2020 05 12 coronavirus: Credito di imposta ambienti di lavoro per l’adeguamento misure anti covid 19

2020 05 12 coronavirus: Credito di imposta ambienti di lavoro per l’adeguamento misure anti covid 19 La bozza del Decreto Rilancio prevede un credito di imposta dell’80% sugli interventi necessari per adeguare gli ambienti di lavoro alle norme introdotte nella fase due per limitare il contagio da COVID-19. di Marco Corti Nella bozza del Decreto Rilancio è previsto un credito di imposta ambienti di lavoro pari all’80%, per l’adeguamento delle attività aperte al pubblico, per il rispetto delle misure anti Covid-19. Nella bozza del Decreto Rilancio è prevista un’agevolazione che si aggiunge a quella già prevista per la sanificazione e l’acquisto di mascherine e dispositivi di protezione individuale.   ……… https://fiscomania.com/credito-di-imposta-ambienti-di-lavoro/?utm_source=newsletter&utm_medium=email&utm_campaign=fiscomaniacom_newsletter&utm_term=2020-05-14

2020 05 12 auto: Autovelox: i requisiti della strada che giustificano la contestazione differita
auto violazioni cds / 2020-05-12

2020 05 12 auto: Autovelox: i requisiti della strada che giustificano la contestazione differita La Corte di Cassazione precisa quando la strada a scorrimento veloce ha i requisiti che giustificano l’installazione dell’autovelox e la contestazione differita della violazione dell’eccesso di velocità di Lucia Izzo – Addio sanzione amministrativa se la strada sulla quale è stato rilevato l’eccesso di velocità tramite autovelox non ha le caratteristiche per essere considerata strada a scorrimento che avrebbe giustificato la contestazione differita. A tal proposito, si evidenzia come il dato testuale di cui all’art. 2, comma 3, lett. d) C.d.S circoscrive gli elementi “eventuali” alla corsia riservata ai mezzi pubblici e alle intersezioni a raso semaforizzare, imponendo, invece, la presenza della banchina pavimentata a destra, del marciapiede e delle aree di sosta, che costituiscono elementi strutturali necessari della strada urbana di scorrimento. Lo ha chiarito la Corte di Cassazione, seconda sezione civile, nella sentenza n. 8635/2020 (qui sotto allegata) pronunciandosi sulla vicenda di un automobilista che aveva promosso opposizione contro un verbale elevatogli per eccesso di velocità rilevato tramite autovelox. Autovelox e contestazione differita dell’eccesso di velocità Le strade sulle quali è ammesso l’uso dell’autovelox I requisiti delle strade a scorrimento   …… https://www.studiocataldi.it/articoli/38459-autovelox-i-requisiti-della-strada-che-giustificano-la-contestazione-differita.asp

2020 05 12 coronavirus: Proteste contro il lockdown: il mondo si ribella, perché?
coronavirus covid19 / 2020-05-12

2020 05 12 coronavirus: Proteste contro il lockdown: il mondo si ribella, perché? Violetta Silvestri Le proteste dei cittadini contro il lockdown si stanno verificando in tutto il mondo. Perché la gente scende in strada? L’intolleranza verso il blocco delle attività nasconde altri motivi e conseguenze delle manifestazioni. Le proteste contro l’anomala situazione del lockdown si diffondono in tutto il mondo. Cittadini arrabbiati e frustrati dalle misure restrittive imposte per arginare i contagi stanno scendendo in strada per gridare la loro stanchezza. Non c’è solo il bisogno di tornare alla normalità e ripartire con il lavoro. Le manifestazioni raccontano molto di più: sulla storia dei singoli Paesi, sulla visione del mondo dei cittadini, sulla situazione politica degli Stati, sulla strumentalizzazione della pandemia. Le proteste contro il lockdown: dove e perché Dagli Stati Uniti al Brasile, dalla Germania all’India passando per Australia e Regno Unito: i cittadini del mondo stano manifestando contro il prolungamento del lockdown. Restrizione dei diritti, delle libertà e delle attività economiche e lavorative non sono più tollerate. In molti Stati persone comuni, anche in piccoli gruppi stanno gridando la loro impazienza nei confronti delle misure restrittive. Le manifestazioni, però, raccontano anche di estremizzazioni politiche, strumentalizzazioni da parte del potere, disperazione accumulata da anni, povertà, ignoranza. Nelle proteste contro il lockdown, ogni Paese…

