agevolazioni fiscali – Installazione addolcitori d’acqua – 2018 06 27 
agevolazioni fiscali / 2018-06-27

agevolazioni fiscali – Installazione addolcitori d’acqua – 2018 06 27 Sono previste agevolazioni fiscali per l’installazione di un addolcitore d’acqua? Fabio P. In caso di installazione degli addolcitori d’acqua domestici per abbattere il calcare degli impianti idrici delle abitazioni, è possibile usufruire della detrazione Irpef per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio (articolo 16-bis, Tuir), nonché dell’applicazione dell’aliquota Iva ridotta (10%), a condizione che l’intervento comporti modificazioni strutturali integranti opere di manutenzione straordinaria dell’abitazione e/o degli impianti relativi (circolare n. 20/E del 13 maggio 2011, paragrafo 2.3). risponde Gennaro Napolitano pubblicato Mercoledì 27 Giugno 2018 http://www.fiscooggi.it/posta/installazione-addolcitori-d-acqua

associazioni sportive dilettantistiche – necessario l’esercizio effettivo dell’attività senza fini di lucro – Cass.10393 2018 04 30 

associazioni sportive dilettantistiche – necessario l’esercizio effettivo dell’attività senza fini di lucro – Cass.10393 2018 04 30 Associazioni sportive dilettantistiche: per le agevolazioni è necessario “l’effettivo svolgimento di attività senza fine di lucro”. In tema di agevolazioni tributarie, “l’esenzione d’imposta prevista dall’art. 148 del d.P.R. n. 917/1986 in favore delle associazioni non lucrative dipende non dall’elemento formale della veste giuridica assunta (nella specie, associazione sportiva dilettantistica), ma anche dall’effettivo svolgimento di attività senza fine di lucro, il cui onere probatorio incombe sulla contribuente e non può ritenersi soddisfatto dal dato, del tutto estrinseco e neutrale, dell’affiliazione al CONI”. Questo il principio esposto dalla Corte di Cassazione, Sesta Sezione Civile, nell’ordinanza n. 10393 del 30 aprile 2018. Fonte: http://www.cortedicassazione.it ^^^^ CORTE DI CASSAZIONE – Ordinanza 30 aprile 2018, n. 10393 Agevolazioni tributarie – Accertamento – Associazione sportiva dilettantistica – PVC – Contenzioso tributario Fatto e diritto Costituito il contraddittorio camerale ai sensi dell’art. 380 bis c.p.c., come integralmente sostituito dal comma 1, lett. e), dell’art. 1 – bis del d.l. n. 168/2016, convertito, con modificazioni, dalla l. n. 197/2016; dato atto che il collegio ha autorizzato, come da decreto del Primo Presidente in data 14 settembre 2016, la redazione della presente motivazione in forma semplificata,…

agevolazioni fiscali – rimborso imposte x lavoratori impatriati Provv. 85330 Ag E 2018 04 20 
agevolazioni fiscali / 2018-04-20

agevolazioni fiscali – rimborso imposte x lavoratori impatriati Provv. 85330 Ag E 2018 04 20 Rimborso imposte per i lavoratori “contro-esodati”: il provvedimento dell’Agenzia. Con apposito provvedimento, l’Agenzia delle Entrate ha definito le modalità di rimborso delle maggiori imposte versate nell’anno 2016 da parte dei c.d. lavoratori “contro-esodati”, ovvero i lavoratori dipendenti, autonomi e titolari di reddito d’impresa, trasferiti in Italia entro il 31 dicembre 2015, in possesso dei requisiti per accedere ai benefici di cui alla Legge n. 238/2010. Si legge infatti nel nuovo documento di prassi come “Tali soggetti qualora abbiano validamente presentato la dichiarazione dei redditi per l’anno di imposta 2016, possono, presentare una dichiarazione integrativa ai sensi dell’art. 2 del D.P.R. 22 luglio 1998, n. 322, conservando la documentazione rilevante a dimostrare la sussistenza dei presupposti per la fruizione del beneficio. In alternativa, possono recuperare le maggiori imposte eventualmente versate presentando un’istanza di rimborso, ai sensi dell’art. 38 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 602, allegando la documentazione rilevante a dimostrare la sussistenza dei presupposti per la fruizione del beneficio. L’istanza va presentata in carta libera all’Ufficio territoriale dell’Agenzia delle entrate competente in base al domicilio fiscale alla data in cui la dichiarazione dei redditi per…

