2020 10 16 fatturazione delle operazioni e registrazione: sanzioni e ravvedimento
fattura elettronica , fatture / 2020-10-16

2020 10 16 fatturazione delle operazioni e registrazione: sanzioni e ravvedimento Le principali ipotesi di violazione delle norme in materia di IVA: omessa ritardata fatturazione e registrazione delle operazioni, infedele dichiarazione IVA e le relative sanzioni amministrative. di Federico Migliorini Aspetti sanzionatori e ravvedimento operoso, inerenti alla fatturazione delle operazioni, alla detrazione, alla registrazione. Tutte le informazioni per effettuare il modo corretto il ravvedimento riguardante operazioni Iva come l’omessa fatturazione o l’omessa registrazione di documenti ai fini Iva.  Il mondo Iva è legato ad una serie di adempimenti sequenziali, che portano come sua naturale conclusione alla presentazione della dichiarazione Iva annuale. Si tratta di operazioni che consistono, principalmente, nella fatturazione delle operazioni e successiva registrazione contabile. Nonché nelle liquidazioni periodiche dell’imposta. Eventuali errori commessi nelle fasi indicate possono dare luogo a molteplici sanzioni amministrative, sanabili autonomamente dal contribuente attraverso l’utilizzo del ravvedimento operoso. L’obiettivo che mi pongo con questo contributo è quello di realizzare una semplice guida che può esserti utile per individuare la sanzione amministrativa applicabile ad una violazione in materia di Iva. Si tratta di violazioni riguardanti la fatturazione delle operazioni e la successiva registrazione contabile. Per ciascuna violazione vedremo come può essere applicato l’istituto del ravvedimento operoso per poterla sanare. Fatturazione delle operazioni sanzioni IVA Quali sono i termini per emettere e registrare una…

2020 10 10 imposta di bollo: Bollo su fatture elettroniche: dicitura in fattura, importi e come pagare

2020 10 10 imposta di bollo: Bollo su fatture elettroniche: dicitura in fattura, importi e come pagare Bollo fattura elettronica, si avvicina la scadenza del 20 ottobre relativa al terzo trimestre 2020. Considerando le novità introdotte con l’inserimento della soglia di 250 euro per il pagamento, l’appuntamento rispetto ai due precedenti riguarda un numero più ampio di contribuenti. Istruzioni e codice tributo da indicare nel modello F24. Scadenza bollo fattura elettronica, entro il 20 ottobre è necessario procedere con il pagamento delle somme dovute per il terzo trimestre del 2020. Diversamente dagli appuntamenti precedenti, la data segna il termine ultimo anche per coloro che nei primi due trimestri non hanno superato la soglia dei 250 euro. Un’analisi completa delle istruzioni, delle regole per il versamento con modello F24 e della dicitura da indicare nelle fatture per le quali è dovuta l’imposta di bollo. Prima di scendere nei particolari, però, è necessario fare alcune precisazioni. Dopo le modifiche dell’articolo 17 del decreto fiscale n. 124/2019, che aveva introdotto un meccanismo di scadenze semestrali sotto i 1.000 euro, il Decreto Liquidità approvato lo scorso aprile ha stabilito nuove regole da considerare per verificare quando versare l’imposta. Il pagamento può essere effettuato, senza sanzioni ed interessi: per l’imposta di bollo sulle fatture elettroniche del primo trimestre, entro…

Titolo predefinito

2020 02 21 trasmissione telematica corispettivi circ. 3 OGGETTO: chiarimenti in tema di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica all’Agenzia delle entrate dei dati relativi ai corrispettivi giornalieri INDICE PREMESSA…………………………………………………………………………………………………………………………3 1 QUADRO GENERALE …………………………………………………………………………………………………3 1.1 REGOLA GENERALE E RELATIVE ECCEZIONI …………………………………………………………………….5 1.2 DOCUMENTO COMMERCIALE…………………………………………………………………………………………12 1.3 CESSIONE DI CARBURANTI…………………………………………………………………………………………….16 2 CORRISPETTIVI NON RISCOSSI………………………………………………………………………………20 3 VENTILAZIONE DEI CORRISPETTIVI……………………………………………………………………..23 4 CREDITO D’IMPOSTA………………………………………………………………………………………………24 5 SANZIONI …………………………………………………………………………………………………………………26 6 RISPOSTE ALLE DOMANDE PIÙ FREQUENTI (“FAQ”)……………………………………………28 ……… 2020 02 21 trasmis telem corr Circ 3

