2020 12 24 aiuti de minimis
aiuti de minimis / 2020-12-24

2020 12 24 aiuti de minimis Che cosa sono gli aiuti “de minimis”? I contributi de minimis sono aiuti di piccola entità che possono essere concessi alle imprese senza violare le norme sulla concorrenza. L’importo totale massimo degli aiuti di questo tipo ottenuti da una impresa non può superare i 200.000 euro in tre anni di Federico Migliorini Gli aiuti definiti “de minimis” sono aiuti, concessi a un’impresa unica in un determinato arco di tempo. Si tratta di aiuti di piccola entità che non superano un importo prestabilito e che sono esentati dall’obbligo di notifica alla Commissione Europea di cui all’art. 108, paragrafo 3 del Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europea (Trattato UE 26.10.2012, G.U. UE 26.10.2012 n. C 326). L’esenzione viene concessa in quanto si tratta di aiuti che non vanno ad alterare la concorrenza sul mercato. Sostanzialmente, l’Amministrazione finanziaria (M.I.S.E., regioni, Camere di Commercio, etc) ha la possibilità di erogare, in caso di necessità, aiuti alle imprese. Possono essere aiuti legati al sostenimento della crescita di start-up o di PMI, oppure aiuti legati a periodi di crisi (non vi sono differenze). Queste erogazioni, nel limite di determinati massimali, fissati in percentuale sugli investimenti devono essere autorizzati dalla Commissione europea. Il regime “de minimis” degli aiuti fa eccezione a questa regola….