2021 01 01 edilizia: chiusura balcone: ultime sentenze
edilizia / 2021-01-01

2021 01 01 edilizia: chiusura balcone: ultime sentenze Chiusura balcone: ultime sentenze Realizzazione di una veranda; variazione planovolumetrica ed architettonica dell’immobile; rilascio del permesso di costruire. Indice 1 Realizzazione di una veranda con chiusura di un balcone 2 Quando occorre il permesso di costruire? 3 Il rilascio del permesso di costruire 4 Verande sulla balconata di un appartamento 5 Chiusura del balcone e lesione al decoro architettonico 6 Chiusura di una parte del balcone 7 Le caratteristiche di una veranda 8 Opere di ristrutturazione edilizia 9 Chiusura del balcone di un appartamento 10 Per chiudere il balcone occorre il permesso di costruire? 11 Chiusura di una parte del balcone ad uso ripostiglio 12 Chiusura di un balcone e configurabilità del reato edilizio ………. Chiusura balcone: ultime sentenze

2021 01 01 agevolazioni fabbricati: bonus 1 casa e utenze non utilizzate

2021 01 01 agevolazioni fabbricati: bonus 1 casa e utenze non utilizzate Bonus prima casa: si può avere con utenze non utilizzate? – Autore: Carlos Arija Garcia Per provare di vivere abitualmente in un immobile basta avere i contatori allacciati o ci vogliono dei consumi credibili? Si dice di solito che avere i contatori di luce e gas attivi in un’abitazione dimostri il fatto che dentro qualcuno ci vive. Altrimenti, perché pagare le bollette con i costi fissi per un immobile in cui non si mette mai piede? Non a caso, qualche tempo fa, la Cassazione aveva stabilito che le utenze domestiche sono in grado di provare che un determinato immobile è effettivamente l’abitazione principale [1]. Ora, è la CTR del Lazio a guardare la vicenda da un altro punto di vista per rispondere a questa domanda: il bonus prima casa si può avere con utenze non utilizzate? Non è una domanda da poco. Perché quello che hanno concluso i giudici supremi, per quando possa sembrare una banalità, è determinante per sapere se si ha o no diritto alle agevolazioni sulla casa: un conto è avere il contatore allacciato e un altro ben diverso è far girare i numeri. E se i numeri…

2021 01 01 Caf e Patronato differenza
Uncategorized / 2021-01-01

2021 01 01 Caf e Patronato differenza Caf e patronato: quali differenze – Autore: Carlos Arija Garcia A chi bisogna rivolgersi per una pratica fiscale o previdenziale? L’assistenza è sempre a pagamento o ci sono delle procedure gratuite? Avrai avuto bisogno qualche volta di un aiuto per espletare una pratica burocratica: il 730 da compilare, la dichiarazione Isee da richiedere, il calcolo dei contributi che hai versato per sapere a che punto sei con la pensione, un bonus che ti spetta ma che non sai come ottenere. Avrai anche sentito che in casi come questi puoi appoggiarti ad un patronato o al Caf. E ti sarai chiesto se uno vale l’altro, cioè se sono la stessa cosa chiamata con nomi diversi. Non è proprio così: tra Caf e patronato, quali differenze ci sono allora? In effetti, spesso – e impropriamente – vengono scambiati l’uno con l’altro. Eppure, hanno una natura diversa. In linea di massima (poi entreremo nel dettaglio), il Caf è un centro di assistenza fiscale: da qui deriva il suo nome. Il patronato, invece, si occupa prevalentemente di pratiche legate alla previdenza o alle indennità erogate dallo Stato (disoccupazione, bonus, pratiche di infortunio, ecc.), anche se può espletare delle pratiche fiscali. Vale la pena,…

2021 01 01 fabbricati: quali documenti servono per vender casa 
fabbricati / 2021-01-01

