2020 05 10 detrazioni x familiari a carico: detrazione, limiti di età e reddito per coniuge e figli

2020 05 10 detrazioni x familiari a carico: detrazione, limiti di età e reddito per coniuge e figli I familiari a carico possono essere il coniuge figli e altri familiari che non hanno percepito nell’anno redditi superiori alla soglia di €. 2.840,52. di Elisa Migliorini Familiari a carico: detrazioni fiscali, limiti di reddito. Tutte le istruzioni e le novità da considerare per la dichiarazione dei redditi. Una tra le più importanti detrazioni fiscali IRPEF di cui possono beneficiare i contribuenti è quella che riguarda i Familiari a Carico. Sono considerati fiscalmente “a carico” del contribuente i familiari conviventi, ovvero: Il coniuge; I figli; Altri familiari conviventi. Per ottenere la detrazione, ovvero la riduzione del carico fiscale IRPEF è necessario che i familiari abbiamo percepito redditi (imponibili IRPEF) inferiori ad una soglia stabilita dal TUIR. Al verificarsi di queste condizioni, che vedremo in dettaglio di seguito, è possibile fruire in dichiarazione dei redditi (modello Redditi PF o modello 730) di un vantaggio fiscale. La detrazione fiscale spetta se i familiari detengono un reddito personale non superiore a 2.840,51 euro. Per i figli di età inferiore ai 24 anni la soglia è di 4.000 euro di reddito annuo. Come detto, al verificarsi di queste condizioni puoi avere diritto ad una detrazione dall’IRPEF forfettaria relativa ai Familiari a Carico. In questo articolo…

2020 05 10 oneri detraibili: Detrazione farmaci nel modello 730/2020
oneri detraibili / 2020-05-10

2020 05 10 oneri detraibili: Detrazione farmaci nel modello 730/2020 Detrazione farmaci e parafarmaci nel modello 730/2020: l’elenco delle spese detraibili in dichiarazione dei redditi. di Elisa Migliorini Detrazione farmaci nel Modello 730/2020: quali sono i medicinali e i parafarmaci che si possono portare in detrazione nella dichiarazione dei redditi? Le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate ed i relativi importi delle spese detraibili. La stagione della dichiarazione dei redditi è partita, ed è necessario sapere come funziona la detrazione dei costi sostenuti per i farmaci, anche quelli omeopatici, e quali sono i documenti da conservare. Tra le detrazioni fiscali che i contribuenti possono scaricare dalla Dichiarazione dei redditi 2020, tramite Mod. 730 o Unico Persone fisiche, ci sono anche le spese sostenute per l’acquisto di farmaci e parafarmaci. Vediamo dunque quali sono le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate relative alla detrazione per le spese sostenute per l’acquisto di medicinali e parafarmaci, quale dicitura essi devono avere per poter essere detraibili e con quali importi. Inoltre, dal 5 maggio è possibile accedere al Modello 730 precompilato, e dal 14 maggio sarà possibile modificarne i dati, accettarli e procedere con l’invio della dichiarazione all’Agenzia delle Entrate. Può accadere che alcune delle spese sostenute dal contribuente non vengano indicate dall’Agenzia delle Entrate, ed è per questo necessario sapere quali sono i farmaci (ed i parafarmaci) ammessi in detrazione fiscale in dichiarazione…

2020 05 10 agevolazioni fiscali: Ecobonus 2020: cos’è e a chi spetta?

2020 05 10 agevolazioni fiscali: Ecobonus 2020: cos’è e a chi spetta? Cos’è e per quali interventi è possibile ottenere l’Ecobonus 2020? di Elisa Migliorini Ecobonus 2020: cos’è e come funziona la detrazione fiscale dal 50 al 65% per il risparmio energetico? La guida completa con i limiti, e le spese ammesse al bonus. La Legge di Bilancio per il 2020 ha confermato fino al 31 dicembre 2020 la detrazione fiscale prevista per gli interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti (Ecobonus 2020). Sono molteplici, i lavori detraibili, con diverse aliquote e limiti di spesa, finalizzati a garantire un risparmio in bolletta al contribuente e a ridurre le emissioni di gas nocivi per l’ambiente. Per le spese sostenute a partire dal 1° gennaio sarà possibile fruire del bonus del 50 o 65%, in relazione alla tipologia di lavoro effettuato, maggiorato fino al 75% per i condomini. Al netto di ciò, l’ecobonus si conferma anche nel 2020 come una delle detrazioni più vantaggiose per i contribuenti. Vediamo adesso cos’è e come funziona l’Ecobonus 2020, e quali sono i lavori detraibili. Indice degli Argomenti Che cos’è l’ecobonus? Ecobonus 2020: aliquote Detrazione Ecobonus 50% Detrazione Ecobonus 65% Detrazione Ecobonus 70% Qual’è l’importo massimo detraibile? Sconto in fattura per i condomini Chi può beneficiare dell’Ecobonus 2020? Ecobonus 2020: tracciabilità dei…

