litisconsorzio necessario no per impresa familiare 2018 01 17
litisconsorzio / 2018-01-20

2018 01 17 litisconsorzio necessario no per impresa familiare Nessun litisconsorzio necessario all’interno dell’impresa familiare. I “parenti stretti” che coadiuvano nell’attività dell’azienda sono meri collaboratori privi di contitolarità, per cui i loro compensi devono essere qualificati come redditi di puro lavoro. La natura individuale dell’impresa, la posizione dei familiari che prestano il loro apporto sul piano lavorativo, nonché la circostanza che l’accertamento tributario non estende i suoi effetti alle quote di partecipazione dei collaboratori, escludono il litisconsorzio necessario tra il titolare dell’impresa e i familiari. Lo ha precisato la sezione tributaria della Corte di cassazione con l’ordinanza n. 30842 dello scorso 22 dicembre. I giudici di legittimità hanno respinto il ricorso proposto da una contribuente, alla quale l’ufficio aveva contestato una vera e propria attività di compravendita di auto usate e non di semplice intermediazione, con conseguente ricalcolo delle imposte dovute. La vicenda processuale Il fatto ha origine dall’avviso di accertamento emesso nei confronti di una contribuente esercente l’attività di intermediazione nel commercio di auto usate, con il quale venivano contestate maggiori imposte per omessa rilevazione di costi e rimanenze iniziali, oltre che per mancata contabilizzazione di ricavi. I giudici di primo grado e quelli del gravame confermavano l’operato dell’Amministrazione,…