bilancio iter approvazione e deposito – codice civile 2018 04 17 
bilancio desercizio / 2018-04-17

bilancio iter approvazione e deposito – codice civile 2018 04 17 Art. 2364 c.c. (Assemblea ordinaria) comma 1. L’assemblea ordinaria: 1) approva il bilancio; 2) nomina gli amministratori, i sindaci e il presidente del collegio sindacale; 3) determina il compenso degli amministratori e dei sindaci, se non e’ stabilito nell’atto costitutivo; 4) delibera sugli altri oggetti attinenti alla gestione della societa’ riservati alla sua competenza dall’atto costitutivo, o sottoposti al suo esame dagli amministratori, nonche’ sulla responsabilita’ degli amministratori e dei sindaci. comma 2. L’assemblea ordinaria deve essere convocata almeno una volta all’anno, entro quattro mesi dalla chiusura dell’esercizio sociale. L’atto costitutivo puo’ stabilire un termine maggiore, non superiore in ogni caso a sei mesi, quando particolari esigenze lo richiedono. ^^^^^ Art. 2366 c.c. (Formalita’ per la convocazione)   comma 1. L’assemblea deve essere convocata dagli amministratori mediante avviso contenente l’indicazione del giorno, dell’ora e del luogo dell’adunanza e l’elenco delle materie da trattare. comma 2. L’avviso deve essere pubblicato nella G.U. del Regno almeno 15 giorni prima di quello fissato per l’adunanza. comma 3. In mancanza delle formalita’ suddette, l’assemblea si reputa regolarmente costituita, quando e’ rappresentato l’intero capitale sociale e sono intervenuti tutti gli amministratori e i componenti…

bilancio – contenuto nota integrativa art2427 2018 04 08 

bilancio – contenuto nota integrativa art2427 2018 04 08 Art. 2427 (Contenuto della nota integrativa) La nota integrativa deve indicare, oltre a quanto stabilito da altre disposizioni: 1)  i criteri applicati nella valutazione delle voci del bilancio, nelle rettifiche di valore e nella conversione dei valori non espressi all’origine in moneta avente corso legale nello Stato; 2)  i movimenti delle immobilizzazioni, specificando per ciascuna voce: il costo; le precedenti rivalutazioni, ammortamenti e svalutazioni; le acquisizioni, gli spostamenti da una ad altra voce, le alienazioni avvenuti nell’esercizio; le rivalutazioni, gli ammortamenti e le svalutazioni effettuati nell’esercizio; il totale delle rivalutazioni riguardanti le immobilizzazioni esistenti alla chiusura dell’esercizio; 3)  la composizione delle voci: “costi di impianto e di ampliamento” e: “costi di sviluppo” , nonché le ragioni della iscrizione ed i rispettivi criteri di ammortamento;(6) 3-bis)  la misura e le motivazioni delle riduzioni di valore applicate alle immobilizzazioni materiali e immateriali, facendo a tal fine esplicito riferimento al loro concorso alla futura produzione di risultati economici, alla loro prevedibile durata utile e, per quanto rilevante, al loro valore di mercato, segnalando altresì le differenze rispetto a quelle operate negli esercizi precedenti ed evidenziando la loro influenza sui risultati economici dell’esercizio; (2) 4) …

bilancio – criteri di valutazione art2426 2018 04 08 
bilancio desercizio / 2018-04-08

bilancio – criteri di valutazione art2426 2018 04 08 Art. 2426 (Criteri di valutazioni) Nelle valutazioni devono essere osservati i seguenti criteri: 1) le immobilizzazioni sono iscritte al costo di acquisto o di produzione. Nel costo di acquisto si computano anche i costi accessori. Il costo di produzione comprende tutti i costi direttamente imputabili al prodotto. Può comprendere anche altri costi, per la quota ragionevolmente imputabile al prodotto, relativi al periodo di fabbricazione e fino al momento dal quale il bene può essere utilizzato; con gli stessi criteri possono essere aggiunti gli oneri relativi al finanziamento della fabbricazione, interna o presso terzi; le immobilizzazioni rappresentate da titoli sono rilevate in bilancio con il criterio del costo ammortizzato, ove applicabile; (2) 2) il costo delle immobilizzazioni, materiali e immateriali, la cui utilizzazione è limitata nel tempo deve essere sistematicamente ammortizzato in ogni esercizio in relazione con la loro residua possibilità di utilizzazione. Eventuali modifiche dei criteri di ammortamento e dei coefficienti applicati devono essere motivate nella nota integrativa; 3) l’immobilizzazione che, alla data della chiusura dell’esercizio, risulti durevolmente di valore inferiore a quello determinato secondo i numeri 1) e 2) deve essere iscritta a tale minore valore. Il minor valore non…

bilancio – rendiconto finanziario art2425ter 2018 04 08 
bilancio desercizio / 2018-04-08

