2020 10 15 commercio elettronico: Danea Easyfatt Scegli la versione da acquistare
commercio elettronico / 2020-10-15

2020 10 15 commercio elettronico: Danea Easyfatt Scegli la versione da acquistare Danea Easyfatt® Il Gestionale ideale per l’E-Commerce Easyfatt è il gestionale perfetto per chi gestisce un ecommerce: colleghi il tuo negozio online tramite una semplice integrazione e hai tutto sotto controllo. Semplifica la gestione del tuo negozio online e dedica più tempo ad aumentare le vendite. Easyfatt per la gestione del tuo e-commerce Nel gestire un negozio online, il tuo sforzo è continuamente concentrato a migliorarne la redditività, il posizionamento sui motori di ricerca, la spesa pubblicitaria e a cercare di servire al meglio i tuoi clienti e fidelizzarli. Lavorare su questi obiettivi e contemporaneamente gestire le molteplici attività giornaliere che richiede un’attività commerciale è spesso difficile. Gestire con strumenti errati o scollegati l’importazione degli ordini, la fatturazione, i carichi e scarichi di magazzino, le emissioni di DDT etc. può drenare più risorse (tempo e denaro) di quello che credi. Risorse che potresti dedicare a far crescere il tuo e-commerce!   C’è un modo migliore per gestire il tuo shop online Immagina di poter collegare il tuo e-commerce a un vero software gestionale tramite una semplice integrazione. Sarebbe eccezionale eseguire molte operazioni da un unico software, ad esempio: aggiornare prezzi e…

2020 10 12 commercio elettronico: Come creare un negozio online – e-shop?
commercio elettronico / 2020-10-12

2020 10 12 commercio elettronico: Come creare un negozio online – e-shop? Quali sono gli elementi ed i passaggi da effettuare per la costruzione di un business plan legato alla realizzazione di un e-shop online? di Federico Migliorini Progettare e realizzare un sito di E-shop: strategie, obiettivi, competenze, ma soprattutto business plan. I consigli per realizzare un sito di E-commerce di successo. Il commercio elettronico è un’opportunità sia per le piccole che le medie-grandi aziende. Qualsiasi sia il tuo settore, ampliare la propria rete di vendita con un e-shop può essere vantaggioso. Tuttavia occorre saper creare e gestire un negozio online nel modo corretto per vedere arrivare profitti e remunerazione. Nel corso degli anni abbiamo affiancato molti e-shop nella loro fase iniziale e posso dirti che, a prescindere dalla dimensione, un’attenta pianificazione è il segreto per un’iniziativa di successo, che possa crescere e svilupparsi nel tempo. Accanto a questo conta molto anche i software che si utilizzano mettere su uno shop online. L’aspetto fondamentale su cui focalizzarsi è sicuramente il coinvolgimento, sin dall’inizio, di tutte le funzioni aziendali. Soltanto con la partecipazione completa dell’azienda sarà possibile, infatti, realizzare il business plan del progetto, fondamentale per tracciare le linee di indirizzo e di controllo dell’attività online. In questo articolo voglio entrare nel dettaglio dei vari elementi…

2020 10 12 commercio elettronico: Come creare un negozio online – e-shop?

2020 10 12 commercio elettronico: Come creare un negozio online – e-shop? Quali sono gli elementi ed i passaggi da effettuare per la costruzione di un business plan legato alla realizzazione di un e-shop online? di Federico Migliorini Progettare e realizzare un sito di E-shop: strategie, obiettivi, competenze, ma soprattutto business plan. I consigli per realizzare un sito di E-commerce di successo. Il commercio elettronico è un’opportunità sia per le piccole che le medie-grandi aziende. Qualsiasi sia il tuo settore, ampliare la propria rete di vendita con un e-shop può essere vantaggioso. Tuttavia occorre saper creare e gestire un negozio online nel modo corretto per vedere arrivare profitti e remunerazione. Nel corso degli anni abbiamo affiancato molti e-shop nella loro fase iniziale e posso dirti che, a prescindere dalla dimensione, un’attenta pianificazione è il segreto per un’iniziativa di successo, che possa crescere e svilupparsi nel tempo. Accanto a questo conta molto anche i software che si utilizzano mettere su uno shop online. L’aspetto fondamentale su cui focalizzarsi è sicuramente il coinvolgimento, sin dall’inizio, di tutte le funzioni aziendali. Soltanto con la partecipazione completa dell’azienda sarà possibile, infatti, realizzare il business plan del progetto, fondamentale per tracciare le linee di indirizzo e di controllo dell’attività online. …………….. Come creare un negozio online – E-shop?

