2020 10 10 balanced scorecard: chi usa la BSC in Italia 

2020 10 10 balanced scorecard: chi usa la BSC in Italia 2004 11 02  di Carlo Cremona Le balanced scorecard e chi le usa in Italia Un’indagine su un campione di società italiane dimostra come l’uso delle balanced scorecard sia ancora poco diffuso. Talvolta perché la metodologia non interessa, ma il più delle volte semplicemente perché non è conosciuta. Eppure il bisogno di superare i tradizionali indici economici è sentito: si tratta allora di far cogliere alle imprese il valore delle bsc come strumento di misura delle performance aziendali e di comunicazione delle strategie. Nel biennio 1990-91 Robert Kaplan, della Harvard Business School di Boston, e David Norton, del Norton Nolan Istitute, svolsero una ricerca su un gruppo di imprese americane di successo per verificare quali parametri riguardanti le loro attività queste aziende misurassero effettivamente. L’indagine era basata sull’ipotesi che le sole variabili economico-finanziarie non fossero sufficienti a spiegare le performance ottenute da queste aziende. Performance che solo un approccio più ‘bilanciato’, che considerasse anche altre variabili e di diverso tipo, poteva giustificare. Questa, in estrema sintesi, l’origine della metodologia (o ‘management system’, come alcuni preferiscono definirlo) cui è stato dato il nome di ‘Balanced Scorecard’, e che si è…

2020 10 10 balanced scorecard da wikipedia

2020 10 10 balanced scorecard da wikipedia Scheda di valutazione bilanciata Da Wikipedia, l’enciclopedia libera. La scheda di valutazione bilanciata (in inglese balanced scorecard, spesso citata con la sigla BSC) è uno strumento di supporto nella gestione strategica dell’impresa che permette di tradurre la missione e la strategia dell’impresa in un insieme coerente di misure di performance, facilitandone la misurabilità. Più nel dettaglio, la BSC è uno strumento di sorveglianza strategica ideato negli anni ’90 da Norton e Kaplan, e si pone l’obiettivo di rimediare ai limiti dei modelli di monitoraggio tradizionale, così come di tradurre le strategie competitive in indicatori di performance (scorecard) assicurando l’equilibrio (balance) tra le prestazioni di breve termine, misurate attraverso parametri di natura finanziaria, e quei fattori non finanziari che dovrebbero condurre l’impresa a prestazioni competitive superiori e sostenibili nel tempo. Storia La balanced scorecard venne sviluppata da Robert Kaplan e David Norton in un articolo del 1992[1], in cui gli autori proposero un approccio olistico alla misurazione delle performance aziendali che permettesse il superamento dei limiti della contabilità economico-finanziaria tradizionale. Negli anni successivi[2] l’enfasi si spostò dalla misurazione alla gestione strategica, mentre la metodologia si arricchì con l’integrazione nei processi manageriali, l’allineamento strategico e la comunicazione. È possibile denominare questa fase come il passaggio dal balanced Scorecard inteso come scheda di misurazione al balanced Scorecard inteso come…

2020 10 10 balanced scorecard: lo strumento x una buona implementazione della strategia

2020 10 10 balanced scorecard: lo strumento x una buona implementazione della strategia Balanced scorecard: lo strumento per una buona implementazione della strategia Dalla visione iniziale dell’azienda alla strategia concreta, fino al successo: come si capisce se la strategia aziendale funziona veramente? I due economisti esperti Robert S. Kaplan e David P. Norton hanno ideato uno strumento per creare una strategia di successo sviluppando negli anni ’90 un sistema per migliorare il controlling in azienda: la balanced scorecard (BSC). Attraverso una chiara rappresentazione di causa ed effetto si ha a disposizione uno strumento per gestire meglio la propria azienda. Balanced scorecard: definizione e modalità di funzionamento La balanced scorecard rappresenta l’interazione tra causa ed effetto: ciò che si inserisce in un sistema verrà fuori in qualche altro modo e i cambiamenti in un settore possono provocare conseguenze positive o negative in un settore totalmente diverso. La BSC visualizza e fa a meno di tali cambiamenti. Se si vuole utilizzare una balanced scorecard si deve innanzitutto avere una visione globale dell’azienda e formulare una strategia: su tale base vengono definiti infatti i fattori critici di successo (FCS), cifre che indicano in che misura l’implementazione della strategia può avere successo. Una caratteristica essenziale di questo sistema…