bilancio – rendiconto finanziario art2425ter 2018 04 08 Art. 2425-ter (Rendiconto finanziario). (1) Dal rendiconto finanziario risultano, per l’esercizio a cui è riferito il bilancio e per quello precedente, l’ammontare e la composizione delle disponibilità liquide, all’inizio e alla fine dell’esercizio, ed i flussi finanziari dell’esercizio derivanti dall’attività operativa, da quella di investimento, da quella di finanziamento, ivi comprese, con autonoma indicazione, le operazioni con i soci. (1) Articolo inserito dall’art. 6, comma 7, D.Lgs. 18 agosto 2015, n. 139, a decorrere dal 1° gennaio 2016, ai sensi di quanto disposto dall’art. 12, comma 1 del medesimo D.Lgs. 139/2015  

bilancio – iscrizione ricavi e costi art2425bis 2018 04 08 
bilancio desercizio / 2018-04-08

bilancio – iscrizione ricavi e costi art2425bis 2018 04 08 Art. 2425-bis (Iscrizione dei ricavi, proventi, costi ed oneri) I ricavi e i proventi, i costi e gli oneri devono essere indicati al netto dei resi, degli sconti, abbuoni e premi, nonché delle imposte direttamente connesse con la vendita dei prodotti e la prestazione dei servizi. I ricavi e i proventi, i costi e gli oneri relativi ad operazioni in valuta devono essere determinati al cambio corrente alla data nella quale la relativa operazione è compiuta. I proventi e gli oneri relativi ad operazioni di compravendita con obbligo di retrocessione a termine, ivi compresa la differenza tra prezzo a termine e prezzo a pronti, devono essere iscritti per le quote di competenza dell’esercizio. Le plusvalenze derivanti da operazioni di compravendita con locazione finanziaria al venditore sono ripartite in funzione della durata del contratto di locazione.  

bilancio – contenuto conto economico art2425 2018 04 08
bilancio desercizio / 2018-04-08

bilancio – contenuto conto economico art2425 2018 04 08 Art. 2425 (Contenuto del conto economico) Il conto economico deve essere redatto in conformità al seguente schema: A)  Valore della produzione: 1)  ricavi delle vendite e delle prestazioni; 2)  variazioni delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e finiti; 3)  variazioni dei lavori in corso su ordinazione; 4)  incrementi di immobilizzazioni per lavori interni; 5)  altri ricavi e proventi, con separata indicazione dei contributi in conto esercizio. Totale. B)  Costi della produzione: 6)  per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci; 7)  per servizi; 8)  per godimento di beni di terzi; 9)  per il personale: a)  salari e stipendi; b)  oneri sociali; c)  trattamento di fine rapporto; d)  trattamento di quiescenza e simili; e)  altri costi; 10)  ammortamenti e svalutazioni: a)  ammortamento delle immobilizzazioni immateriali; b)  ammortamento delle immobilizzazioni materiali; c)  altre svalutazioni delle immobilizzazioni; d)  svalutazioni dei crediti compresi nell’attivo circolante e delle disponibilità liquide; 11)  variazioni delle rimanenze di materie prime, sussidiarie, di consumo e merci; 12)  accantonamenti per rischi; 13)  altri accantonamenti; 14)  oneri diversi di gestione. Totale. Differenza tra valore e costi della produzione (A – B). C)  Proventi e oneri finanziari: 15)  proventi…

bilancio – disposizioni singole voci SP art2424bis 2018 04 08 
bilancio desercizio / 2018-04-08

bilancio – disposizioni singole voci SP art2424bis 2018 04 08 Art. 2424-bis (Disposizioni relative a singole voci dello stato patrimoniale) Gli elementi patrimoniali destinati ad essere utilizzati durevolmente devono essere iscritti tra le immobilizzazioni. Le partecipazioni in altre imprese in misura non inferiore a quelle stabilite dal terzo comma dell’articolo 2359 si presumono immobilizzazioni. Gli accantonamenti per rischi ed oneri sono destinati soltanto a coprire perdite o debiti di natura determinata, di esistenza certa o probabile, dei quali tuttavia alla chiusura dell’esercizio sono indeterminati o l’ammontare o la data di sopravvenienza. Nella voce: «trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato» deve essere indicato l’importo calcolato a norma dell’articolo 2120. Le attività oggetto di contratti di compravendita con obbligo di retrocessione a termine devono essere iscritte nello stato patrimoniale del venditore. Nella voce ratei e risconti attivi devono essere iscritti i proventi di competenza dell’esercizio esigibili in esercizi successivi, e i costi sostenuti entro la chiusura dell’esercizio ma di competenza di esercizi successivi. Nella voce ratei e risconti passivi devono essere iscritti i costi di competenza dell’esercizio esigibili in esercizi successivi e i proventi percepiti entro la chiusura dell’esercizio ma di competenza di esercizi successivi. Possono essere iscritte in tali voci…

