Iva auto – detraibilità Iva carburanti, solo pagamenti tracciabili 2018 04 05 
auto , IVA / 2018-04-05

auto – detraibilità Iva carburanti, solo pagamenti tracciabili 2018 04 05 Detraibilità Iva sui carburanti, solo pagamenti tracciabili. Per gli acquisti sono validi tutti gli strumenti diversi dal denaro contante, in linea con le limitazioni in tema di imposta sul valore aggiunto introdotte dalla legge di Bilancio 2018. Dopo un confronto con le associazioni di categoria, definiti, con provvedimento dell’Agenzia delle entrate, i mezzi di pagamento che consentono la detraibilità Iva e la deducibilità della spesa per l’acquisto di carburanti e lubrificanti destinati ad aeromobili, natanti da diporto e veicoli stradali a motore, da parte dei titolari di partita Iva. Secondo le previsioni della legge di Bilancio 2018 (articolo 1, comma 927, legge 205/2017), infatti, a partire dal 1° luglio 2018, per poter beneficiare delle deduzioni e delle detrazioni fiscali sugli acquisti di carburanti e lubrificanti è necessario utilizzare forme di pagamento tracciabili. In linea con tale previsione normativa, il provvedimento di oggi individua, fra gli strumenti idonei ai fini della detrazione dell’imposta sul valore aggiunto: gli assegni bancari e postali, circolari e non, nonché i vaglia cambiari e postali e i mezzi di pagamento elettronici, fra cui l’addebito diretto, il bonifico bancario o postale, il bollettino postale, le carte di debito,…

auto – guida revisione auto 2018 03 06
auto / 2018-03-06

2018 03 06 revisione auto Revisione auto 2018: ecco cosa cambia. La guida completa Per comprendere meglio l’attuale variazione, automobile.it, sito di compravendita di auto nuove e usate, ha realizzato la ”Guida alla revisione auto 2018”. Il sito automobile.it ha realizzato una guida alla revisione auto 2018 in base alla nuova direttiva UE n. 2014/45 che dovrà essere applicata a partire dal 20 maggio 2018. Lo scopo della nuova direttiva europea riguardante la revisione delle auto è basato sul desiderio di proteggere i potenziali consumatori da spiacevoli casi di frode al momento dell’acquisto di un’auto usata. CERTIFICATO DI REVISIONE Cosa cambierà davvero per gli automobilisti? E riguardo ai dati che verranno riportati poi sul documento di ognuno? Al termine di ogni procedura di revisione, ACI e Motorizzazione dovranno obbligatoriamente rilasciare al proprietario del veicolo, il documento che certifica l’avvenuta revisione, o meglio, il cosiddetto “certificato di revisione”. Il personale tecnico dovrà consegnare e annotare l’esito dei controlli effettuati e dei chilometri effettivi. Tutti questi dati saranno registrati sul portale dell’automobilista. Infatti a partire dal 20 maggio 2018 e non oltre il 20 maggio 2021, i centri di revisione, dovranno comunicare per via elettronica al Ministero dei Trasporti (Motorizzazione), i dati contenuti in ciascun certificato di revisione rilasciato dallo stesso…

auto – cosa fare se metti benzina al posto diesel 2018 03 05
auto / 2018-03-05

auto – cosa fare se metti benzina al posto diesel 2018 03 05 Cosa succede se mettiamo per sbaglio la benzina al posto del diesel. A causa di una distrazione, fai rifornimento di benzina anziché di gasolio: scopri cosa succede e cosa devi fare. Se alla stazione di servizio sei colpito da un momento di distrazione e fai il grave errore di mettere benzina al posto del diesel, devi sapere quali danni puoi provocare alla tua macchina e come accorgertene. Purtroppo questa svista può costare davvero caro. Scopriamo cosa fare tentando di non andare nel panico. Innanzitutto, se sei tu a fare rifornimento self service, allora non potrai far altro che constatare l’errore e cercare di rimediare; nel caso in cui lo sbaglio venga dall’addetto alla stazione di servizio, allora potrai ovviamente chiedere il risarcimento, facendo causa al gestore. Non ti sarà difficile percepire subito i sintomi di un pieno di benzina al posto del diesel: potrai avvertire un calo generale delle prestazioni della tua auto, in alcuni casi vedrai un gran fumo nero uscire dallo scarico, la benzina infatti potrebbe compromettere i sistemi antinquinamento, soprattutto se si tratta di motori diesel di ultima generazione. Capita a volte anche di sentire strani rumori e ticchettii del sistema di iniezione. Se hai la capacità o semplicemente la fortuna di avvertire…

