve essere verificata considerando il complesso dei compensi percepiti dalle attività svolte. ^^^^^ Agenzia delle entrate Risposta ad interpello 21 giugno 2019, n. 202 – Articolo 1, comma 57, della legge 23 dicembre 2014, n. 190, come modificato dall’articolo 1, commi da 9 a 11, della legge 30 dicembre 2018, n. 145 – Accesso al regime c.d. forfetario. (Pubblicato sul sito web dell’Agenzia) – Direzione Centrale Piccole e Medie Imprese Oggetto: Articolo 1, comma 57, della legge 23 dicembre 2014, n. 190, come modificato dall’articolo 1, commi da 9 a 11, della legge 30 dicembre 2018, n. 145 – Accesso al regime c.d. forfetario QUESITO L’istante dichiara di svolgere, da vari anni, l’attività professionale di medico chirurgo e di avere un incarico di consigliere di amministrazione presso una clinica privata nei cui…

2019 06 06 oneri detraibili: spese sanitarie- Guida Ag. e.

2019 06 06 oneri detraibili: spese sanitarie- Guida Ag. e. LE AGEVOLAZIONI FISCALI SULLE SPESE SANITARIE LE AGEVOLAZIONI FISCALI SULLE SPESE SANITARIE 1. INTRODUZIONE ………………………………………………………………………………. 2 2. ASPETTI GENERALI ………………………………………………………………………….. 3 Regole principali…………………………………………………………………………………. 3 Spese sostenute all’estero…………………………………………………………………….. 5 Ripartizione della detrazione in più anni ……………………………………………………. 6 3. SPESE SANITARIE DETRAIBILI …………………………………………………………….. 7 Spese mediche generiche, farmaci e alimenti speciali …………………………………… 8 Prestazioni mediche e spese specialistiche……………………………………………….. 11 Prestazioni chirurgiche……………………………………………………………………….. 17 Spese per acquisto o affitto di dispositivi medici………………………………………… 20 Spese relative a patologie esenti…………………………………………………………… 24 4. SPESE PER FAMILIARI CON PATOLOGIE ESENTI ………………………………………. 26 Importo detraibile …………………………………………………………………………….. 26 Documenti necessari …………………………………………………………………………. 26 5. SPESE MEDICHE E DI ASSISTENZA SPECIFICA DEI DISABILI ……………………… 28 Chi può usufruirne…………………………………………………………………………….. 28 Spese deducibili……………………………………………………………………………….. 28 6. PER SAPERNE DI PIÙ ………………………………………………………………………. 32 2019 06 06 spese sanitarie detraib Guida Ag e …… https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/233439/Le+spese+sanitarie+it_Guida_Spese_Sanitarie_2018.pdf/85fe234f-0b84-ee05-d468-e4504a6abecc

compensazione imposte indebita Cass. 25336 2019 06 07
compensazione imposte / 2019-06-07

compensazione imposte indebita Cass. 25336 2019 06 07 La Corte di Cassazione, già con la Sentenza n. 25336 del 07.06.2019, aveva affermato che il reato di indebita compensazione, di cui all’art. 10 quater del D.Lgs. n.74/2000, è integrato dal mancato versamento di somme dovute, utilizzando in compensazione crediti non spettanti o inesistenti, ai sensi dell’art. 17 d. lgs. 241/1997. 2019 06 07 compensazione indebita Cas 25336