agevolazioni x alunni con disturbo apprendimento 2018 04 06 
agevolazioni fiscali / 2018-04-06

agevolazioni x alunni con disturbo apprendimento 2018 04 06 Legislazione – AGENZIA DELLE ENTRATE – Provvedimento 06 aprile 2018, n. 75067 Modalità attuative per la fruizione della detrazione di cui all’art. 15, comma 1, lett. e-ter), del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917 Dispone: Oggetto 1.1 La detrazione dall’imposta lorda delle persone fisiche, prevista nella misura del 19 per cento, dall’articolo 15, comma 1, lett. e-ter), del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, come modificato dall’articolo 1, comma 665, della legge 27 dicembre 2017, n. 205 spetta per le spese sostenute, a partire dal 1° gennaio 2018, dai soggetti sia minori che maggiorenni, con diagnosi di disturbo specifico dell’apprendimento (DSA) fino al completamento della scuola secondaria di secondo grado, per l’acquisto di strumenti compensativi e di sussidi tecnici e informatici, di cui alla legge 8 ottobre 2010, n. 170, necessari all’apprendimento, nonché per l’uso di strumenti compensativi che favoriscano la comunicazione verbale e che assicurino ritmi graduali di apprendimento delle lingue straniere. 1.2 La detrazione spetta anche per le spese sostenute nell’interesse dei familiari…

agevolazioni – incentivi per piste ciclabili 2018 04 04
agevolazioni fiscali / 2018-04-04

agevolazioni – incentivi per piste ciclabili 2018 04 04 Piste ciclabili: al via il bando, incentivi per 50 milioni di euro Le piste ciclabili rappresentano un’ottima possibilità di mobilità sostenibile. Sempre di più i nostri connazionali si stanno rendendo conto che è importante, per lottare contro l’inquinamento, puntare sull’uso dei mezzi ecologici. Adesso si può contare su un’opportunità in più, dettata proprio per quanto riguarda le piste ciclabili. È arrivato un bando specifico per i Comuni che nel nostro Paese vogliono avere più fondi a disposizione per la costruzione di percorsi interamente dedicati alla bici. In totale il bando mette a disposizione 50 milioni di euro, dedicati ai progetti per la costruzione o per la ristrutturazione delle piste ciclabili. L’iniziativa si chiama Comuni in pista #sullabuonastrada ed è promossa da Credito Sportivo in collaborazione con Anci e Federciclismo. Chi si aggiudicherà questi fondi potrà utilizzare le somme per interventi su percorsi dedicati alle biciclette, non solo per la loro creazione, ma anche per azioni di recupero che puntano sull’abbattimento delle barriere architettoniche, sull’efficienza energetica e sull’acquisto di attrezzature ecocompatibili. Antonio Decaro, presidente di Anci, ha fatto presente: In un Paese in cui il 65% delle persone si sposta in auto su percorsi inferiori ai cinque chilometri, la bicicletta…

agevolazioni fiscali – credito d’imposta investimenti Mezzogiorno 2018 04 03 
agevolazioni fiscali / 2018-04-03

agevolazioni fiscali – credito d’imposta investimenti Mezzogiorno 2018 04 03 Credito d’imposta investimenti Mezzogiorno A quali tipologie di imprese non si applica il credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno? Giacomo L. La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a decorrere dal 1° gennaio 2016 e fino al 31 dicembre 2019, un credito d’imposta a favore delle imprese per l’acquisto di beni strumentali nuovi destinati a strutture produttive ubicate nelle regioni del Mezzogiorno (Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Molise, Sardegna e Abruzzo – vedi articolo 1, commi da 98 a 108, legge 208/2015 e successive modificazioni). Per espressa previsione normativa, l’agevolazione non si applica ai soggetti che operano nei settori dell’industria siderurgica, carbonifera, della costruzione navale, delle fibre sintetiche, dei trasporti e delle relative infrastrutture, della produzione e della distribuzione di energia e delle infrastrutture energetiche, nonché ai settori creditizio, finanziario e assicurativo. L’agevolazione, inoltre, non si applica alle imprese in difficoltà come definite dalla normativa europea (cfr.comunicazione della Commissione europea 2014/C 249/01, del 31 luglio 2014). risponde Gennaro Napolitano  pubblicato Martedì 3 Aprile 2018 http://www.fiscooggi.it/posta/credito-d-imposta-investimenti-mezzogiorno

