2020 04 25 coronavirus: Sospensione dei contributi
coronavirus covid19 , inps / 2020-04-25

2020 04 25 coronavirus: Sospensione dei contributi di Elisa Migliorini Il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro ha presentato la proposta di modifica al ddl A.C. 2461 di conversione al Decreto Liquidità, richiedendo la sospensione dei contributi anche per il mese di giugno e prevedere una ripresa dei pagamenti da settembre 2020 o da gennai 2021 in 24 rate. Il Consiglio nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro ha presentato le sue proposte di modifica al ddl A.C. 2461, di conversione del Decreto Liquidità, recante misure urgenti in materia di accesso al credito e di adempimenti fiscali per le imprese, nel corso dell’audizione presso le Commissioni riunite Finanze e Attività produttive della Camera dei Deputati. Il Decreto liquidità prevede una sospensione di imposte e contributi differenziate secondo i ricavi o compensi prodotti nel periodo di imposta precedente. Indice degli Argomenti Sospensione dei contributi I termini dei versamenti in autoliquidazione Entro quando devono essere effettuati i versamenti sospesi? Sospensione dei contributi: proposte dei consulenti del lavoro Sospensione dei contributi anche per il mese di giugno Sospensione dei contributi in presenza di riduzione di ricavi o compensi   ….. https://fiscomania.com/sospensione-dei-contributi/?utm_source=newsletter&utm_medium=email&utm_campaign=fiscomaniacom_newsletter&utm_term=2020-04-25

2020 03 15 INPS: Contribuzione inps del socio amministratore di srl

2020 03 15 INPS: Contribuzione inps del socio amministratore di srl Le principali soluzioni che puoi adottare per evitare la doppia contribuzione INPS del socio amministratore di SRL che svolge attività commerciale o artigianale. Il socio amministratore di SRL che esercita anche l’attività lavorativa partecipando concretamente all’attività nella società è tenuto al versamento dei contributi. Si tratta dei contributi alla Gestione Separata, per la quota dei suoi compensi, ed anche alla Gestione Commercianti o artigiani dell’INPS per la sua attività di socio lavoratore.  ……… https://fiscomania.com/contribuzione-inps-del-socio-amministratore-di-srl/?utm_source=newsletter&utm_medium=email&utm_campaign=fiscomaniacom_newsletter&utm_term=2020-03-16

2020 03 13 coronavirus e sospensione contributi Inps Circ. 37
coronavirus covid19 , inps / 2020-03-12

2020 03 13 coronavirus e sospensione contributi Inps Circ. 37 OGGETTO: Emergenza epidemiologica da COVID-19: sospensioni termini. Sospensione degli adempimenti e del versamento dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali, disposta con il decreto-legge 2 marzo 2020, n. 9, recante “Misure urgenti di sostegno per le famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”. Istruzioni contabili. Variazioni al piano dei conti 2020 03 12 coronavirus e sospens contrib Inps Circ 37

2020 02 17 Inps Contributi artigiani e commercianti Circ. 28
inps / 2020-02-17

Inps Contributi artigiani e commercianti Circ. 28 2020 02 17 OGGETTO: Artigiani ed esercenti attività commerciali: contribuzione per l’anno 2020 SOMMARIO: Con la presente circolare l’Istituto comunica gli importi dei contributi dovuti dagli artigiani ed esercenti attività commerciali per l’anno 2020. Nella Circ. 28 l’INPS comunica le aliquote contributive per il finanziamento delle gestioni pensionistiche dei lavoratori artigiani e commercianti, per l’anno 2020. Ecco le aliquote di calcolo dei contributi per artigiani ed esercenti attività commerciali per il 2020, minimali e massimali aggiornati, maternità, scadenze. 2020 02 17 Inps contrib artig e commerc Circ 28

Inps – lavoro autonomo non imprenditoriale – Inps Circ. 60 2018 05 11 
cococo , inps , lavoratore autonomo / 2018-05-11

Inps – lavoro autonomo non imprenditoriale – Inps Circ. 60 2018 05 11 La legge 22 maggio 2017, n. 81, recante “Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l’articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato”, disciplina al Capo I, dall’articolo 1 all’articolo 17, la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale. In questa legge è disciplinato ex novo l’utilizzo delle prestazioni d’opera di cui all’articolo 2222 c.c., sia sotto forma di prestazione occasionale sia di collaborazione coordinata e continuativa etero-organizzata sia di titolare di partita IVA. Il legislatore ha previsto per i lavoratori interessati “un sistema di diritti e di welfare moderno capace di sostenere il loro presente e tutelare il loro futuro”, come sottolineato nella Relazione di presentazione del D.D.L. n. 2233 al Senato. 2018 05 11 lavoro aut non imprend Inps Circ 69

