2019 10 23 cruscotto di controllo aziendale: artt. 2086 e 2381 a confronto

2019 10 23 cruscotto di controllo aziendale: artt. 2086 e 2381 a confronto Gestione dell’impresa: artt. 2086 e 2381 C.C. a confronto. Il recente D.Lgs. 14/2019 amplia i doveri per l’imprenditore che opera in forma societaria o collettiva, rispetto alla precedente normativa che individuava gli organi delegati agli adempimenti. L’art. 2381, c. 5 C.C. sancisce: “gli organi delegati curano che l’assetto organizzativo, amministrativo e contabile sia adeguato alla natura e alle dimensioni dell’impresa e riferiscono al CDA e al collegio sindacale, con la periodicità fissata dallo statuto e in ogni caso almeno ogni sei mesi, sul generale andamento della gestione e sulla sua prevedibile evoluzione nonché sulle operazioni di maggior rilievo, per le loro dimensioni o caratteristiche, effettuate dalla società e dalle sue controllate”. Il novellato art. 2086 C.C. nel comma 2 prescrive: “l’imprenditore, che operi in forma societaria o collettiva, ha il dovere di istituire un assetto organizzativo, amministrativo e contabile adeguato alla natura e alle dimensioni dell’impresa, anche in funzione della rilevazione tempestiva della crisi dell’impresa e della perdita della continuità aziendale, nonché di attivarsi senza indugio per l’adozione di uno degli strumenti previsti dall’ordinamento per il superamento della crisi e il recupero della continuità aziendale”. Vale precisare…