obbligazioni – acquisto con forma scritta art.23 d.lgs. 58 1998 02 24
obbligazioni / 1998-02-24

1998 02 24 obbligazioni acquisto con contratto scritto art.23 d.lgs. 58/1998 L’art. 23 del Dlgs 24/2/1998, n. 58, prevede il requisito della forma scritta del contratto-quadro relativo ai servizi di investimento. In pratica, nel caso in cui un cliente decida di investire una determinata somma nell’acquisto di obbligazioni (per esempio), è necessario che la banca rediga per iscritto un contratto relativo alla prestazione dei servizi di investimento e glielo consegni. Questo obbligo è posto a tutela del cliente che rappresenta la parte debole del rapporto contrattuale e che deve essere informato prima di firmare e conoscere con certezza le condizioni che regoleranno il rapporto. In mancanza di forma scritta il contratto quadro deve ritenersi nullo. Nel caso in cui il contratto quadro in forma scritta esista ma non sia stato sottoscritto da una delle due o da entrambe le parti, la Cassazione SS.UU. – sentenza n.898 del 16/01/2018, ha riconosciuto la validità di un contratto quadro anche se non presenta la sottoscrizione da parte della banca. ^^ D.Lgs. 24.02.1998, n. 58 – G.U. del 26.03.1998, n. 71 – Testo unico delle disposizioni in materia di intermediazione finanziaria, ai sensi degli articoli 8 e 21 della legge 06.02.1996, n. 52 Articolo 23 (Contratti) 1. I contratti relativi alla prestazione dei…