2020 05 10 registri contabili: Prima nota di cassa: cos’è e come si compila?

2020 05 10 registri contabili: Prima nota di cassa: cos’è e come si compila? Consigli, procedure, strumenti e modalità per la redazione della prima nota di cassa delle imprese. di Federico Migliorini Il registro prima nota è un documento contabile non obbligatorio dove annotare tutti i movimenti economici di una attività commerciale. Vediamo tutti gli elementi fiscali necessari per una corretta tenuta della prima nota di cassa. La prima nota contabile è registro che viene utilizzato per tenere traccia dei movimenti economici che si registrano ogni giorno per lo svolgimento di una qualsiasi attività commerciale. La prima nota è un registro non obbligatorio che non richiede nessuna forma determinata, dove vengono riportate in ordine di data le operazioni e i movimenti finanziari dell’azienda. Si tratta di un registro che traccia le movimentazioni che preparano, completano ed analizzano le scritture complesse della contabilità di un’attività commerciale. La prima nota è un registro importante: su di esso è possibile trovare una traccia di gestione degli eventi esterni. Sia un professionista, che una grande azienda effettua delle operazioni con denaro contante: pagamenti ricevuti e spese in contanti sfuggono al controllo dell’estratto conto bancario. E’ necessario quindi un documento che tenga in ordine i movimenti in denaro contante: prima nota cassa. Se compilato correttamente è un valido aiuto per la…

ragioneria: diversi sistemi contabili
ragioneria / 2020-05-10

ragioneria: diversi sistemi contabili I DIVERSI SISTEMI CONTABILI Dispensa a cura del Prof. Stefano Coronella ad uso esclusivo degli studenti sistemi contabili diversi Besta Zappa ……. http://economia.uniparthenope.it/isa/coronella/i%20diversi%20sistemi%20contabili.pdf

ragioneria: evoluzione studi economico aziendali – Zappa e Besta
ragioneria / 2020-05-10

ragioneria: evoluzione studi economico aziendali – Zappa e Besta Il collegamento tra la scienza e l’azienda Dall’arte contabile all’economia aziendale Zappa e Besta evoluzione studi economico aziendali …… https://scienzepolitiche.unical.it/bacheca/archivio/materiale/1664/Economia%20Aziendale/Lez_7_8_EA_Nardo.pdf

2020 05 10 ragioneria: gino zappa Wikipedia
ragioneria / 2020-05-10

2020 05 10 ragioneria: gino zappa Wikipedia Gino Zappa Da Wikipedia, l’enciclopedia libera. Gino Zappa (Milano, 30 gennaio 1879 – Venezia, 14 aprile 1960) è stato un economista e accademico italiano. Indice 1Biografia 2Intorno ai Fondamenti dell’Economia Aziendale 2.1L’Economia Aziendale: l’unitarietà delle discipline di rilevazione, gestione, organizzazione 2.2Il posizionamento dell’Economia aziendale nell’ambito dell’Economia 2.3Il sistema azienda fra unitarietà sistemica e dinamismo 3L’Economia aziendale per il Progresso sociale e civile 4Zappa, il Capo-scuola 4.1Il metodo scientifico nell’Economia aziendale 5G. Zappa, l’Uomo 6Le pubblicazioni di G. Zappa 6.1Pubblicazioni per gli Istituti tecnici 7Opere citate 8Voci correlate 9Collegamenti esterni Biografia Nasce a Milano il 30 gennaio 1879. Allievo di Fabio Besta all’Università “Ca’ Foscari” di Venezia, consegue, nel 1904, la laurea e, nel 1905, l’abilitazione all’insegnamento della ragioneria. Dopo alcuni lavori sulle valutazioni di bilancio, assume l’incarico dell’insegnamento di Ragioneria nell’Università degli Studi di Genova (1906), presso il Regio Istituto Superiore di Scienze Economiche e Commerciali. Qui rimane fino al 1921, anno della sua nomina in ruolo, per concorso, all’Università Ca’ Foscari di Venezia, sulla cattedra che era stata già del Besta. A partire dal 1921 svolge attività di insegnamento e ricerca presso tale Istituto e, contestualmente, presso l’Università “L. Bocconi” di Milano. Nel 1927, in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università “Ca’ Foscari” di Venezia, pronuncia la celebre prolusione “Tendenze Nuove…