2020 05 12 coronavirus: Ristoranti, il virus si trasmette in 30 minuti: l’esperimento giapponese
coronavirus covid19 / 2020-05-12

2020 05 12 coronavirus: Ristoranti, il virus si trasmette in 30 minuti: l’esperimento giapponese Marta Tedesco Un esperimento condotto in Giappone mostra la velocità con cui il coronavirus si può trasmettere nei ristoranti: 30 minuti. Ecco come. Bastano 30 minuti per prendere il coronavirus all’interno di un ristorante: a dirlo è un esperimento condotto in Giappone per scoprire in quanto tempo può avvenire il contagio in luoghi di aggregazione, come locali e ristoranti. Il team di esperti ha messo in luce quanto sia in particolare il buffet a rivelarsi un canale di trasmissione rapido del virus. Non sorprende quindi che in Italia quando il 18 maggio riapriranno bar e ristorantisarà bandito il buffet. In quanto tempo avviene il contagio: l’esperimento La NHK, un’emittente televisiva pubblica giapponese, ha condotto un esperimento in collaborazione con un team di esperti di malattie infettive con l’obiettivo di dimostrare come si diffondano velocemente i germi in luoghi di aggregazione come ristoranti, navi da crociera, resort e casinò. In particolare i buffet risultano il canale più rapido per la trasmissione del virus, poiché tante persone vi entrano a contatto contemporaneamente.   ……. https://www.money.it/ristoranti-contagio-coronavirus-mezz-ora-esperimento-giappone?utm_source=Money.it&utm_campaign=3f4f669fd7-RSS_EMAIL_CAMPAIGN&utm_medium=email&utm_term=0_4302bacf08-3f4f669fd7-303380738

2020 05 12 coronavirus: Quando riaprono i negozi: le novità regione per regione
coronavirus covid19 / 2020-05-12

2020 05 12 coronavirus: Quando riaprono i negozi: le novità regione per regione Martino Grassi È arrivato l’accordo tra le Regioni e il Governo che ha concesso un’apertura anticipata di tutti i negozi al dettaglio. Dal 18 maggio gli esercizi commerciali potranno riprendere la loro attività. Il tanto atteso via libera alle Regioni è arrivato: si potranno riaprire i negozi al dettaglio già a partire dal 18 maggio. In alcune zone le riaperture sono state ulteriormente anticipate e tra giovedì e venerdì Palazzo Chigi fornirà le linee guida per garantire la massima sicurezza e le indicazioni territoriali, tenendo conto del numero dei nuovi infetti. Nel caso in cui si dovesse ripresentare la risalita della curva dei contagi, il Governo potrà intervenire nuovamente e imporre un nuovo lockdown. L’accordo è giunto dopo una videoconferenza tra i Governatori delle varie regioni, il premier Conte e i ministri Speranza e Boccia, che ha dichiarato: “Inizia la fase della responsabilità per le Regioni”.   ……. https://www.money.it/quando-riaprono-negozi-data-regole?utm_source=Money.it&utm_campaign=3f4f669fd7-RSS_EMAIL_CAMPAIGN&utm_medium=email&utm_term=0_4302bacf08-3f4f669fd7-303380738

2020 05 12 coronavirus: Riaprono i ristoranti: regole e novità per la sicurezza dei clienti
coronavirus covid19 / 2020-05-12

2020 05 12 coronavirus: Riaprono i ristoranti: regole e novità per la sicurezza dei clienti Maria Rosaria Rizzuti Raccomandazioni e soluzioni tecnologiche per la sicurezza dei clienti in vista della probabile riapertura dei ristoranti del 18 maggio, in quasi tutte le regioni italiane. Lombardia e Piemonte ancora in dubbio. L’ipotesi di riapertura di ristoranti, bar e pizzerie potrebbe essere la data del 18 maggio. Sono in fase di definizione le raccomandazioni per il settore della ristorazione indicate anche da Inail e dall’Istituto superiore di sanità per scongiurare nuovi contagi nella fase 2. Al momento si attendono i dati dei monitoraggi epidemiologici che saranno inviati nei prossimi giorni dagli enti regionali e, soltanto l’andamento delle statistiche, consentirà di procedere con le riaperture. Certo è che si deciderà con la massima prudenza, differenziando le situazioni da regione a regione: più basso sarà l’indice di rischio, più sarà possibile riaprire. Le regioni come Lombardia e Piemonte che registrano un numero ancora alto di contagi, probabilmente, dovranno aspettare ancora un po’ di più prima di poter riaprire i ristoranti. Il verdetto finale, però, spetta al governo che tradurrà tutte le raccomandazioni in un nuovo Dpcm da seguire. Nell’attesa di un protocollo da applicare, le indicazioni delle misure contenitive sembra riguardino le distanze tra i clienti per evitare rischi e…

