2020 12 30 Fonti del diritto
fonti del diritto / 2020-12-30

2020 12 30 Fonti del diritto Nota a carattere generale: L’autore nella redazione degli articoli si basa sul seguente principio: ricercare il più possibile le fonti del diritto che sono tutti gli atti o i fatti dai quali traggono origine le norme giuridiche, che hanno un valore giuridico su scala gerarchica. Per cui la norma di fonte inferiore non può porsi in contrasto con la norma di fonte superiore (gerarchia delle fonti). Ogni ragionamento ruota attorno a tale principio, allo scopo di dare un’interpretazione il più possibile certa, precisa e concordante dei fatti esaminati. Nel diritto italiano la Gerarchia delle fonti di produzione è la seguente: 1. Costituzione e leggi costituzionali (fonti superprimarie). 2. Trattati internazionali e atti normativi comunitari, che possono presentarsi sotto forma di regolamenti o direttive. A queste, si sono aggiunte poi le sentenze della Corte di Giustizia Europea “dichiarative” del Diritto Comunitario (Corte Cost. Sent. n. 170/1984). 3. Leggi ordinarie e atti equiparati aventi forza di legge (DL e D.Lgs.), ma anche le leggi regionali e delle provincie autonome di Trento e Bolzano (fonti primarie). 4. Regolamenti (governativi e di altri Entri pubblici) e le leggi regionali (fonti secondarie). Tra le fonti secondarie rientrano anche i…

2020 12 30 fonti del diritto: dpcm illegittimi
fonti del diritto / 2020-12-30

2020 12 30 fonti del diritto: dpcm illegittimi Dpcm illegittimi: le conseguenze della sentenza – Autore: Angelo Greco Il tribunale di Roma ha ritenuto incostituzionali i Dpcm del Governo Conte perché la libertà costituzionale non si può limitare con un atto amministrativo.  Il 16 dicembre, il tribunale di Roma ha ritenuto illegittimo il Dpcm del 26 aprile scorso avendo imposto – come del resto tutti gli altri Dpcm di Conte – la compressione dei diritti fondamentali della persona riconosciuti dalla nostra Costituzione. Quali sono però le conseguenze pratiche di questa decisione? Quale impatto avrà sugli italiani questa netta presa di posizione che, peraltro, riprende il parere di alcuni noti costituzionalisti? Dobbiamo innanzitutto ricordare che il decreto di Natale non è un Dpcm ma un decreto legge. Un decreto legge è un atto avente forza di legge, quindi equiparato nella sostanza alla legge del Parlamento. Quindi, tutto ciò che diremo qui di seguito non può essere applicato alle misure restrittive di Natale, che pertanto dovremo ritenere legittime. Legittime perché la Costituzione ammette la limitazione della libertà personale per interessi pubblici come la salute o la sicurezza, anche se disposte con una normale legge. Lo dice l’articolo 16. Tuttavia, prima del decreto di Natale, siamo stati ricoperti…

2020 11 12 fonti del diritto: dpcm differenza dal DL
fonti del diritto / 2020-11-12

2020 11 12 fonti del diritto: dpcm differenza dal DL DPCM: che significa, come funziona e differenza con il decreto legge – Isabella Policarpio DPCM: cosa sono, come funzionano e perché Conte li ha preferiti ai decreti legge. Cosa dice la Costituzione. Che cosa sono i DPCM, gli atti utilizzati da Conte durante l’emergenza coronavirus? Si tratta di provvedimenti amministrativi che entrano in vigore immediatamente e sono di rapida emanazione. Adottare delle decisioni tramite DPCM richiede meno tempo che scrivere un decreto legge coinvolgendo il Consiglio dei Ministri. In molti si domandano se i DPCM siano legali, dato che limitano alcune libertà fondamentali (garantite dalla Costituzione) senza richiedere l’approvazione del Parlamento. ……… https://www.money.it/DPCM-che-significa-come-funziona-differenza-decreto-legge  

2020 04 27 fonti del diritto: sconvolte le fonti del diritto 
fonti del diritto / 2020-04-27

