misure cautelari – limiti alla confisca dell’evasore – 2018 03 22

misure cautelari – limiti alla confisca dell’evasore – 2018 03 22 ^^^^^^^ No alla confisca sui beni dell’evasore seriale: serve la prova che egli vive con le somme sottratte al fisco. I Giudici di Piazza Cavour hanno accolto il ricorso di un imprenditore, che era stato accusato di frode fiscale (Cassazione sentenza pubblicata 22 marzo 2018, n. 13438). La Corte di Appello aveva ritenuto sussistente la pericolosità generica del proposto sulla base di un solo precedente penale per i delitti di tentata estorsione e danneggiamento aggravato. I Giudici della Cassazione hanno però espresso parere opposto. «Non può prescindersi, nel giudizio da compiersi per valutare se l’evasore fiscale seriale, nei termini variegati in cui la nozione può essere declinata, possa ritenersi vivere abitualmente, anche in parte, con i proventi di attività delittuose, dalla considerazione dell’adesione a meccanismi di recupero dell’imposta evasa». Inoltre, hanno aggiunto che «in tal caso, occorre verificare in fatto se a seguito della procedura amministrativa, l’imposta evasa o il suo importo equivalente siano stati effettivamente recuperati dall’A.F. ovvero, a dispetto dell’esito formale del procedimento, siano stati reimpiegati in acquisti di beni o depositati in conti correnti, non sussistendo, in tale ultima ipotesi, ostacolo concettuale alla possibilità di ritenere l’evasore fiscale seriale socialmente pericoloso ai sensi dell’art.1, lett….

confisca legittima dei beni intestati alla madre e convivente Cass. 5448 2018 02 06 

confisca legittima dei beni intestati alla madre e convivente Cass. 5448 2018 02 06 Nella fattispecie si parla di confisca di titoli ritenuti nella effettiva disponibilità del contribuente anche se intestati alla madre della convivente. Il fisco ha dimostrato l’improvvisa disponibilità finanziaria della convivente, priva di reddito dichiarato, e collegarla alle attività illecite del contribuente. Di conseguenza applicare la misura di prevenzione patrimoniale della confisca dei titoli ritenuti nella effettiva disponibilità dello stesso anche se intestati alla madre della convivente. ^^^^ CORTE DI CASSAZIONE – SENTENZA DEL 6 FEBBRAIO 2018, N. 5448 Ritenuto in fatto Con la sentenza impugnata, il g.u.p. del tribunale di Bergamo, previa concessione delle circostanze attenuanti generiche, ritenuta la continuazione e operata la riduzione del il rito, applicava all’imputata, ai sensi dell’art. 444 cod. proc. pen., la pena di anni due di reclusione, condizionalmente sospesa, in relazione al reato di cui agli artt. 81 cpv. cod. pen., 2 d.lgs. n. 74 del 2000 perché, in qualità di legale rappresentate della “S.F. s.r.l.”, con sede in Grassobbio, via (…), in tempi diversi ma in esecuzione del medesimo disegno criminoso, al fine di evasione fiscale, nella dichiarazione annuale relativa alle imposte sui redditi e sul valore aggiunto degli anni…

confisca preventiva – confronto tra entrate lecite e illecite 2017 12 06
confisca preventiva / 2017-12-06

confisca preventiva – confronto tra Entrate e Uscite 2017 12 06 cfr Entrate e Uscite Confisca preventiva ammessa solo previo confronto tra entrate lecite ed illecite (Cassazione – Sezione penale – sentenza del 06/12/2017, N. 54882 Non basta aver a che fare con un contribuente “pericoloso” e recidivo se la confisca preventiva non si fonda su un’attenta analisi e un distinguo tra entrate lecite e illecite. Diversamente, affermano i giudici della sezione penale della Corte di Cassazione, si tratta solo di “asserzioni apodittiche prive di efficacia esplicativa, non sostenute sul piano giustificativo dall’esposizione di alcun conteggio”. Per gli “ermellini”, che hanno quindi annullato il provvedimento del Fisco, “la motivazione posta a base del nuovo decreto di confisca impugnato non compie il rigoroso raffronto tra acquisizioni patrimoniali, da un lato, redditi dichiarati e attività economiche svolte, dall’altro”. ^^^^^^^^ CORTE DI CASSAZIONE – SEZIONE PENALE – SENTENZA DEL 6 DICEMBRE 2017, N. 54882 Ritenuto in fatto Con il provvedimento impugnato la Corte di appello di Genova, in funzione di giudice di rinvio, ha disposto, nei confronti di C.A., la misura di prevenzione patrimoniale della confisca in relazione ai beni immobili indicati nel dispositivo e ai beni mobili costituiti dalle “disponibilità bancarie, postali,…