2020 10 10 balanced scorecard: corso BSC Prof. Bubbio

2020 10 10 balanced scorecard: corso BSC Prof. Bubbio LA PRIMA E UNICA CERTIFICAZIONE PER SVILUPPATORI DI BALANCED SCORECARD IN ITALIA “Chi partecipa conseguirà un Master’s Degree” BALANCED SCORECARD ITALIA La prima e unica certificazione per Sviluppatori di Balanced Scorecard in Italia “Chi partecipa conseguirà un Master’s Degree” (Il corso si terrà presso la sede della LIUC Business School a meno di altre disposizioni legate all’emergenza Covid-19. È comunque prevista la trasmissione in live streaming per chi preferisse seguirlo a distanza.) Che tu stia già lavorando per un’azienda, o che gestisca la tua, la conoscenza e il saper utilizzare questi innovativi ed eficacissimi strumenti, ti permetterà di accedere ad un livello superiore della tua professione e della tua crescita personale. Un’evoluzione straordinaria che amplierà notevolmente la tua autorevolezza i tuoi guadagni, il tuo benessere e quello dei tuoi clienti. Da sempre e mai come in questo periodo, saper prendere decisioni migliori, richiede di essere in grado di analizzare e interpretare i dati analizzare il passato, valutare il presente e prevedere il futuro. Grazie a questo importante percorso didattico, certificato, sarai in grado di acquisire, padroneggiare ed applicare tutta la conoscenza legata alla straordinaria forza della Balanced Scorecard. Questo prestigioso percorso…

2020 03 04 balanced scorecard: un buon sistema di controllo di gestione 

2020 03 04 balanced scorecard: un buon sistema di controllo di gestione Il modello della Balanced Scorecard, un buon sistema di controllo di gestione richiede più indicatori da Strategia&Controllo Srl Nelle attività formative e in generale durante i Salotti di Management (www.salottidimanagement.it) che organizziamo costantemente da anni per diffondere cultura d’impresa siamo soliti utilizzare una metafora a noi cara: un tempo dirigere un’impresa era come guidare un’auto, era sufficiente controllare velocità e consumi, oggi per guidare un’impresa serve il brevetto di volo! La strumentazione è cambiata: il cruscotto di un’auto ha quattro o cinque indicatori, un aereo ne ha un migliaio. Tutto ciò per constatare come in pochi decenni la struttura organizzativa delle imprese sia cambiata radicalmente e come sia cambiato anche l’ambiente in cui esse competono. Nel mondo della pianificazione strategica esistono già modelli di riferimento oltremodo collaudati che hanno al loro interno un approccio sistemico alla pianificazione e controllo. Il loro obiettivo è quello di preservare il valore del business ma soprattutto guidare l’impresa ad una crescita consapevole valutando i rischi del caso. Tra questi modelli, sicuramente quello più famoso è il modello della Balanced Scorecard (BSC), letteralmente in italiano “scheda di valutazione bilanciata”. La BSC è uno strumento di supporto nella pianificazione e…

2019 09 11 cruscotto di controllo aziendale: indici allerta di Brancozzi

2019 09 11 cruscotto di controllo aziendale: indici allerta di Brancozzi Alla fine la montagna partorirà un topolino Si avvicina il giorno in cui il Consiglio Nazionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili pubblicherà gli indici che, se superati per tre mesi di fila, faranno scattare l’obbligo di allerta all’O.C.R.I. che ha come fine ultimo quello di non far assumere all’imprenditore la condizione di IMPRENDITORE FRAUDOLENTO. Il primo livello di allerta é posto nel momento in cui si perde il GOING CONCERN cioè la CONTINUITÀ AZIENDALE (esiste GOING CONCERN quando in azienda si fanno delle azioni che portano ad un futuro migliore, l’unico strumento al mondo validato scientificamente che misura il Going Concern è la BALANCED SCORECARD DI Kaplan e Norton che è infatti lo strumento su cui si basa il Cruscotto di Controllo che risulta essere a sua volta quindi una vera e propria Balanced Scorecard) e serve ad eliminare la responsabilità degli Amministratori e, se è stato nominato, anche quella del Revisore (ex art. 14 primo comma D.Lgs. 14/2019) verso le obbligazioni sociali di cui al nuovo sesto comma dell’art. 2476. Il terzo alert é quello che scatta al superamento di un certo livello di Debito nei confronti di…