2020 05 12 coronavirus: Molecola killer blocca il coronavirus: l’Italia scopre possibile cura
coronavirus covid19 / 2020-05-12

2020 05 12 coronavirus: Molecola killer blocca il coronavirus: l’Italia scopre possibile cura Martino Grassi Un team di ricercatori italiani ha scoperto una soluzione al coronavirus: si tratta di una particolare molecola in grado di bloccare la replicazione del virus nell’organismo. La soluzione al coronavirus potrebbe celarsi in una particolare molecola killer in grado di bloccare la replicazione del virus. Nonostante in centinaia di laboratori sparsi in tutto il mondo stiano impazzando le ricerche per la scoperta di un vaccino in grado di debellare il virus responsabile della pandemia, dall’Italia arriva una possibile terapia per curarlo. Questa nuova scoperta nasce da un team di ricerca consolidato negli anni composta da Giuseppe Novelli, un genetista dell’Università Tor Vergata di Roma e Pier Paolo Pandolfi, dell’Harvard Medical School di Boston. La sperimentazione del vaccino richiede delle tempistiche molto lunghe (diversi mesi se non anni), mentre per validare queste speciali molecole i tempi potrebbero essere decisamente inferiori. ….. https://www.money.it/molecola-killer-blocca-coronavirus-Italia-scopre-possibile-cura?utm_source=Money.it&utm_campaign=3f4f669fd7-RSS_EMAIL_CAMPAIGN&utm_medium=email&utm_term=0_4302bacf08-3f4f669fd7-303380738

2020 05 12 Contributi a fondo perduto: importi, incompatibilità con il Bonus 600 euro,
contributi / 2020-05-12

2020 05 12 Contributi a fondo perduto: importi, incompatibilità con il Bonus 600 euro, controlli successivi all’erogazione e sanzioni. Ecco tutte le novità I contributi non potranno essere erogati a chi percepisce il bonus 600 euro e i controlli verranno fatti ex post. Vediamo meglio di cosa si tratta. di Pietro Pisello Ormai sembra essere confermato, nel nuovo decreto rilancio di maggio ci sarà spazio anche ad un contributo a fondo perduto per gli imprenditori in difficoltà economica per via dell’emergenza sanitaria del Coronavirus. La viceministra Laura Castelli, intervistata dal corriere della sera, spiega: “Stiamo lavorando col ministro dello Sviluppo, Stefano Patuanelli, per dare un ristoro alle piccole imprese che hanno subito un calo importante del fatturato. Ci saranno aiuti per almeno 10 miliardi”.   ……. https://www.investireoggi.it/fisco/contributi-a-fondo-perduto-importi-incompatibilita-con-il-bonus-600-euro-controlli-successivi-allerogazione-e-sanzioni-ecco-tutte-le-novita/

2020 05 12 Iva CE Circ. 12 prova cessioni intracomunitarie
circolari , IVA comunitaria / 2020-05-12

2020 05 12 Iva CE Circ. 12 prova cessioni intracomunitarie OGGETTO: Chiarimenti in merito alla prova delle cessioni intracomunitarie. Articolo 45-bis del Regolamento Ue n. 282 del 2011, introdotto dal Regolamento Ue n. 1912 del 2018. INDICE PREMESSA ………………………………………………………………………………………………… 3 1. Normativa e prassi nazionale sui mezzi di prova per le cessioni intracomunitarie …………………………………………………………………………………………………. 3 2. Presunzione di avvenuto trasporto o spedizione di beni in un altro Stato membro ………………………………………………………………………………………………………………… 6 3. Rapporto tra la presunzione di cui all’articolo 45-bis del Regolamento IVA e la prassi nazionale in materia di prova del trasporto nella cessione intracomunitaria ………………………………………………………………………………………………… 10 2020 05 12 Iva CE Circ 12 cess intracom prova trasporto