auto – bollo – versamento 2018 01 29
auto / 2018-02-01

2018 01 29 auto – bollo – versamento Bollo auto, moto e addizionale: entro gennaio la tassa per il 2018. È tempo di rinnovare le imposte dei possesso di veicoli scadute a dicembre. Il versamento alle poste, all’Aci, in tabaccheria, nelle apposite agenzie o in banca, anche online. C’è tempo fino al 31 gennaio per mettersi in regola con l’imposta a carico dei proprietari di veicoli, con oltre 35 Kw di potenza e bollo scaduto a fine 2017, residenti in regioni che non hanno stabilito termini diversi. Stessa dead lineanche per il pagamento dell’addizionale erariale alla tassa automobilistica, pari a 20 euro per ogni kilowatt di potenza, per i veicoli superiori a 185 Kw. Il versamento del bollo riguarda tutti i contribuenti che, alla scadenza del termine utile per il pagamento, risultano al pubblico registro automobilistico proprietari del veicolo. Nel caso di veicoli con contratto di leasing, usufrutto o acquisto con patto di riservato dominio, il tributo è dovuto da chi, alla scadenza del termine, risulta essere al Pra, rispettivamente, utilizzatore, usufruttuario o acquirente con patto di riservato dominio del veicolo. La tassa automobilistica è gestita dalle regioni e dalle province autonome di Bolzano e Trento, con le eccezioni di Friuli Venezia Giulia, Sardegna e, fino al…

auto – superbollo auto di lusso 2018 01 26
auto / 2018-01-27

2018 01 26 auto – superbollo auto lusso Superbollo auto di lusso entro il 31 gennaio Entro il 31 gennaio 2018 i possessori di auto di lusso devono versare il superbollo pari a 20 euro per ogni KW superiore a 185. Il superbollo è da versare entro il 31 gennaio. Tale versamento è un’addizionale erariale alla tassa automobilistica (ordinario bollo auto) destinato alle casse dello Stato. Il superbollo dal 1° gennaio 2012 è pari a € 20 per ogni autovettura o autoveicolo con potenza effettiva del motore superiore a 185 kW (pari a 252 cv). Il superbollo va versato da tutti i contribuenti che alla scadenza del termine utile per il pagamento del bollo (tassa automobilistica) risultano possessori di veicoli con potenza superiore ai 185 kW. Per possessori si intendono: i proprietari; gli usufruttuari; gli acquirenti con patto di riservato dominio; gli utilizzatori a titolo di locazione finanziaria, così come risultano essere iscritti al PRA (Pubblico registro automobilistico). La Manovra Monti ha previsto una riduzione graduale del superbollo in base all’età (data di costruzione) del veicolo, in particolare: dopo 5 anni dalla data di costruzione del veicolo: il superbollo si riduce al 60% (12 € per ogni kW eccedente i 185 kW); dopo 10 anni dalla data…

auto – bollo auto 2018 01 24
auto / 2018-01-24

2018 01 24 auto – bollo auto Bollo auto: è da pagare anche quando non si usa la macchina. Non pagare il bollo per un auto che non viene utilizzata non è possibile. Non pagare il bollo per un auto che non viene utilizzata non è possibile. Il bollo auto è una tassa di proprietà nominativa, a carico cioè del proprietario del veicolo. Deve essere pagata obbligatoriamente ogni anno, indipendentemente all’uso che si fa del mezzo, il bollo deve essere pagato anche se l’auto è chiusa in garage e mai utilizzata. L’unico modo per sospendere il bollo auto è affidare l’auto per la sua vendita ad un concessionario. Affidando il mezzo in conto vendita al concessionario, quest’ultimo non dovrà pagare il bollo per legge e si potrà smettere di versare soldi per un veicolo che non utilizzate. La Corte Costituzionale con una sentenza ha stabilito che in caso di fermo fiscale posto in essere dal concessionario della riscossione (Equitalia o altri) a seguito del mancato pagamento di tributi (come garanzia del credito vantato dagli enti pubblici nei confronti del contribuente) non esime il consumatore dal pagamento del bollo auto. Il provvedimento disposto dall’agente della riscossione, infatti, non comporta la sottrazione del veicolo, che rimane quindi in possesso del…

donazione auto 2018 01 18
auto , donazioni / 2018-01-20

2017 01 18 donazione auto Donazione di un’automobile La donazione di un’automobile è soggetta all’imposta sulle donazioni? Per espressa previsione di legge, le donazioni aventi a oggetto i veicoli iscritti nel Pra (pubblico registro automobilistico) non sono soggette imposta (articolo 59-bis, Dlgs 346/1990). Si applica, invece, l’imposta provinciale di trascrizione (imposta sulle formalità di trascrizione, iscrizione e annotazione dei veicoli richieste al Pra – articolo 56, Dlgs 446/1997). http://www.fiscooggi.it/posta/donazione-automobile