2020 05 04 invalidità: Requisiti per ottenere l’accompagnamento
invalidità / 2020-05-04

2020 05 04 invalidità: Requisiti per ottenere l’accompagnamento Autore: Mariano Acquaviva Indennità di accompagnamento: cos’è, a chi spetta, a quanto ammonta, come si ottiene e come fare ricorso contro il verbale negativo. Lo Stato riserva alcune agevolazioni alle persone che, purtroppo, a causa delle loro condizioni di salute, sono svantaggiate rispetto agli altri individui, ad esempio nella possibilità di ricercare un lavoro e di potersi mantenere con un proprio reddito. Nei confronti di tali soggetti interviene la legge disponendo una particolare normativa che prevede non solo agevolazioni sugli acquisti di beni necessari (si pensi, ad esempio, all’iva ridotta sull’acquisto dell’auto per il trasporto dei disabili), ma anche veri e propri benefici economici: è ciò che accade con l’indennità di accompagnamento. Con questo articolo vedremo insieme quali sono i requisiti per ottenere l’accompagnamento; come ti spiegherò, non è sufficiente essere invalidi per poter ottenere questa particolare indennità: solamente alle persone cui è riconosciuto un certo grado di invalidità e che non siano capaci di deambulare o di provvedere a sé stessi spetta l’accompagnamento. Ciò significa che all’invalido non spetta di diritto l’indennità di accompagnamento. Approfondiamo questo argomento e vediamo cosa dice la legge. Indice 1 Indennità di accompagnamento: cos’è? 2 Indennità accompagnamento: requisiti 3 Invalido…

2020 04 20 invalidità: Assegno ordinario d’invalidità
invalidità / 2020-04-20

2020 04 20 invalidità: Assegno ordinario d’invalidità Assegno ordinario d’invalidità: che cos’è, quando spetta, come si calcola, quando viene ridotto. L’assegno ordinario d’invalidità è una prestazione, riconosciuta dall’Inps, che spetta a chi possiede  un’invalidità riconosciuta, cioè una riduzione della capacità lavorativa, superiore ai 2/3. Ne hanno diritto la generalità dei lavoratori iscritti alle gestioni Inps: ad esempio, l’assegno d’invalidità spetta a chi è iscritto al fondo pensione lavoratori dipendenti, o alle gestioni speciali degli artigiani e dei commercianti, o alla gestione separata. Anche le casse dei liberi professionisti prevedono delle prestazioni legate all’invalidità degli iscritti, ma con regole diverse. L’assegno ordinario d’invalidità spetta anche a chi lavora, ma viene ridotto se il reddito prodotto supera determinate soglie di reddito. Facciamo allora il punto sull’assegno ordinario d’invalidità: come funziona, chi ne ha diritto, come si calcola. Indice 1Quali sono i requisiti per l’assegno ordinario d’invalidità? 2Come si valuta l’invalidità? 3Come si calcola l’assegno ordinario d’invalidità? 4Quando si riduce l’assegno d’invalidità? 5Quando si applica la seconda riduzione dell’assegno d’invalidità? 6Trasformazione dell’assegno d’invalidità in pensione di vecchiaia 7Revisione 1Sospensione coronavirus 8L’assegno d’invalidità è integrabile al minimo?   …… https://www.laleggepertutti.it/240691_assegno-ordinario-dinvalidita

2020 04 19 invalidità: Quali vantaggi derivano dalla condizione di invalidità?
invalidità / 2020-04-19

2020 04 19 invalidità: Quali vantaggi derivano dalla condizione di invalidità? Benefici per l’invalido: protesi e ausili, assegno d’invalidità, pensione d’inabilità, Ape sociale, pensione anticipata precoci, collocamento mirato. L’invalidità consiste nella riduzione della capacità lavorativa della persona (o della capacità di svolgere compiti e funzioni propri dell’età), derivante da un’infermità o da una menomazione. Può essere generica, se riferita alla generalità delle attività lavorativa, oppure specifica, cioè riferita a mansioni confacenti all’esperienza, alle attitudini ed alle competenze dell’interessato [1]. L’invalidità non deve essere confusa con l’handicap, che è la condizione di svantaggio sociale derivante da un’infermità o una menomazione; nello specifico, è considerato portatore di handicap chi presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale, sia stabile che progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa. La condizione d’invalidità non deve essere confusa nemmeno con la non autosufficienza, che consiste nell’impossibilità di compiere gli atti quotidiani della vita senza assistenza permanente, o nell’impossibilità permanente di camminare senza l’aiuto di un accompagnatore. In ogni caso, è bene sapere che l’invalido può essere contemporaneamente, sia portatore di handicap che non autosufficiente. Ma quali vantaggi derivano dalla condizione di invalidità? Colui che è riconosciuto invalido ha diritto a diverse agevolazioni, che…