Inps collaboratori familiari – concetto abitualità e prevalenza 2018 03 15 
inps / 2018-03-15

Inps collaboratori familiari – concetto abitualità e prevalenza 2018 03 15 Con la lettera circolare n. 50 del 15 marzo 2018, l’INS ha fornito indicazioni precise in materia di prestazioni rese dai collaboratori familiari nell’impresa artigiana, agricola o commerciale ai fini dell’assoggettamento al relativo regime previdenziale. 2018 03 15 Inps collaboratori familiari circolare 50

2018 03 02 agevolazioni fiscali – esonero contributivo x nuove assunzioni tempo indeterminato
agevolazioni fiscali , inps / 2018-03-02

agevolazioni fiscali – esonero contributivo per nuove assunzioni di giovani con contratto di lavoro a tempo indeterminato – circolare INPS n.40 2018 03 02 ai sensi dell’articolo 1, commi 100-108 e 113-114, della legge 27 dicembre 2017, n. 205. Istruzioni operative e contabili. Variazioni al piano dei conti. 2018 03 02 agevolazioni fiscali assunzioni tempo indeterminato Circ INPS 40

2018 02 22 agevolazioni fiscali esonero contributivo assunzioni tempo indeterminato agricolturata 2018 02 22

agevolazioni fiscali – esonero contributivo assunzioni tempo indeterminato agricoltura circ 32 2018 02 22 Articolo 1, commi 344 e 345, della legge 11 dicembre 2016, n. 232 (legge di bilancio 2017). Esonero contributivo per i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali. Chiarimenti sull’applicazione del regime de minimis ai coltivatori diretti.

INPS sui soci di società immobiliari cass. 126 2018 01 04 
inps / 2018-01-04

INPS sui soci di società immobiliari cass. 126 2018 01 04   CORTE DI CASSAZIONE – Ordinanza 04 gennaio 2018, n. 126 Gestione commercianti Inps – Società in accomandita semplice – Attività esclusiva di locazione di immobili di proprietà – Obbligo di iscrizione e versamento contributi – Esclusione Rilevato che, con sentenza del Tribunale di Torino, veniva annullato l’avviso di addebito per complessivi euro 1.843,35 a titolo di contributi omessi e somme aggiuntive ritenuti dovuti alla Gestione Commercianti INPS da R.M.T. quale socia accomandataria della società in accomandita semplice M.R. s.a.s., la cui attività era limitata alla locazione di alcuni uffici siti nel complesso immobiliare di via (…) in Torino ed alla riscossione del relativo canone, senza assunzione dei rischi relativi alla gestione aziendale ed in mancanza di prevalente ed abituale partecipazione personale all’esercizio dell’attività aziendale; che la Corte di appello di Torino dichiarava inammissibile il gravame dell’INPS ai sensi degli artt. 348-bise 348-ter c.p.c.; che avverso la sentenza del primo giudice l’INPS, in proprio e nella qualità epigrafata ha proposto ricorso affidato ad unico motivo, al quale ha opposto difese la R., con controricorso; che la proposta del relatore, ai sensi dell’art. 380-bis c.p.c., è stata comunicata alle parti,…

INPS sui soci di società immobiliari cass. 18149 2017 07 21 
inps / 2017-07-21

INPS sui soci di società immobiliari cass. 18149 2017 07 21   CORTE DI CASSAZIONE – Ordinanza 21 luglio 2017, n. 18149 Inps – Iscrizione alla Gestione commercianti – Requisiti – Pagamento dei contributi – Attività imprenditoriale abituale e prevalente Rilevato che P. S. ha proposto opposizione contro l’avviso di addebito, notificato nell’interesse dell’Inps, avente ad oggetto il pagamento di contributi da versare alla Gestione commercianti dell’Inps per gli anni 2007-2012; Rigettata la domanda dal Tribunale, la Corte d’Appello di Torino, con sentenza pubblicata il 30/6/2015, ha accolto l’appello del S., ritenendo insussistenti i requisiti per la sua iscrizione nella Gestione commercianti: ha osservato la Corte che non vi è prova dello svolgimento, da parte dell’opponente, di un’attività imprenditoriale, svolta con abitualità e prevalenza, organizzata e diretta, con il lavoro proprio, e che la sola attività svolta dalla società Model V. s.n.c., di cui il S. era socio, consisteva nella riscossione dei canoni di locazione dell’unico bene immobile di cui essa era proprietaria; l’Inps propone ricorso per la cassazione di tale sentenza; resiste il S. con controricorso; il Collegio autorizza la redazione della motivazione in forma semplificata. Considerato che Con il ricorso in esame l’Inps deduce la violazione e la…