lavoratore autonomo tassazione compensi alla percezione Risposta 512 Ag e 2019 12 11

lavoratore autonomo tassazione compensi alla percezione Risposta 512 Ag e 2019 12 11 Agenzia delle entrate Risposta ad interpello 11 dicembre 2019, n. 512 Trattamento fiscale, ai fini delle imposte sul reddito, dei compensi per attività di lavoro autonomo professionale fatturati in un periodo di imposta precedente a quello di effettiva percezione, in cui il percipiente non è più fiscalmente residente in Italia. (Pubblicato sul sito web dell’Agenzia) Risposta ad interpello 11 dicembre 2019, n. 512 Direzione Centrale Persone fisiche, lavoratori autonomi ed enti non commerciali Oggetto: Trattamento fiscale, ai fini delle imposte sul reddito, dei compensi per attività di lavoro autonomo professionale fatturati in un periodo di imposta precedente a quello di effettiva percezione, in cui il percipiente non è più fiscalmente residente in Italia Con l’istanza di interpello specificata in oggetto, e’ stato esposto il seguente QUESITO L’istante riferisce di aver svolto in Italia attività di consulenza nel campo delle tecnologie informatiche, come lavoratore autonomo, e che per lo svolgimento di tale attività, nel 2016, ha richiesto l’attribuzione di un numero di partita IVA. L’istante dichiara che, nel mese di febbraio 2019, si è trasferito in Spagna, dove è stato assunto come lavoratore dipendente e ha ivi stabilito…

Inps – lavoro autonomo non imprenditoriale – Inps Circ. 60 2018 05 11 
cococo , inps , lavoratore autonomo / 2018-05-11

Inps – lavoro autonomo non imprenditoriale – Inps Circ. 60 2018 05 11 La legge 22 maggio 2017, n. 81, recante “Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l’articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato”, disciplina al Capo I, dall’articolo 1 all’articolo 17, la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale. In questa legge è disciplinato ex novo l’utilizzo delle prestazioni d’opera di cui all’articolo 2222 c.c., sia sotto forma di prestazione occasionale sia di collaborazione coordinata e continuativa etero-organizzata sia di titolare di partita IVA. Il legislatore ha previsto per i lavoratori interessati “un sistema di diritti e di welfare moderno capace di sostenere il loro presente e tutelare il loro futuro”, come sottolineato nella Relazione di presentazione del D.D.L. n. 2233 al Senato. 2018 05 11 lavoro aut non imprend Inps Circ 69