2019 05 14 controllo di gestione diventa strategico di Bubbio
controllo di gestione / 2019-05-14

2019 05 14 controllo di gestione diventa strategico di Bubbio Il controllo di gestione diventa strategico quando, attraverso il posizionamento competitivo dell’azienda, aiuta a riflettere sulla strategia aziendale e sulle opportunità che nascono dalla corretta analisi dei dati relativi alla gestione aziendale. Il controllo di gestione diventa strategico quando, attraverso il posizionamento competitivo, aiuta a riflettere sulla strategia aziendale. La pianificazione e il controllo di gestione stanno sempre più confluendo nel controllo strategico e questo richiede una crescente attenzione al posizionamento di un’impresa nell’ambiente esterno. Scenario e contesto competitivo vanno analizzati e monitorati con sistematicità. D’altra parte, fare controllo strategico significa proprio fare un controllo del posizionamento di un’impresa nel tempo e nello spazio competitivo. Il web ha spalancato opportunità incredibili di raccolta di informazioni e oggi il problema è l’eccesso di dati e i Big Data. Queste fonti incredibili di informazioni vanno selezionate e gestite con metodiche statistiche di significatività e così, affidabilità delle fonti e loro significatività, sono due criteri per la gestione di questa nuova risorsa aziendale sovrabbondante: le informazioni di ambiente competitivo. Sui principali competitor di un’impresa si possono rilevare oltre alle tradizionali informazioni economico-finanziarie anche informazioni sui profili commerciali, produttivi e tecnologici. Ne scaturisce un quadro sufficientemente completo….

2009 04 10 balanced scorecard x gestire il sistema aziendale

2009 04 10 balanced scorecard x gestire il sistema aziendale La guida del Sole 24 Ore alla balanced scorecard. Progettare e gestire il sistema aziendale di misurazione delle prestazioni (Italiano)  Si può gestire soltanto quello che si riesce a misurare… Pur non sottovalutando altri fattori determinanti, quali l’esperienza, l’intuito, la fortuna, qualsiasi iniziativa o progetto di miglioramento aziendale non può prescindere da una misurazione della situazione attuale, di quella in divenire e di quella finale. Quindi non esiste una vera gestione senza un adeguato impiego di appropriati indicatori di prestazione, integrati nel sistema organizzativo e informativo aziendale. L’abilità del management è comprendere i legami tra leve decisionali e prestazioni da conseguire, l’esplicitazione delle quali è parte integrante del piano strategico. Questo testo offre a imprenditori, manager e consulenti un quadro ampio, approfondito, pratico e rigoroso, sullo stato dell’arte dei Sistemi di Misurazione delle Prestazioni, anche noti come Balanced Scorecard o cruscotti direzionali, sugli indicatori di prestazione chiave o KPI, e sulle tecnologie di Business Intelligence di supporto. (Prefazione di Alberto Bombassei) https://www.amazon.it/scorecard-Progettare-aziendale-misurazione-  

2004 12 12 balanced scorecard di Kaplan e Norton. Grado di diffusione in Italia di Prof. Bubbio

2004 12 12 balanced scorecard di Kaplan e Norton. Grado di diffusione in Italia di Prof. Bubbio IL GRADO DI DIFFUSIONE DELLA BALANCED SCORECARD NELLE IMPRESE ITALIANE: I RISULTATI DI UNA RICERCA. Alberto Bubbio* 2004 12 12 grado diffusione BSC Italia