2020 03 23 invalidità: Domande invalidità civile semplificate dal 1 aprile
invalidità / 2020-03-23

2020 03 23 invalidità: Domande invalidità civile semplificate dal 1 aprile A regime la semplificazione delle domande di indennità per invalidità civile, cecità e sordità a partire dal 1 aprile 2020. Richiesta unica Con il messaggio n. 1275 del 20 aprile l’INPS  ha comunicato che la semplificazione della presentazione delle domande di invalidità civile, cecità e sordità per i soggetti di età compresa tra i 18 e i 67 anni introdotta in forma sperimentale a dicembre 2019,   dal 1 aprile diventerà la modalità unica di trasmissione delle domande La semplificazione consiste nella possibilità di anticipare al momento della presentazione della domanda  le informazioni di natura socio-economica contenute nel modello “AP70”,  ovvero  la comunicazione di: eventuali ricoveri, svolgimento di attività lavorativa, dati reddituali, indicazione delle modalità di pagamento e della delega alla riscossione di un terzo (Quadro G) o in favore delle associazioni (Quadro H). che di norma venivano comunicate solo al termine dell’esito positivo della fase sanitaria. Questa  modalità di presentazione della domanda  diventa obbligatoria per tutti i soggetti di età compresa tra i 18 e i 67 anni, tranne che per  i casi di beneficiario ricoverato al momento della presentazione della domanda o titolare di altre prestazioni di invalidità incompatibili) . …… https://www.fiscoetasse.com/rassegna-stampa/28317-domande-invalidit-civile-semplificate-dal-1-aprile-.html?smclient=c1e4ebf8-591e-4018-8ebc-f934b6652ffc&utm_campaign=Rassegna+Giornaliera&utm_medium=email_mn_fet&utm_source=Rassegna+quotidiana+&utm_content=Rassegna+Giornaliera+2020-03-23

2020 02 28 invalidità: legge 104 e agevolazioni Iva x acquisto auto disabili 
invalidità / 2020-02-28

2020 02 28 invalidità: legge 104 e agevolazioni Iva x acquisto auto disabili Legge 104, agevolazioni IVA auto disabili: basta avere l’accompagnamento Legge 104, agevolazioni IVA auto disabili: basta l’indennità di accompagnamento per beneficiarne. A fornire chiarimenti è l’Agenzia delle Entrate, con la risposta all’interpello n. 79 del 27 febbraio 2020. Legge 104, le agevolazioni IVA disabili per l’acquisto dell’auto sono riconosciute a chi percepisce l’indennità di accompagnamento, anche qualora il verbale dell’INPS disponga in senso contrario. …………   https://www.informazionefiscale.it/legge-104-agevolazioni-IVA-auto-disabili-invalidita-accompagnamento

2018 05 08 invalidità – modalità accesso indennità accompagnamento MSG INPS 1930
invalidità / 2018-05-08

invalidità – modalità accesso indennità accompagnamento MSG INPS 1930 2018 05 08   INPS – Messaggio 08 maggio 2018, n. 1930 – Semplificazione delle modalità di accesso all’indennità di accompagnamento per soggetti ultrasessantacinquenni – Legge 11 febbraio 1980, n. 18, e articolo 1, comma 3, della legge 21 novembre 1988, n. 508. INPS – Messaggio 08 maggio 2018, n. 1930. Semplificazione delle modalità di accesso all’indennità di accompagnamento per soggetti ultrasessantacinquenni – Legge 11 febbraio 1980, n. 18, e articolo 1, comma 3, della legge 21 novembre 1988, n. 508. Nel quadro delle attività di semplificazione degli adempimenti sanitari e amministrativi relativi alla concessione dei benefici di invalidità civile sono state avviate azioni di reingegnerizzazione delle fasi organizzative e procedurali del procedimento di concessione dell’indennità di accompagnamento prevista dalla legge 11 febbraio 1980, n. 18, e dall’articolo 1, comma 3, della Legge 21 novembre 1988, n. 508. In particolare, l‘attività di semplificazione è rivolta ai cittadini non in età lavorativa, che presentano una domanda di invalidità civile. Per tale categoria di beneficiari è stato possibile semplificare il procedimento di concessione, con la finalità di ridurre i tempi di erogazione del beneficio, attraverso l’anticipazione dell’invio delle informazioni che di norma sono…