attività adempimenti – autorizzazione x commercio su aree pubbliche 2018 03 07
attività adempimenti / 2018-03-07

attività adempimenti – autorizzazione x commercio su aree pubbliche 2018 03 07 Commercio su aree pubbliche – Procedure per il rinnovo delle concessioni per l’esercizio dell’attività – Effetti delle proroghe a cura di: TuttoCamere.it Il Ministero dello Sviluppo Economico, con la risoluzione n. 87935 del 7 marzo 2018, reca chiarimenti, nonché indicazioni operative, alla luce della continua evoluzione delle disposizioni in materia di concessioni per l’esercizio del commercio sulle aree pubbliche, con particolare riferimento agli interventi di proroga intervenuti con l’articolo 6, comma 8, del decreto legge 30 dicembre 2016, n. 244, convertito con modificazioni dalla legge 27 febbraio 2017, n. 19 (c.d. “Milleproroghe“), e con i commi 1180 e 1181 della legge 27 dicembre 2017, n. 205 (Legge di bilancio 2018). In particolare, le richieste di parere riguardano gli effetti dell’ultima proroga delle concessioni, disposta dal citato comma 1180, sulle procedure ad evidenza pubblica avviate e concluse prima dell’entrata in vigore della disposizione medesima, nonché gli effetti su quelle avviate ma non concluse entro la medesima data. Mentre il comma 8, dell’art. 6, della L. n. 19/2017 prevedeva come scadenza delle concessioni in essere quella del 31 dicembre 2018, il comma 1180, dell’art. 1, della L. n. 205/2017 ha invece previsto una ulteriore…

adempimenti attività manipolazione piante ornamentali RM 11 2018 01 29
attività adempimenti / 2018-02-01

2018 01 29 adempimenti per attività manipolazione piante ornamentali RM 11 Manipolazioni piante ornamentali: sono produttive di reddito agrario. Si tratta, infatti, di pratiche agronomiche finalizzate alla cura e allo sviluppo del verde, necessarie anche a raggiungere gli standard qualitativi imposti dai Paesi esportatori. Rientrano tra le attività di manipolazione e sono tassate su base catastale la concimazione, il trattamento delle zolle e la potatura effettuate su piante prodotte in vivaio. L’Agenzia delle entrate, con la risoluzione 11/E del 29 gennaio 2018, chiarisce il corretto trattamento fiscale applicabile ad alcune operazioni necessarie a garantire la qualità di piante ornamentali che il vivaista acquista da terzi produttori. L’interpello riguarda, in particolare, le seguenti operazioni: la concimazione e l’inserimento all’interno del terriccio di ritentori idrici per garantire la shelf-lifedelle piante, sia durante il trasporto sia durante la fase di permanenza delle stesse presso il cliente; il trattamento delle zolle, per eliminare gli insetti nocivi; altre attività come la potatura, la steccatura e la rinvasatura. L’Agenzia delle entrate, in linea con la soluzione interpretativa proposta dalle associazioni di categoria istanti, precisa che tali operazioni rientrano appieno nell’ambito delle attività agricole connesse e, secondo le previsioni dell’articolo 32, comma 2, lettera c), Tuir, sono soggette alle regole…

attività vendita oggetti preziosi – licenza di P.S. R.M. 45548 2018 01 25
attività adempimenti / 2018-01-25

attività vendita oggetti preziosi – licenza di P.S. R.M. 45548 2018 01 25 Vendita di oggetti preziosi – Chiarimenti dal Ministero dell’Interno in merito al rilascio della licenza di P.S. Con la risoluzione n. 45548 del 25 gennaio 2018, il Ministero dello Sviluppo Economico porta a conoscenza il contenuto della nota n. 27442 del 17 gennaio 2018, con la quale il Ministero dell’Interno ha espresso il proprio avviso in merito al corretto procedimento da seguire nel caso di attività di vendita di oggetti preziosi all’interno di esercizi commerciali già avviati, tenuto conto di quanto stabilito in materia dal d.lgs. n. 222 del 2016 (c.d. “Decreto SCIA-2”). Il Ministero dell’Interno conferma l’interpretazione resa dal Ministero dello Sviluppo Economico con la risoluzione n. 550441 del 19 febbraio 2017 secondo la quale, ai fini dell’avvio dell’attività di vendita di oggetti preziosi, occorra necessariamente il rilascio della licenza prevista dall’art. 127 T.U.L.P.S. e che, in assenza della medesima, non sia consentito l’avvio dell’attività. E’ bene ricordare che, con specifico riguardo al regime amministrativo applicabile all’attività di commercio di oggetti preziosi, il punto 35 della Tabella A, allegata al citato decreto, prende in considerazione l’attività di commercio al dettaglio di oggetti preziosi, distinguendo tra: vendita di oggetti preziosi in esercizio di vicinato vendita di…