2020 03 23 invalidità: Domande invalidità civile semplificate dal 1 aprile
invalidità / 2020-03-23

2020 03 23 invalidità: Domande invalidità civile semplificate dal 1 aprile A regime la semplificazione delle domande di indennità per invalidità civile, cecità e sordità a partire dal 1 aprile 2020. Richiesta unica Con il messaggio n. 1275 del 20 aprile l’INPS  ha comunicato che la semplificazione della presentazione delle domande di invalidità civile, cecità e sordità per i soggetti di età compresa tra i 18 e i 67 anni introdotta in forma sperimentale a dicembre 2019,   dal 1 aprile diventerà la modalità unica di trasmissione delle domande La semplificazione consiste nella possibilità di anticipare al momento della presentazione della domanda  le informazioni di natura socio-economica contenute nel modello “AP70”,  ovvero  la comunicazione di: eventuali ricoveri, svolgimento di attività lavorativa, dati reddituali, indicazione delle modalità di pagamento e della delega alla riscossione di un terzo (Quadro G) o in favore delle associazioni (Quadro H). che di norma venivano comunicate solo al termine dell’esito positivo della fase sanitaria. Questa  modalità di presentazione della domanda  diventa obbligatoria per tutti i soggetti di età compresa tra i 18 e i 67 anni, tranne che per  i casi di beneficiario ricoverato al momento della presentazione della domanda o titolare di altre prestazioni di invalidità incompatibili) . …… https://www.fiscoetasse.com/rassegna-stampa/28317-domande-invalidit-civile-semplificate-dal-1-aprile-.html?smclient=c1e4ebf8-591e-4018-8ebc-f934b6652ffc&utm_campaign=Rassegna+Giornaliera&utm_medium=email_mn_fet&utm_source=Rassegna+quotidiana+&utm_content=Rassegna+Giornaliera+2020-03-23

2020 02 28 invalidità: legge 104 e agevolazioni Iva x acquisto auto disabili 
invalidità / 2020-02-28

2020 02 28 invalidità: legge 104 e agevolazioni Iva x acquisto auto disabili Legge 104, agevolazioni IVA auto disabili: basta avere l’accompagnamento Legge 104, agevolazioni IVA auto disabili: basta l’indennità di accompagnamento per beneficiarne. A fornire chiarimenti è l’Agenzia delle Entrate, con la risposta all’interpello n. 79 del 27 febbraio 2020. Legge 104, le agevolazioni IVA disabili per l’acquisto dell’auto sono riconosciute a chi percepisce l’indennità di accompagnamento, anche qualora il verbale dell’INPS disponga in senso contrario. …………   https://www.informazionefiscale.it/legge-104-agevolazioni-IVA-auto-disabili-invalidita-accompagnamento

2018 05 08 invalidità – modalità accesso indennità accompagnamento MSG INPS 1930
invalidità / 2018-05-08

invalidità – modalità accesso indennità accompagnamento MSG INPS 1930 2018 05 08   INPS – Messaggio 08 maggio 2018, n. 1930 – Semplificazione delle modalità di accesso all’indennità di accompagnamento per soggetti ultrasessantacinquenni – Legge 11 febbraio 1980, n. 18, e articolo 1, comma 3, della legge 21 novembre 1988, n. 508. INPS – Messaggio 08 maggio 2018, n. 1930. Semplificazione delle modalità di accesso all’indennità di accompagnamento per soggetti ultrasessantacinquenni – Legge 11 febbraio 1980, n. 18, e articolo 1, comma 3, della legge 21 novembre 1988, n. 508. Nel quadro delle attività di semplificazione degli adempimenti sanitari e amministrativi relativi alla concessione dei benefici di invalidità civile sono state avviate azioni di reingegnerizzazione delle fasi organizzative e procedurali del procedimento di concessione dell’indennità di accompagnamento prevista dalla legge 11 febbraio 1980, n. 18, e dall’articolo 1, comma 3, della Legge 21 novembre 1988, n. 508. In particolare, l‘attività di semplificazione è rivolta ai cittadini non in età lavorativa, che presentano una domanda di invalidità civile. Per tale categoria di beneficiari è stato possibile semplificare il procedimento di concessione, con la finalità di ridurre i tempi di erogazione del beneficio, attraverso l’anticipazione dell’invio delle informazioni che di norma sono…