2020 04 27 fonti del diritto: sconvolte le fonti del diritto Sconvolte le fonti del diritto: il contenzioso durante l’emergenza Covid-19 Disposizioni sull’attività di contenzioso degli enti impositori nel periodo di emergenza Covid-19: “in claris non fit interpretatio” o meri errori materiali da sanare in sede di conversione? Fonti del diritto: premessa su contenzioso durante l’emergenza da Covid-19 La Circolare dell’Agenzia delle Entrate del 16 aprile 2019 n. 10/E– recante primi chiarimenti in tema di rinvio delle udienze e dei termini processuali in materia tributaria conseguenti alla emergenza epidemiologica COVID-19, così come disposto dal D.L. 18/2020 (c.d. Decreto Cura Italia) e dal D.L. 23/2020 (c.d. Decreto Liquidità Imprese) – opera una “correzione” ad un probabile errore materiale contenuto nell’art. 29, comma 3, del D.L. 23/2020 (c.d. Decreto Liquidità Imprese) in relazione all’attività di contenzioso degli enti impositori, destando dubbi e perplessità in un contesto già di per sé caotico e confusionario. E invero, mentre l’art. 67 del “Decreto Cura Italia” ha disposto la sospensione dei termini delle attività di accertamento, di controllo, di riscossione e di contenzioso fino al 31 maggio 2020, successivamente, l’art. 29, comma 3, del “Decreto Liquidità Imprese” ha prorogato – solo per l’attività del contenzioso degli enti impositori – il suddetto termine al 31 luglio 2020 (per…

2020 04 27 fonti del diritto: il dpcm ha natura amministrativa 
fonti del diritto / 2020-04-27

2020 04 27 fonti del diritto: il dpcm ha natura amministrativa D.p.c.m. e limitazioni della libertà personale e di circolazione: presidi a tutela della salute pubblica o misure abnormi  che indeboliscono la democrazia? di Ettore Bruno La democrazia è sovversiva. Ed è sovversiva nel senso più radicale della parola perché, ovunque arriva, sovverte la tradizionale concezione del potere, tanto tradizionale da essere considerata naturale, secondo cui il potere – si tratti del potere politico o economico, del potere paterno o sacerdotale – scende dall’alto in basso. (Norberto Bobbio) Introduzione Qui di seguito si offrirà un possibile spunto interpretativo – con un approccio per un verso del tutto sgombro da qualsivoglia condizionamento di carattere politico o ideologico da una parte e, per l’altro, da sterili quanto inutili tentazioni disfattiste, ma, in maniera più pertinente allo scopo, il più possibile aderente al solo dato giuridico-formale ‒ in ordine alle questioni (su cui in un prossimo futuro c’è da attendersi che si verseranno “fiumi di inchiostro”) che investono la natura e le vicende giuridiche di certi provvedimenti statali (i cc.dd. DD.P.C.M.) che hanno inciso per settimane e che tuttora incidono in maniera importante, seppure allusivamente ammantati dalla veste protettiva di due decreti-legge, su alcune delle…

2020 04 17 fonti del diritto: Dpcm fonti diritto  
fonti del diritto / 2020-04-17

2020 04 17 fonti del diritto: Dpcm fonti diritto LA RUBRICA GIURIDICA: DI DPCM, FONTI DEL DIRITTO E LEGITTIMITÀ DEI PROVVEDIMENTI DI CONTE. Alla luce dei fatti dell’ultimo periodo, sullo scenario giuridico si sono presentati diversi provvedimenti, dai DPCM (decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri) ai decreti-legge e alle ordinanze regionali. Il loro scopo è regolamentare i comportamenti dei cittadini, al fine di contenere i contagi. Abbiamo quindi pensato che sia il caso di parlare nella nostra rubrica di un principio garantistico fondamentale: la riserva di legge. Nel nostro ordinamento, il principio della riserva di legge è sancito dalla Costituzione. Riguarda la materia penale e le restrizioni delle libertà fondamentali, come quella di movimento o di iniziativa economica. La riserva di legge ha lo scopo di impedire che atti diversi dalla legge ordinaria possano limitare le libertà fondamentali. È una forte garanzia di democraticità dell’ordinamento, in quanto la legge viene emanata dal Parlamento, organo rappresentativo eletto dalla popolazione. Nella legge ordinaria rientrano anche gli atti che hanno la stessa autorità, come i decreti-legge e i decreti legislativi. Questi, pur essendo emanati in un primo momento dall’esecutivo, presuppongono un intervento da parte del legislativo. Per i decreti-legge, si prevede la loro conversione entro sessanta giorni da parte del Parlamento, pena la decadenza dell’atto. I decreti legislativi,…