dichiarazione integrativa – il contribuente può emendare in sede contenziosa agli errori commessi in dichiarazione – l’integrativa rileva anche se presentata oltre i termini – Cass. 2220 2018 01 30 

dichiarazione integrativa – il contribuente può emendare in sede contenziosa agli errori commessi in dichiarazione – l’integrativa rileva anche se presentata oltre i termini – Cass. 2220 2018 01 30 La dichiarazione dei redditi è – in linea generale, salvo casi particolari o parti specifiche di essa – un atto di scienza e quindi sempre emendabile. Il contribuente può fare valere eventuali vizi commessi nella redazione della stessa, che attengano al merito della pretesa tributaria, anche in sede contenziosa indipendentemente dal rispetto dei termini per la presentazione della emenda. CORTE DI CASSAZIONE – Sentenza 30 gennaio 2018, n. 2220 Dichiarazioni dei redditi ed IVA – Debito d’imposta emergente per mero errore nella compilazione della dichiarazione – Dichiarazione integrativa tardiva – Emendabilità in sede contenziosa. Ritenuto che La società O.P.S. spa ricorre, sulla base di cinque motivi, contro la sentenza della CTR del Lazio n. 8/9/2009 che, respingendo l’appello contro la sentenza della CTP, ha confermato la cartella di pagamento n. 103 2004 00256413 22, notificata il 28.1.2005 – relativa all’iscrizione a ruolo dell’asserito omesso o carente versamento di imposte iva, irpeg ed irap per l’anno di imposta 2000 (mod. Unico 2001) e l’asserito omesso o carente versamento di ritenute ed addizionali regionali,…