2018 01 06 Invalidita Contrassegno Multa auto in seconda fila
invalidità / 2018-01-06

2018 01 06 multa in seconda fila La multa con il contrassegno invalidi in seconda fila è valida? La risposta. Hai parcheggiato in doppia fila con il contrassegno invalidi e hai preso una multa? Ti sveliamo se la contravvenzione è valida oppure no. La multa con il contrassegno invalidi in seconda fila è valida? La risposta arriva da una recente sentenza della Corte di Cassazione, che ha chiarito quali sono i diritti degli automobilisti che espongono nel proprio veicolo il pass invalidi. Come è noto il contrassegno conferisce all’auto in cui viene esposto la possibilità di circolare nelle zone a traffico limitato (le Ztl) e in quelle a traffico controllato, ma anche nelle corsie preferenziali per pullman e taxi e nelle aree sottoposte a blocco o limitazione del traffico. Per quanto riguarda i parcheggi, il pass consente di fermarsi negli spazi riservati che si trovano nei parcheggi pubblici (tranne in quelli personalizzati, destinati cioè ad un singolo titolare di contrassegno disabili), nelle aree a tempo determinato, senza dover sottostare a limitazione di orario, nei parcheggi a pagamento (gratuitamente), nelle zone a traffico limitato, a sosta limitata (senza limiti) o a traffico controllato. Il contrassegno disabili permette anche di parcheggiare nelle…

2016 09 23 invalidità – condizione handicap grave art.3 co.3 Legge 104/1992 Ris. 70
invalidità / 2016-09-23

invalidità – condizione handicap grave art.3 co.3 Legge 104/1992 Ris. 2016 09 23 Con la Ris. 70/2016, l’Agenzia Entrate ha affermato che riguardo ai soggetti riconosciuti portatori di handicap ai sensi L.104/92, si ritiene opportuno precisare che la grave e permanente invalidità o menomazione, menzionata dall’art.10, co.1, lett.b), Tuir, non implica necessariamente la condizione di handicap grave di cui art.3. co.3, L.104/92.  Tuttavia occorre distinguere i soggetti riconosciuti invalidi civili (dove l’invalidità riguarda la valutazione del grado di capacità lavorativa, dai soggetti riconosciuti portatori di handicap dove l’invalidità riguarda lo stato di gravità delle difficoltà sociali e relazionali di un soggetto. Sono accertamenti distinti perchè perseguono finalità diverse. 2016 09 23 Ivalidi Agev acq ausili Leg 104 Ris 79

2011 09 26 invalidità – indennità accompagnamento msg Inps 18291
invalidità / 2011-09-26

invalidità – indennità accompagnamento msg Inps 18291 2011 09 26 Direzione Centrale Pensioni  Coordinamento Generale Medico Legale  Roma, 26-09-2011 Messaggio n. 18291 OGGETTO: Indennità di accompagnamento in caso di ricovero in istituto.       DIREZIONE CENTRALE PENSIONI COORDINAMENTO GENERALE MEDICO LEGALE   Ai Direttori Regionali Ai Direttori Provinciali Ai Direttori delle Agenzie   In esito ai quesiti posti da alcune Sedi, riguardo all’interpretazione da dare al disposto di legge sul riconoscimento dell’indennità di accompagnamento in caso di ricovero, si forniscono i seguenti chiarimenti. Ai sensi dell’ultimo comma dell’art. 1 della legge n. 18/1980, sono esclusi dall’indennità di accompagnamento gli invalidi civili gravi ricoverati gratuitamente in istituto. L’indennità di accompagnamento inoltre, non spetta in caso di ricovero di lunga degenza o per fini riabilitativi. Per ricovero gratuito si intende quello presso strutture ospedaliere oppure istituti,  con retta o mantenimento a totale  carico di ente pubblico; il ricovero viene considerato gratuito anche nel caso che venga corrisposta contribuzione da parte di privati esclusivamente per ottenere un trattamento migliore rispetto a quello di base. Si considera invece ricovero a pagamento quello per il quale l’interessato (o chi per lui) versa l’intera retta, oppure ne versa solo una parte, essendo l’altra versata dall’ente…