cessione di azienda – responsabilità del cessionario – Cass 7166 2018 03 22
cessione di azienda / 2018-03-22

cessione di azienda – responsabilità del cessionario – Cass 7166 2018 03 22 In caso di cessione di azienda, l’iscrizione dei debiti relativi all’esercizio dell’azienda ceduta nei libri contabili obbligatori è elemento costitutivo della responsabilità dell’acquirente dell’azienda (Cassazione civile, sez. II, 22 Marzo 2018, n. 7166. Est. Oricchio) ^^^^   CORTE DI CASSAZIONE – Ordinanza 22 marzo 2018, n. 7166 – Nella cessione di azienda, l’iscrizione dei debiti, inerenti l’esercizio dell’azienda ceduta, nei libri contabili obbligatori è elemento costitutivo della responsabilità dell’acquirente dell’azienda CORTE DI CASSAZIONE – Ordinanza 22 marzo 2018, n. 7166 Fallimento ed altre procedure concorsuali – Responsabilità Rilevato che è stata impugnata dalla N.M. S.r.l. in liquidazione la sentenza n. 310/2014 della Corte di Appello di Genova con ricorso fondato su un motivo e resistito con controricorso della intimata Fallimento D. S.r.l. in liquidazione. Giova, anche al fine di una migliore comprensione della fattispecie in giudizio, riepilogare , in breve e tenuto conto del tipo di decisione da adottare, quanto segue. Il Fallimento D. chiedeva al Tribunale di Genova di pronunciare domanda di condanna della odierna ricorrente società in liquidazione al pagamento in proprio favore della somma di € 1.314.048 (quale debito della ceduta M. s.r.l. di cui…

cessione di azienda – plusvalenza – costituzione rendita vitalizia 2018 03 02

cessione di azienda – plusvalenza – costituzione rendita vitalizia 2018 03 02 Farmacia al costo di un vitalizio: legittimo tassare la plusvalenza. Pur non trattandosi di una somma fissa, il suo ammontare può essere determinato mediante individuazione del suo valore normale facendo ricorso a procedure di matematica attuariale. Ai fini della determinazione del reddito d’impresa, è configurabile una plusvalenza da avviamento commerciale (ex articolo 86 Tuir) anche nel caso di cessione a titolo oneroso di un’azienda (nella fattispecie, una farmacia) il cui corrispettivo è rappresentato dalla costituzione di una rendita vitalizia e va imputato al momento di stipulazione del contratto. Lo ha affermato la Cassazione nell’ordinanza n. 3518 dello scorso 14 febbraio. I fatti L’ufficio ha rettificato il reddito d’impresa di una contribuente, recuperando a tassazione Irpef la plusvalenza da avviamento commerciale conseguita, nell’anno 1998, a seguito della vendita della sua farmacia. In particolare, acquirente e alienante avevano inserito nel contratto di vendita la clausola con la quale, in luogo del pagamento, i due soci, figli della contribuente cedente, assumevano l’obbligo di corrisponderle una rendita vitalizia annua con pagamento di rate trimestrali a favore della cedente e del marito e diritto di accrescimento reciproco al coniuge superstite. In relazione a tale…

cessione di azienda – rileva avviamento anche se negativo 2018 01 17
cessione di azienda / 2018-01-29

2018 01 17 cessione di azienda – rileva avviamento anche se negativo Cessione d’azienda: ai fini dell’imposta di registro l’avviamento rileva anche se negativo Cassazione Civile, Sez. V, 17 gennaio 2018, n. 979 – Pres. Chindemi, Rel. Stalla Nella determinazione del valore venale dell’azienda trasferita ai fini dell’imposta di registro, l’avviamento – in quanto qualità aziendale intrinseca richiamata dal’art.51, 4^ co., d.p.r. 131/86 – rileva non solo se positivo ma anche se negativo; ed abbia, in quanto tale, determinato la pattuizione tra le parti di un prezzo di cessione inferiore al valore patrimoniale netto dei cespiti aziendali, perché scontato in ragione della fondata previsione di perdite future e del solo successivo recupero di redditività dell’azienda stessa. http://www.dirittobancario.it/giurisprudenza/societa/cessione-e-affitto-azienda/cessione-azienda-ai-fini-imposta-di-registro-avviamento-rileva-negativo 2018 01 17 cession aziend rilev avviam anche negativo

avviamento nella cessione di azienda 2018 01 26

2018 01 26 avviamento nella cessione di azienda Avviamento e imposta di registro nella cessione di azienda.   COMMISSIONE TRIBUTARIA REGIONALE DI CATANZARO – SENTENZA DEL 28 NOVEMBRE 2017, N. 3245 Svolgimento del processo Con ricorso in appello depositato il 19/6/2016, la sig.ra B.L., con il patrocinio dell’avv. N.G., ha proposto appello avverso la sentenza n. 6631/06/14 del 25/11/2014, resa dalla Commissione Tributaria Provinciale di Cosenza, la quale aveva rigettato il ricorso proposto l’avviso di accertamento n.TD311102263, relativo ad Irpef 2011. Nel merito l’appellante lamenta vizi nel procedimento decisorio da parte della C.T.P. nonché la insufficiente valutazione delle prove e delle motivazioni addotte dal contribuente; chiede quindi l’annullamento della pronuncia di primo grado, con vittoria delle spese di lite del doppio grado di giudizio e l’annullamento della condanna alle spese disposta dal primo Giudice. Con comparsa depositata il 22/10/2015 si è costituita in giudizio l’Agenzia delle entrate, eccependo la mancanza di motivi specifici di impugnazione, rappresentando la correttezza dell’indirizzo della sentenza di primo grado e riproponendo, nel merito, le difese di prime cure. Chiede quindi il rigetto del ricorso, con vittoria delle spese di lite. All’udienza del 27/11/2017 la causa è stata posta in decisione. Motivi della decisione Preliminarmente va…