dogane – contraddittorio preventivo 2018 01 23
dogane / 2018-01-27

2018 01 23 dogane – contraddittorio preventivo Il contraddittorio preventivo in materia doganale   CORTE DI GIUSTIZIA UE – SENTENZA DEL 20 DICEMBRE 2017, N. C-276/16 Nella causa C‑276/16, avente ad oggetto la domanda di pronuncia pregiudiziale proposta alla Corte, ai sensi dell’articolo 267 TFUE, dalla Corte suprema di cassazione (Italia), con ordinanza del 17 marzo 2016, pervenuta in cancelleria il 17 maggio 2016, nel procedimento Prequ’ Italia Srl contro Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, LA CORTE (Settima Sezione), composta da A. Rosas (relatore), presidente di sezione, C. Toader e A. Prechal, giudici, avvocato generale: M. Wathelet cancelliere: A. Calot Escobar vista la fase scritta del procedimento, considerate le osservazioni presentate: –        per il governo italiano, da G. Palmieri, in qualità di agente, assistita da G. Albenzio, avvocato dello Stato, –        per la Commissione europea, da F. Tomat e L. Grønfeldt, in qualità di agenti, vista la decisione, adottata dopo aver sentito l’avvocato generale, di giudicare la causa senza conclusioni, ha pronunciato la seguente Sentenza 1        La domanda di pronuncia pregiudiziale verte sull’interpretazione del regolamento (CEE) n. 2913/92 del Consiglio, del 12 ottobre 1992, che istituisce un codice doganale comunitario (GU 1992, L 302, pag. 1), come modificato dal…

dogane contrabbando vino pregiato 2017 12 22
dogane / 2017-12-22

2017 12 22 dogane contrabb vino pregiato CORTE DI CASSAZIONE – SEZIONE TRIBUTARIA – ORDINANZA 22 DICEMBRE 2017, N. 30845 Rilevato che G.A.G. propose ricorso avverso un atto di contestazione dell’ufficio delle dogane di Aosta per condotta di contrabbando di bottiglie di vino di notevole valore commerciale, con irrogazione della sanzione pecuniaria e confisca della merce, contestando l’erronea redazione del verbale e l’omessa adozione del medesimo atto impugnato nei confronti del proprietario della merce, avendo ella trasportato la merce quale dipendente di quest’ultimo. La Ctp respinse il ricorso, ritenendo non credibili le giustificazioni addotte – avendo la ricorrente letto e sottoscritto il verbale di contestazione – e rilevando che l’atto impugnato aveva attribuito alla ricorrente la condotta di autrice materiale dell’illecito che le era stato ascritto in solido con il proprietario della merce sequestrata, a norma dell’art. 6, 1° c., della l. n. 689/81. La Ctr respinse l’appello della G., confermando la motivazione di primo grado. La G. ha proposto ricorso per cassazione, affidato a due motivi. Resiste l’Agenzia delle dogane con controricorso, proponendo altresì ricorso incidentale affidato ad un unico motivo. Considerato che Con il primo motivo del ricorso principale è stata denunziata la violazione e falsa applicazione degli…