2020 05 10 ragioneria: Gino Zappa
ragioneria / 2020-05-10

2020 05 10 ragioneria: Gino Zappa Zappa, Gino Enciclopedia on line Zappa, Gino. – Studioso di economia aziendale (Milano 1879 – Venezia 1960), prof. di ragioneria nell’Istituto superiore di scienze economiche e commerciali a Genova, poi a Venezia e contemporaneamente all’università Bocconi di Milano. Allievo di Fabio Besta, impresse agli studî di ragioneria un indirizzo nuovo mettendo in evidenza la necessaria unità delle indagini economiche sull’azienda considerata nel suo dinamismo. Si originava così la disciplina dell’economia d’azienda, che studia, coordinandole, l’organizzazione, la gestione e la rilevazione aziendale.   ….. http://www.treccani.it/enciclopedia/gino-zappa/

2020 05 10 ragioneria: summa de arithmetica
ragioneria / 2020-05-10

2020 05 10 ragioneria: summa de arithmetica Summa de arithmetica Da Wikipedia, l’enciclopedia libera. La Summa de arithmetica, geometria, proportioni et proportionalita (Riassunto dell’aritmetica, geometria, proporzioni e proporzionalità) è un libro di matematica scritto da Luca Pacioli (1445-1517) e pubblicato come prima edizione a Venezia nel 1494 e la seconda nel 1523 dedicato a Guidobaldo da Montefeltro suo ospite e allievo.[1][2] L’opera allega anche una lettera di ringraziamento al finalziatore certo Marco Sanudo, patrizio veneziano pretore designato di Bergamo: consumatissimus astrologus, in Arithmetica e eminentissimus in Geometria excellentissimus.[3] Il testo contiene un riassunto completo della matematica del Rinascimento, compreso l’aritmetica pratica, l’algebra di base, la geometria di base e contabilità. Nella Biblioteca nazionale Marciana di Venezia si conservano le rare edizioni dello scritto. L’essere scritto in lingua volgare, italiano con qualche espressione in dialetto veneziano, e con i numeri arabi, lo rese di enorme interesse.[4]. Indice 1Storia 2Contenuto 1Matematica 2Contabilità e finanza 3Note 4Bibliografia 5Voci correlate 6Altri progetti 7Collegamenti esterni …… https://it.wikipedia.org/wiki/Summa_de_arithmetica

2020 05 10 ragioneria: pacioli luca
ragioneria / 2020-05-10

2020 05 10 ragioneria: pacioli luca Pacioli, Luca di Daniela Parisi – Il Contributo italiano alla storia del Pensiero – Economia (2012) Luca Pacioli Personaggio dai molteplici talenti, Luca Pacioli, formatosi all’aritmetica commerciale e iniziata parallelamente l’attività mercantile, cambiò presto la priorità dei suoi interessi. Entrato nell’ordine dei frati francescani, si dedicò per lo più all’insegnamento di matematica, algebra e geometria in importanti scuole. Lavorò a stretto contatto con personalità eminenti, tra cui Piero della Francesca, Leon Battista Alberti e soprattutto Leonardo da Vinci. Nella sua Summa, che è parte di un insieme scientificamente interessante di opere scritte nell’arco di un quarantennio, espose dettagliatamente il funzionamento della partita doppia, e fu per questo fatto – del tutto secondario nella sua biografia – che divenne famoso. La vita Luca Pacioli nacque attorno al 1445 a Borgo San Sepolcro, presso Arezzo; il suo nome si trova anche nella forma di Luca Paciolo o Paciuolo e Luca di Borgo. Diciannovenne, si trasferì a Venezia come precettore nella casa di Antonio Rompiasi, mercante che abitava nel quartiere della Giudecca. Messosi al suo servizio, lo accompagnò in molti viaggi di affari, arricchendo così le proprie conoscenze ragionieristiche e le proprie competenze pratiche nel campo della…