agevolazioni fabbricati – sostituzione infissi e bonus mobili 2018 03 23 

agevolazioni fabbricati – sostituzione infissi e bonus mobili 2018 03 23 Sostituzione infissi e bonus mobili Nel corso di quest’anno sostituirò gli infissi del mio appartamento. In presenza di questa tipologia di intervento è possibile beneficiare, oltre che della detrazione per recupero edilizio, anche del bonus mobili? Angela C. La risposta al quesito è affermativa. Infatti, tra gli interventi che costituiscono valido presupposto per poter accedere al bonus mobili, ossia alla detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione, rientra anche la sostituzione di infissi esterni con modifica di materiale o tipologia di infisso (intervento che, di per sé, dà diritto alla detrazione per recupero edilizio). La recente legge di bilancio ha prorogato il bonus mobili  anche per gli acquisti effettuati nel 2018, limitatamente agli interventi di recupero del patrimonio edilizio iniziati a decorrere dal 1º gennaio 2017 (articolo 16, comma 2, Dl 63/2013, come modificato dall’articolo 1, comma 3, legge 205/2017). Si ricorda che, a prescindere dall’importo delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione, il bonus mobili deve essere calcolato su un importo massimo di 10mila…

agevolazioni fiscali x attrazione capitale umano in Italia 2018 03 22
agevolazioni fiscali / 2018-03-22

agevolazioni fiscali x attrazione capitale umano in Italia 2018 03 22 Guida agli incentivi fiscali per chi si trasferisce in Italia. Il quadro completo delle agevolazioni che il sistema tributario ha introdotto per attirare risorse umane e favorire lo sviluppo economico, scientifico e culturale del Paese. “Gli incentivi fiscali per l’attrazione di capitale umano in Italia” è il titolo della nuova Guida da oggi in rete sul sito delle Entrate. La pubblicazione è dedicata ai regimi agevolati che il nostro sistema tributario prevede in favore di persone fisiche che trasferiscono la residenza fiscale in Italia: docenti e ricercatori, lavoratori “impatriati”, cittadini che dispongono di ingenti capitali o di rilevanti risorse finanziarie (high net worth individuals). Queste agevolazioni sono state introdotte con l’obiettivo di attrarre “capitale umano” e sono concesse sia quando una persona viene in Italia per svolgere un lavoro sia quando si trasferisce senza poi esercitare alcuna particolare attività lavorativa. Nel primo caso, è prevista una tassazione agevolata dei redditi di lavoro autonomo o dipendente prodotti in Italia, nel secondo, un’imposizione forfettaria sui redditi che il neo-residente produce all’estero. L’obbligo della residenza Per avere gli incentivi, il presupposto è, in ogni caso, il trasferimento della residenza fiscale in Italia….

agevolazioni fiscali – bonus trasporto pubblico 2018 03 06
agevolazioni fiscali / 2018-03-06

agevolazioni fiscali – bonus trasporto pubblico 2018 03 06 Legge di bilancio 2018: via libera ai bonus per il trasporto pubblico. È stata reintrodotta la detrazione del 19%, già prevista nel 2008 e nel 2009, per l’acquisto degli abbonamenti, anche dei familiari a carico, per un importo massimo annuo di 250 euro. La legge di bilancio 2018 ha previsto due differenti strumenti per incentivare e agevolare l’utilizzo del trasporto pubblico locale, regionale e interregionale: una specifica detrazione Irpef e una ipotesi di esenzione fiscale (articolo 1, comma 28, legge 205/2017). La ratio delle nuove previsioni è da ricercare nella volontà del legislatore di incoraggiare il ricorso ai mezzi pubblici con l’obiettivo di ridurre il traffico soprattutto nelle grandi città, con ricadute positive anche sotto il profilo ambientale. Una delle due ipotesi agevolative, peraltro, non è una novità assoluta: infatti, la detrazione Irpef era stata già prevista dalla legge finanziaria 2008 (articolo 1, comma 309, legge 244/2007) ed era stata prorogata dalla finanziaria dell’anno successivo (articolo 2, comma 7, legge 203/2008). La detrazione Irpef Come anticipato, è stata reintrodotta la detrazione Irpef del 19% delle spese sostenute per l’acquisto degli abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale, per un importo non superiore a…