2021 01 01 fabbricati: quali documenti servono per vender casa Vendere casa: quali documenti servono? – Autore: Carlos Arija Garcia Dai certificati catastali a quelli energetici, dagli attestati di destinazione urbanistica al mutuo: le carte da consegnare per la compravendita di un immobile. Stai per trasferirti in un’altra città e hai pensato di vendere la casa per poter affrontare l’acquisto di quella nuova senza indebitarti troppo. Sai che non farai molta fatica a trovare un compratore perché abiti in una zona ben servita, tranquilla e, oltretutto, l’immobile è a norma, abbastanza recente, insomma: un affare. Ti chiederai, a questo punto, per vendere casa quali documenti servono. Infatti, se trovare chi ti compra l’appartamento ti può sembrare relativamente facile, è la parte burocratica quella che ti spaventa di più. Anche perché non puoi permetterti di arrivare all’ultimo momento, davanti al notaio per il rogito, e scoprire che ti mancano un paio di carte. Una soluzione sempre comoda e conveniente è quella di affidarti ad un professionista del settore che ti dia una mano non solo a vendere la casa ma anche a predisporre i documenti che servono. Un agente immobiliare, insomma. Che tu faccia questa scelta o che decida di fare tutto da solo, è comunque opportuno essere…

2021 01 01 autoveicoli: revisione auto
autoveicoli / 2021-01-01

2021 01 01 autoveicoli: revisione auto Revisione auto: controllo scadenza e costo Obbligo di sottoporre a revisione il proprio veicolo: periodicità del controllo, verifica della scadenza, costi e sanzioni. Oltre al bollo e all’assicurazione, c’è un’altra spesa fissa che ogni proprietario di un’auto deve sopportare: quella legata alla revisione. La revisione si rende necessaria per garantire che il veicolo possa circolare in sicurezza; essa consiste infatti in un controllo che i centri autorizzati devono compiere periodicamente su ogni vettura in circolazione. Con questo articolo ci soffermeremo su alcuni aspetti della revisione auto, e cioè sul costo e sul controllo della scadenza. Devi sapere sin da ora che il prezzo della revisione dell’auto cambia a seconda di chi la esegue: una cosa è affidarsi a un centro autorizzato, un’altra è recarsi direttamente alla Motorizzazione civile; in quest’ultima ipotesi, il costo è ridotto. A proposito della scadenza, vedremo non solo cosa dice la legge in riferimento al periodo di tempo che deve trascorrere da una revisione all’altra, ma anche come controllare a quando risale l’ultimo controllo effettuato. Insomma: il consiglio è di prenderti cinque minuti di tempo per saperne di più a proposito di revisione auto, costi e controllo della scadenza. Indice 1 Revisione auto: cos’è? 2 Revisione auto:…

2021 01 01 commercio elettronico in regime forfettario

2021 01 01 commercio elettronico in regime forfettario Ecommerce in regime forfettario: il registro corrispettivi. La gestione del registro dei corrispettivi in caso di E-commerce in regime forfettario di  Federico Migliorini. Gestione fiscale di un E-commerce in Regime Forfettario. Adempimenti contabili e tenuta del Registro dei Corrispettivi. Tutte le informazioni utili se vuoi aprire un E-commerce sfruttando i vantaggi del Regime Forfettario. Una delle domande che maggiormente mi arrivano sull’argomento E-commerce è se sia possibile operare con il Regime Forfettario. La risposta a questa domanda non può che essere positiva. Il Regime Forfettario è il regime di vantaggio per le partite IVA di minori dimensioni. Questo regime porta con se una serie di semplificazioni che si riflettono in modo positivo anche nell’attività di Ecommerce. Per questo devi necessariamente prendere in considerazione questo regime per la tua attività. L’aspetto su cui devi prestare attenzione è che con questo regime non puoi dedurti analiticamente i costi. Questo potrebbe essere uno svantaggio. Per questo ti occorre un’analisi completa con un Commercialista esperto (al termine della guida il link per contattarmi). Adesso, invece, voglio mostrarti quali sono gli adempimenti fiscali per i soggetti in Regime Forfettario che operano nel settore delle vendite online. In particolare, vedremo quando è obbligatorio emettere Fattura e quando invece vige l’esonero, quindi l’utilizzo del Registro…