visto di conformità Comunicazione del professionista x rilascio visto conformità 2020 02 12 
visto di conformita / 2020-02-12

visto di conformità Comunicazione del professionista x rilascio visto conformità 2020 02 12 Fac-simile modulo per la comunicazione di cui all’art. 21 del D.M. 31/05/1999 n. 164 – da utilizzare da parte di professionisti operanti in studi associati. 2020 02 12 visto conformit Autocertif del profess Fac-simile modulo per la comunicazione di cui all’art. 21 del D.M. 31/05/1999 n. 164 OGGETTO: Comunicazione di cui all’art. 21 D.M. 31/05/1999 n. 164 per l’esercizio della facoltà di rilasciare il visto di conformità. 2020 02 12 comunicaz x rilascio vist conformita

visto di conformità Comunicazione del professionista all’Agenzia entrate 2020 02 12 
visto di conformita / 2020-02-12

visto di conformità Comunicazione del professionista all’Agenzia entrate 2020 02 12 OGGETTO: Comunicazione di cui all’art. 21 D.M. 31/05/1999 n. 164 per l’esercizio della facoltà di rilasciare il visto di conformità. Fac-simile modulo per la comunicazione di cui all’art. 21 del D.M. 31/05/1999 n. 164 Fac-simile modulo per la comunicazione di cui all’art. 21 del D.M. 31/05/1999 n. 164 – da utilizzare da parte di professionisti operanti in studi associati Fac-simile modulo per la comunicazione di cui all’art. 21 del D.M. 31/05/1999 n. 164 per l’ipotesi in cui il professionista si avvalga di una società di servizi 2020 02 12 visto conformit Comunic del professionista 2020 02 12 visto conformita comunic profes x rilasc soc servizi 2020 02 12 visto conformita Comunic x eserciz vist conform

costi non deducibili se fattura profess troppo alta Cass. 3414 2020 02 12

costi non deducibili se fattura profess troppo alta Cass. 3414 2020 02 12 Secondo la Cass. 3414/2020 non sono deducibili per una società i costi sostenuti per l’assistenza professionale se sono troppo alti in valore assoluto e, soprattutto, ben al di sopra dei massimi tariffari. Il caso riguarda la parcella di una ragioniere che risultava anche essere socio della società accertata. La Cassazione propone un giudizio di congruità, valutando a proporzionalità tra il quantum corrisposto al professionista e il vantaggio conseguito dalla società. 2020 02 12 costi indeduc x fatt profes troppo alta Cas3414

premi e sconti Costi per Viaggi premio offerti ai clienti non deducibili Cass. nr.3381 2020 02 12 

premi e sconti Costi per Viaggi premio offerti ai clienti non deducibili Cass. nr.3381 2020 02 12 Non sono deducibili i costi per viaggi turistici offerti ai clienti che abbiano raggiunto determinati volumi di acquisti o di rivenduto. Non sono deducibili i costi per viaggi premio, turistici offerti ai clienti che abbiano raggiunto determinati volumi di acquisti o di rivenduto. In conclusione, la Cassazione ha rilevato che “i regali in natura, che vengano corrisposti dal produttore agli acquirenti-rivenditori della merce in base ad una promessa unilaterale, vanno considerati operazioni a premio, ai sensi dell’art. 44, secondo comma, lett. b, del R.d.l. 19 ottobre 1938 n. 1933 (convertito con modificazioni nella legge 5 giugno 1939 n. 973), e non sconti di prezzo ed analoghe facilitazioni, esclusi dalla soggezione alle norme sulle operazioni a premio dall’art. 107, secondo comma del r.d. 25 luglio 1940 n. 1077, atteso che tale norma riguarda gli sconti e le facilitazioni effettuate in base ad una singola pattuizione contrattuale, a consuetudini ovvero a convenzioni ed accordi economici collettivi (Cass., I, n. 6520/1992)”. ^^^ CORTE DI CASSAZIONE – Sentenza 12 febbraio 2020, n. 3381 – Non sono suscettibili di essere dedotti integralmente come costo i premi in natura corrisposti ad acquirenti-rivenditori della merce…

auto pagamento bollo tramite banca Sconto 2020 02 12 
auto , bollo auto / 2020-02-12

auto pagamento bollo tramite banca Sconto 2020 02 12 Bollo auto 2020: sconto del 15% per chi paga tramite banca La Regione Lombardia applica lo sconto del 15% sul bollo auto se si paga tramite banca. L’esempio potrebbe presto essere seguito anche da altre regioni italiane. Uno sconto del 15% sul bollo auto per chi paga con domiciliazione bancaria. E’ quanto ha stabilito la Regione Lombardia per i proprietari di automobili e moto che da quest’anno decidono di avvalersi del canale bancario per pagare l’odiosa tassa automobilistica. La novità scaturisce dall’importante sentenza dello scorso anno della Corte Costituzionale (n. 122 del 20 maggio 2019), precisando la propria giurisprudenza in materia. I giudici costituzionali hanno stabilito che le peculiarità attribuite alla tassa automobilistica impongono alle Regioni soltanto di non aumentare la pressione fiscale oltre i limiti fissati dal legislatore statale. Pertanto, per sviluppare un’autonoma politica fiscale in funzione di specifiche esigenze, le Regioni possono introdurre esenzioni anche se non previste dal legislatore statale. Così la Lombardia è stata la prima regione italiana ad applicare sconti sul bollo auto nella misura del 15% a condizione che questi venga pagato tramite domiciliazione bancaria, proprio come si fa per le bollette della luce o del gas. L’obiettivo è…

oneri detraibili se i pagamenti sono tracciabili 2020 02 12
oneri detraibili / 2020-02-12

oneri detraibili se i pagamenti sono tracciabili 2020 02 12 Detrazione Irpef del canone d’affitto: è obbligatorio il pagamento con mezzi tracciabili? È possibile pagare in contanti il canone d’affitto sull’abitazione principale e usufruire allo stesso tempo della relativa detrazione? A partire dal primo gennaio 2020, secondo quanto disposto dal decreto fiscale collegato alla Legge di bilancio 2020, le spese soggette a detrazione fiscale al 19% di cui all’articolo 15 del TUIR, saranno riconosciute solamente se esse vengono sostenute attraverso sistemi di pagamento tracciabili come carte di credito, bancomat, Assegni, bonifici o altro. Le spese che rientrano nel provvedimento sono quelle previste dall’articolo 15 del TUIR, fra i quali: spese sanitarie, spese per istruzione, spese funebri, canoni di locazione sostenute da studenti universitari fuori sede, spese veterinarie e altro ancora. Sarà possibile continuare a pagare in contanti e poter usufruire, al tempo stesso, delle detrazioni del 19% solamente per le spese relative: Ai medicinali e i dispositivi medici; Alle prestazioni sanitarie rese dalle strutture pubbliche o private accreditate al Servizio sanitario nazionale. Per quanto riguarda, invece, le spese per le quali la relativa detrazione spetta in percentuali diverse o con differenti criteri di calcolo (come ad esempio le detrazioni forfettarie in…