bilancio – contenuto SP art2424 2018 04 08 
bilancio desercizio / 2018-04-08

bilancio – contenuto SP art2424 2018 04 08 Art. 2424 (Contenuto dello stato patrimoniale) Lo stato patrimoniale deve essere redatto in conformità al seguente schema. Attivo: A)  Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti, con separata indicazione della parte già richiamata. B)  Immobilizzazioni, con separata indicazione di quelle concesse in locazione finanziaria: I)  Immobilizzazioni immateriali: 1)  costi di impianto e di ampliamento; 2)  costi di sviluppo; (1) 3)  diritti di brevetto industriale e diritti di utilizzazione delle opere dell’ingegno; 4)  concessioni, licenze, marchi e diritti simili; 5)   avviamento; 6)  immobilizzazioni in corso e acconti; 7)  altre. Totale. II) Immobilizzazioni materiali: 1)  terreni e fabbricati; 2)   impianti e macchinario; 3)  attrezzature industriali e commerciali; 4)  altri beni; 5)  immobilizzazioni in corso e acconti. Totale. III)  Immobilizzazioni finanziarie, con separata indicazione, per ciascuna voce dei crediti, degli importi esigibili entro l’esercizio successivo: 1)   partecipazioni in: a)   imprese controllate; b)   imprese collegate; c)   imprese controllanti; d)  imprese sottoposte al controllo delle controllanti; (2) d-bis)  altre imprese; (3) 2)   crediti: a)   verso imprese controllate; b)   verso imprese collegate; c)   verso controllanti; d)  verso imprese sottoposte al controllo delle controllanti; d-bis) verso altri; d-bis) verso altri; (4) 3)  altri titoli; 4)  strumenti finanziari derivati attivi;…

bilancio – struttura SP e conto ec art2423ter 2018 04 08 
bilancio desercizio / 2018-04-08

bilancio – struttura SP e conto ec art2423ter 2018 04 08 Art. 2423-ter (Struttura dello stato patrimoniale e del conto economico) Salve le disposizioni di leggi speciali per le società che esercitano particolari attività, nello stato patrimoniale e nel conto economico devono essere iscritte separatamente, e nell’ordine indicato, le voci previste negli articoli 2424 e 2425. Le voci precedute da numeri arabi possono essere ulteriormente suddivise, senza eliminazione della voce complessiva e dell’importo corrispondente; esse possono essere raggruppate soltanto quando il raggruppamento, a causa del loro importo, è irrilevante ai fini indicati nel secondo comma dell’articolo 2423 o quando esso favorisce la chiarezza del bilancio. In questo secondo caso la nota integrativa deve contenere distintamente le voci oggetto di raggruppamento. Devono essere aggiunte altre voci qualora il loro contenuto non sia compreso in alcuna di quelle previste dagli articoli 2424 e 2425. Le voci precedute da numeri arabi devono essere adattate quando lo esige la natura dell’attività esercitata. Per ogni voce dello stato patrimoniale e del conto economico deve essere indicato l’importo della voce corrispondente dell’esercizio precedente. Se le voci non sono comparabili, quelle relative all’esercizio precedente devono essere adattate; la non comparabilità e l’adattamento o l’impossibilità di questo devono…

bilancio – principi redazione bilancio art2423bis 2018 04 08 
bilancio desercizio / 2018-04-08

bilancio – principi redazione bilancio art2423bis 2018 04 08 Art. 2423-bis (Princìpi di redazione del bilancio) Nella redazione del bilancio devono essere osservati i seguenti princìpi: 1)  la valutazione delle voci deve essere fatta secondo prudenza e nella prospettiva della continuazione dell’attività; (1) 1-bis) la rilevazione e la presentazione delle voci è effettuata tenendo conto della sostanza dell’operazione o del contratto; (2) 2) si possono indicare esclusivamente gli utili realizzati alla data di chiusura dell’esercizio; 3) si deve tener conto dei proventi e degli oneri di competenza dell’esercizio, indipendentemente dalla data dell’incasso o del pagamento; 4) si deve tener conto dei rischi e delle perdite di competenza dell’esercizio, anche se conosciuti dopo la chiusura di questo; 5) gli elementi eterogenei ricompresi nelle singole voci devono essere valutati separatamente; 6) i criteri di valutazione non possono essere modificati da un esercizio all’altro. Deroghe al principio enunciato nel numero 6) del comma precedente sono consentite in casi eccezionali. La nota integrativa deve motivare la deroga e indicarne l’influenza sulla rappresentazione della situazione patrimoniale e finanziaria e del risultato economico. (1) Numero così modificato dall’art. 6, comma 3, lett. a), D.Lgs. 18 agosto 2015, n. 139, a decorrere dal 1° gennaio 2016, ai sensi…