2020 09 09 commercio elettronico: E-commerce: novità fiscali sulle vendite a distanza in ritardo
commercio elettronico / 2020-09-09

2020 09 09 commercio elettronico: E-commerce: novità fiscali sulle vendite a distanza in ritardo La direttiva 2455 del 5/12/2017 ha profondamente modificato la disciplina delle vendite comunitarie a distanza. La ratio della norma, che doveva entrare in vigore il 1° gennaio 2021 e verrà però traslata al 1° luglio 2021, è quella di semplificare gli adempimenti per gli operatori del settore on line che occasionalmente operano in paesi intra unionali verso clienti privati. Vengono abolite le soglie di monitoraggio ad oggi differenti da Stato a Stato ed uniformate tutte all’unico parametro dei 10.000 euro annui, al di sotto dei quali non sarà obbligatoria la rappresentanza fiscale oltre confine. Al superamento di tale soglia invece, come avviene ora in misura differenziata da Paese a Paese, scatterà la tassazione nel Paese di destino della merce, e sarà quindi necessario identificarsi ai fini iva o nominare un rappresentante fiscale. …….. https://www.studiostefani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=331:e-commerce-novit%C3%A0-fiscali-sulle-vendite-a-distanza-in-ritardo&catid=17:settore-aziendale

2020 09 09 negozio online: Porta il tuo negozio online in 4 step
commercio elettronico / 2020-09-09

2020 09 09 negozio online: Porta il tuo negozio online in 4 step Fabio Ercolani, Laura Bartolini/Settembre 2020 La chiusura dei negozi durante il periodo di lockdown ha generato un cambiamento nelle abitudini di acquisto degli italiani con il conseguente aumento nell’utilizzo dello shopping online. Il 49% dei consumatori italiani, infatti, ha dichiarato che in questo momento preferisce acquistare online la maggior parte dei prodotti di cui necessita1. Avere una presenza online non è una prerogativa dei grandi rivenditori: anche i negozi locali e le piccole e medie imprese possono utilizzare gli strumenti digitali per andare incontro alle nuove esigenze dei clienti. Quindi, come possono i piccoli rivenditori costruire o migliorare la loro presenza in rete? Condividiamo un’utile guida che, grazie allo strumento Google per le aziende, può aiutarti a portare online la tua attività in pochi e semplici passaggi. Come farsi trovare su Google L’88% dei consumatori che hanno acquistato in negozi fisici in Italia nel 2019 ha confermato di aver effettuato ricerche online in precedenza2. Dalla ripresa delle attività commerciali dopo la fine del lockdown, il termine di ricerca “vicino a me” è in costante crescita. Ancora prima di visitare un negozio, infatti, i consumatori cercano online informazioni come la…

2020 04 28 commercio elettronico: Moss: regime iva per e-commerce diretto b2c.
commercio elettronico / 2020-04-28

2020 04 28 commercio elettronico: Moss: regime iva per e-commerce diretto b2c. Il sistema del “Mini one stop shop” consente di assolvere l’IVA (e i relativi obblighi) derivante da prestazioni di servizi di telecomunicazione, teleradio diffusione e di servizi elettronici, effettuate nei confronti di “privati consumatori”. di Federico Migliorini Le prestazioni di servizi effettuate in E-commerce diretto nei confronti di consumatori finali sono soggette ad IVA nel Paese del committente. I commercianti Italiani, UE, ed Extra UE che effettuato attività di E-commerce diretto in Europa possono aderire al regime speciale MOSS. Con questo regime possono liquidare l’IVA in modo più semplice. Se stai leggendo questo articolo molto probabilmente sei un marketer che effettua prestazioni di E-commerce diretto nei confronti di soggetti privati UE. La gestione IVA quando si effettuano cessioni di servizi in E-commerce, è molto particolare. La cessione di servizi di E-commerce diretto nei confronti di soggetti privati in paesi UE, deve tenere conto delle regole legate alla territorialità IVA dell’operazione. Criterio di territorialità che prevede che l’IVA sia imponibile nel Paese di residenza del soggetto acquirente. Questo particolare regime di territorialità fa si che il soggetto che esercita un’attività di E-commerce diretto sia costretto ad identificarsi ai fini IVA in ogni Paese UE, ove è residente l’acquirente che acquista i…

2020 04 18 attività online: Aprire un blog senza partita iva e possibile?