fattura elettronica tra privati 2018 05 25 
fattura elettronica / 2018-05-25

fattura elettronica tra privati 2018 05 25 Fatturazione elettronica tra privati Da quando scatterà l’obbligo della fatturazione elettronica tra privati? Vincenzo Didiolavore La legge di bilancio 2018 ha introdotto l’obbligo di fatturazione elettronica per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti, stabiliti o identificati in Italia. Le nuove disposizioni si applicano alle fatture emesse a partire dal 1º gennaio 2019. Sono esonerati da tale obbligo coloro che applicano il regime forfetario o il regime fiscale di vantaggio. L’introduzione della fatturazione elettronica obbligatoria è anticipata al 1° luglio 2018 per le fatture relative alle cessioni di benzina o di gasolio destinati a essere utilizzati come carburanti per motori e alle prestazioni rese da soggetti subappaltatori e subcontraenti della filiera delle imprese, nel quadro di un contratto di appalto di lavori, servizi o forniture stipulato con una pubblica amministrazione (articolo 1, commi 909 e seguenti, legge 205/2017). risponde Gennaro Napolitano –  pubblicato Venerdì 25 Maggio 2018 http://www.fiscooggi.it/posta/fatturazione-elettronica-privati

fattura elettronica x acquisto carburanti x autotrazione 2018 04 30 

fattura elettronica x acquisto carburanti x autotrazione 2018 04 30 2018 04 30 fatt x acq carburanti Carburanti per autotrazione: e-fattura dal prossimo 1° luglio. In vista dell’imminente partenza dell’obbligo di utilizzo della modalità elettronica, l’Agenzia delle entrate fornisce i primi chiarimenti su alcuni particolari ambiti applicativi. Doppio intervento dell’Amministrazione finanziaria, che con la circolare 8/E e il provvedimento 30 aprile 2018, fornisce precisazioni in merito alla fatturazione elettronica, obbligatoria dal prossimo 1° luglio per le cessioni di carburanti per autotrazione. In aiuto degli operatori, arriva un’App e servizi on line taglia burocrazia. Circolare n. 8/2018 Un rapido excursus  La legge di bilancio 2018 ha introdotto, dal 1° gennaio 2019, la fatturazione elettronica obbligatoria per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti, stabiliti o identificati in Italia. L’obbligo, prevede la stessa legge, viene anticipato al 1° luglio 2018, per le “cessioni di benzina o di gasolio destinati a essere utilizzati come carburanti per motori” e per le “prestazioni rese da soggetti subappaltatori e subcontraenti della filiera delle imprese nel quadro di un contratto di appalto di lavori, servizi o forniture stipulato con un’amministrazione pubblica” (così l’articolo 1, comma 917, rispettivamente lettere a) e b), legge 2015/2017)….

2016 10 28 trasmissione telematica dati fatture emesse e ricevute Provv. 182070 Ag. e.

2016 10 28 trasmissione telematica dati fatture emesse e ricevute Provv. 182070 Ag. e.   Definizione delle informazioni da trasmettere, delle regole e soluzioni tecniche e dei termini per la trasmissione telematica dei dati delle fatture emesse e ricevute, per l’esercizio della relativa opzione e per la messa a disposizione delle informazioni ricevute ai sensi dell’articolo 1, commi 2 e 3, del decreto legislativo del 5 agosto 2015 n. 127 2016 10 28 Prov Ag e trasmis telem corri

2015 08 05 trasmissione telematica operazioni Iva d.lgs. 127

2015 08 05 trasmissione telematica operazioni Iva d.lgs. 127 DECRETO LEGISLATIVO 5 agosto 2015 , n. 127 . Trasmissione telematica delle operazioni IVA e di controllo delle cessioni di beni effettuate attraverso distributori automatici, in attuazione dell’articolo 9, comma 1, lettere d) e g) , della legge 11 marzo 2014, n. 23. 2015 08 05 dlgs 127 trasmis telem corr