2020 02 13 accertamento Difetto di motivazione x Mancata allegazione atti richiamati art.7 L. 212/2000 

accertamento Difetto di motivazione x Mancata allegazione atti richiamati art.7 L. 212/2000 LEGGE 27 luglio 2000, n. 212 Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente. (GU n.177 del 31-7-2000 ) note:Entrata in vigore della legge: 1-8-2000 Testo in vigore dal: 1-8-2000 Art. 7 Chiarezza e motivazione degli atti Gli atti dell’amministrazione finanziaria sono motivati secondo quanto prescritto dall’articolo 3 della legge 7 agosto 1990, n. 241, concernente la motivazione dei provvedimenti amministrativi, indicando i presupposti di fatto e le ragioni giuridiche che hanno determinato la decisione dell’amministrazione. Se nella motivazione si fa riferimento ad un altro atto, questo deve essere allegato all’atto che lo richiama. Gli atti dell’amministrazione finanziaria e dei concessionari della riscossione devono tassativamente indicare: a) l’ufficio presso il quale e’ possibile ottenere informazioni complete in merito all’atto notificato o comunicato e il responsabile del procedimento; b) l’organo o l’autorita’ amministrativa presso i quali e’ possibile promuovere un riesame anche nel merito dell’atto in sede di autotutela; c) le modalita’, il termine, l’organo giurisdizionale o l’autorita’ amministrativa cui e’ possibile ricorrere in caso di atti impugnabili.

2016 01 18 accertamento fiscale: Termini di accertamento per imposte sui redditi e iva

2016 01 18 accertamento fiscale: Termini di accertamento per imposte sui redditi e iva di  Federico Migliorini La Legge n. 208/2015 ha eliminato la possibilità di raddoppiare gli ordinari termini di accertamento fiscale in presenza di violazioni per le quali è stata presentata la denuncia penale per uno dei reati tributari contenuti nel D.Lgs. n. 74/2000. Inoltre, dispone un ampliamento dei termini ordinari di accertamento sulle delle dichiarazioni dei redditi e dell’Iva.  La Legge n. 208/2015 ha apportato una corposa modifica alla disciplina dei termini di accertamento fiscale: abrogazione del raddoppio dei termini in presenza di violazioni per le quali è stata presentata la denuncia penale per uno dei reati tributari contenuti nel D.Lgs. n. 74/2000, e allungamento degli ordinari tempi di decadenza dell’accertamento per imposte sui redditi e Iva, sono le principali novità. ……. https://fiscomania.com/termini-accertamento-imposte-sui-redditi-iva/

accertamenti Contenzioso tributario Difetto Motivazione x Mancata allegazione atti Cass 407 del 2015 01 14 

accertamenti Contenzioso tributario Difetto Motivazione x Mancata allegazione atti Cass 407 del 2015 01 14 Secondo principi consolidati della giurisprudenza della Corte di Cassazione, l’art. 7, comma 1, della legge 27 luglio 2000, n. 212, nel prevedere che debba essere allegato all’atto dell’Amministrazione finanziaria ogni documento richiamato nella motivazione di esso, non trova applicazione per gli atti di cui il contribuente abbia già avuto integrale e legale conoscenza per effetto di precedente comunicazione, sicché è sufficiente che il processo verbale di constatazione sia stato precedentemente consegnato in copia previa sottoscrizione al legale rappresentante della società contribuente (cfr. Cass. nn. 407/2015, 15327/2014), poiché un’interpretazione puramente formalistica si porrebbe in contrasto con il criterio ermeneutico che impone di dare alle norme procedurali una lettura che, nell’interesse generale, faccia salva la funzione di garanzia loro propria, limitando al massimo le cause di invalidità o d’inammissibilità chiaramente irragionevoli (cfr. Cass. n. 18073/2008). ^^^^ LEGGE 27 luglio 2000, n. 212 Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente. (GU n.177 del 31-7-2000 ) note:Entrata in vigore della legge: 1-8-2000 Testo in vigore dal: 1-8-2000 Art. 7 Chiarezza e motivazione degli atti Gli atti dell’amministrazione finanziaria sono motivati secondo quanto prescritto dall’articolo 3 della legge 7…

contenzioso tributario Accertamento Difetto motivazione Mancata allegazione pvc 2014 11 10 

contenzioso tributario Accertamento Difetto motivazione Mancata allegazione pvc 2014 11 10 Obbligo di motivazione dell’atto, è sufficiente il rinvio al verbale 10 Novembre 2014 L’avviso di accertamento che non contiene un’autonoma valutazione del contenuto del pvc non è nullo: si ritiene che l’ufficio ne abbia semplicemente condiviso le conclusioni In tema di “motivazione degli avvisi di accertamento”, è legittimo il comportamento dell’Agenzia delle Entrate che si limita a richiamare gli elementi risultanti dai verbali della Guardia di finanza precedentemente notificati al contribuente. In tali casi, infatti, è da escludere il vizio di motivazione dovuto alla mancanza di un’autonoma valutazione delle risultanze del verbale, in quanto è da ritenere che l’ufficio ne abbia semplicemente condiviso le conclusioni, realizzando così un’economia di scrittura che, in una visione sostanzialistica del rapporto Fisco-contribuente, non pregiudica il diritto al contraddittorio (espressione del più generale diritto di difesa) di quest’ultimo, trattandosi di elementi allo stesso già noti. È questo il principio di diritto ribadito dalla sentenza n. 23532 del 5 novembre 2014, con cui la Cassazione conferma la necessità di prendere le distanze da un’interpretazione puramente formalistica dell’obbligo di motivazione degli atti posto a carico dell’Amministrazione finanziaria. La pronuncia si segnala anche per alcune interessanti puntualizzazioni…