conservazione digitale documenti 2018 01 29

2018 01 29 conservazione elettronica documenti RM 9/E Conservazione documenti virtuali: lo scandire legale del tempo utile. Nuovo intervento chiarificatore dell’Agenzia delle entrate in materia di individuazione del limite ultimo per preservare on line le varie tipologie di modelli fiscali dematerializzati. Nell’ipotesi in cui sia necessario conservare elettronicamente modelli dichiarativi, comunicativi e di versamento, per il calcolo del termine di scadenza per la conservazione si deve fare riferimento all’anno di produzione e trasmissione degli stessi modelli. Lo afferma la risoluzione 9/E del 29 gennaio 2018, in linea con un precedente chiarimento in tema conservazione di documenti virtuali. Era lo scorso 10 aprile, infatti, quando, con un altro documento di prassi (risoluzione 46/2017), l’Agenzia aveva precisato che l’obbligo di conservare on line i documenti fiscali entro il terzo mese successivo al termine di presentazione delle dichiarazioni annuali dei redditi (ex articolo 3, comma 3, Dm 17 giugno 2014 che rinvia all’articolo 7, comma 4-ter, Dl 357/1994) è valido anche per i documenti rilevanti ai fini Iva, anche se il momento di presentazione delle due dichiarazioni (Redditi e Iva) è oramai disallineato. Tanto premesso, nel caso specifico in cui oggetto di conservazione sono i modelli dichiarativi, comunicativi e di versamento, per il calcolo del termine…

conservazione digitale documenti contabili 2018 01 22

2018 01 22 conservazione elettronica documenti contabili Completamento conservazione elettronica dei documenti entro il 31.01 Si deve tenere conto della proroga per la trasmissione delle dichiarazioni dei redditi dal 30.09.2017 al 31.10.2017 e dei 3 mesi (e non 90 giorni) di termine ulteriore, con la conseguenza che, almeno per l’annualità 2016, il termine ultimo da considerare è appunto la fine di gennaio 2018. C’è tempo fino al 31.01.2018 per completare la conservazione dei documenti elettronici, tra cui le fatture elettroniche, stante la proroga al 31.10.2017 per la trasmissione telematica delle dichiarazioni dei redditi. Per conservazione digitale, si deve intendere quel processo destinato ad assicurare nel tempo la piena validità legale di un documento informatico, attribuendogli un’efficacia giuridica equivalente a quella che ordinariamente viene riconosciuta al documento cartaceo. Nell’ambito della conservazione elettronica rientra tutta la documentazione aziendale come le fatture elettroniche, i libri e registri in formato elettronico, le copie informatiche o le copie per immagine di documenti analogici fiscalmente rilevanti, sui quali viene apposta la firma digitale. Le imprese, i professionisti, le pubbliche amministrazioni e in linea di principio tutti i soggetti passivi d’imposta che hanno adottato la conservazione digitale, devono assolvere agli obblighi fiscali indicati dal D.M. 17.06.2014; gli…

conservazione digitale documenti contabili 2018 01 24

2018 01 24 conservazione digitale fatture elettroniche Fattura elettronica: conservazione digitale dei documenti. La disciplina in materia elettronica si estende anche agli obblighi di trasmissione e archiviazione. La figura del Responsabile della Conservazione. Per quanto riguarda la conservazione, la disciplina di riferimento si applica sia alle fatture elettroniche nei confronti degli operatori privati, sia alle fatture elettroniche emesse nei confronti della P.A. Secondo il D.M. Economia e Finanze 17.06.2014 e la circolare dell’Agenzia delle Entrate 24.06.2014, n. 18/E, le fatture elettroniche devono essere conservate sia dai soggetti attivi che passivi, in modo tale che siano rispettate le norme del Codice Civile, le disposizioni del codice amministrazione digitale (CAD) e le altre norme tributarie riguardanti la corretta tenuta della contabilità; inoltre devono essere consentite le funzioni di ricerca e di estrazione delle informazioni degli archivi informatici, laddove tali informazioni siano obbligatoriamente previste. Il D.Lgs. 179/2016 ha modificato il concetto di documento informatico, che viene definito come “il documento elettronico che contiene la rappresentazione informatica di atti, fatti o dati giuridicamente rilevanti”. Per quanto riguarda la conservazione, si evince, sia dall’art. 7 del D.P.C.M. 3.12.2013 che dall’art. 44, c. 1-bis CAD, che gestire correttamente i propri documenti informatici non vuol dire semplicemente…