2020 04 18 attività online: Aprire un blog senza partita iva e possibile? di Federico Migliorini E’ possibile aprire un blog senza partita Iva? In quali casi la gestione di un portale web può essere effettuata in modo non professionale e senza adempiere agli obblighi fiscali? Quando si percepiscono guadagni derivanti da banner pubblicitari ed affiliazioni è obbligatoria la partita Iva? In questa guida vedremo le risposte a queste domande e i miei consigli. Voglio partire dalla domanda posta da un lettore per approfondire gli aspetti legati alla gestione di un blog. Se anche tu stai per aprirne uno o ne hai uno già aperto sono sicuro che almeno una volta ti sei posto questa domanda: è possibile aprire un blog senza partita Iva? La maggior parte delle persone che gestiscono un sito web, oppure un blog, che contiene al suo interno banner pubblicitari o altre forme di advertisement (come le affiliazioni), vogliono sapere se e come gestire questi proventi. E se possibile dichiararli senza una partita Iva. Stessa cosa se vuoi vendere libri o oggetti che produci con le tue mani. Il dubbio che ti stai ponendo è sempre lo stesso: quando è possibile operare senza partita Iva. Se leggerai questo articolo scoprirai quali sono i casi in cui sei obbligato ad…

2020 03 17 commercio elettronico: Avviare un E-Commerce: i primi passi
commercio elettronico / 2020-03-17

2020 03 17 commercio elettronico: Avviare un E-Commerce: i primi passi I siti che propongono la possibilità di praticare shopping online, gli online shop, sono ormai diffusissimi e la loro diffusione ha senza dubbio dei motivi a sostenerla: per prima cosa, è molto più semplice aprire un negozio virtuale rispetto a uno fisico. Pure se c’è bisogno di aprire una partita IVA, di comunicare l’inizio attività, di aprire posizioni fiscali e previdenziali e di iscriversi al registro delle imprese, la burocrazia resta minima rispetto ad un negozio in calce e mattoni. ……… https://economiafinanzaonline.it/come-avviare-un-e-commerce/guide/?utm_source=economiafinanza&utm_medium=push&utm_campaign=OneSignal

2020 03 13 commercio elettronico. Vendere su Amazon senza partita Iva. Disciplina fiscale.

2020 03 13 commercio elettronico. Vendere su Amazon senza partita Iva. Disciplina fiscale. Vendere su amazon senza partita iva: è possibile? Vendere su Amazon: la disciplina fiscale per vendere online ai fini IVA e delle imposte indirette. I chiarimenti sulla possibilità di vendere su Amazon senza la partita IVA. …….. Vendere su Amazon senza partita IVA: è possibile?

commercio elettronico – quando si tassa come impresa 2018 03 12
commercio elettronico / 2018-03-12

commercio elettronico – quando si tassa come impresa 2018 03 12 E-Commerce Con l’espressione inglese e-commerce, commercio elettronico in italiano, ci si riferisce, tipicamente, alla compravendita di beni e servizi commercializzati attraverso piattaforme online. Negli anni è una modalità che ha preso sempre più piede, l’e-commerce consente al venditore di ridurre decisamente i prezzi del prodotto finale e gli attori presenti sul mercato sono in costante aumento, dai colossi Amazon ed eBay al negozio online specializzato. Analisi, andamento e principali piattaforme per realizzare il tuo e-commerce: cosa dicono la normativa italiana e quella europea, le regola da seguire. http://www.pmi.it/tag/e-commerce Vendita online: quando si tassa come impresa di Francesca Vinciarelli scritto il 22 dicembre 2017 Fonte: Immagine iStock Le sentenze della cassazione che definiscono quando le vendite online configurano il reddito d’impresa autorizzando l’attività impositiva dell’ufficio. Sono sempre più numerosi i soggetti privati che, per arrotondare o sondare un le opportunità di un mercato in espansione, si dedicano all’e-commerce con un proprio e-store o tramite piattaforme di intermediazione: spesso, dunque, questa non è l’attività di lavoro principale e pertanto si potrebbe essere portati a credere che i guadagni da essa derivanti non costituiscano reddito d’impresa. Ebbene, non sempre è così. Vendita abituale La Commissione tributaria di Firenze (sentenza 03/19/2012) ha chiarito che, se la vendita online non…