oneri detraibili – guida dich redd 2016 – spese laserterapia – 2018 05 17 

oneri detraibili – guida dich redd 2016 – spese laserterapia – 2018 05 17 Detraibilità spese di laserterapia Le spese sostenute per sedute di laserterapia sono detraibili? Mirko C. Nell’ambito delle spese sanitarie per le quali si ha diritto alla detrazione Irpef del 19%, limitatamente all’ammontare che eccede la franchigia di 129,11 euro (articolo 15, comma 1, lettera c, Tuir), rientrano anche quelle sostenute per l’assistenza infermieristica e riabilitativa, incluse le spese per laserterapia (circolare n. 7/E del 4 aprile 2017, pagina 20). La spesa deve essere documentata mediante ricevuta fiscale o fattura, anche in forma di ticket se la prestazione è resa nell’ambito del Servizio sanitario nazionale (in quest’ultimo caso, la detrazione compete per l’importo del ticket pagato). Se la fattura è rilasciata da un soggetto diverso da quello che ha effettuato la prestazione, è necessario munirsi di un’attestazione dalla quale risulti che la prestazione stessa è stata eseguita direttamente da personale medico o paramedico o comunque sotto il suo controllo (circolare 7/E del 4 aprile 2017, pagina 30). risponde Gennaro Napolitano –  pubblicato Giovedì 17 Maggio 2018 http://www.fiscooggi.it/posta/detraibilita-spese-laserterapia 2017 04 04 oneri detraibili guida circ 7 pag.20 e 30 OGGETTO: Guida alla dichiarazione dei redditi delle persone fisiche relativa all’anno d’imposta…

oneri detraibili – spese mediche all’estero – 2018 05 10 
oneri detraibili / 2018-05-10

oneri detraibili – spese mediche all’estero – 2018 05 10   Soggiorno all’estero per motivi di salute Tra le spese mediche detraibili sono ricomprese anche quelle sostenute per il trasferimento e per il soggiorno all’estero dovuto a motivi di salute? S.A. In linea generale, le spese mediche sostenute all’estero sono soggette allo stesso regime previsto per quelle analoghe sostenute in Italia. Tuttavia, le spese relative al trasferimento e al soggiorno all’estero, sia pure per motivi di salute, non possono essere incluse tra quelle che danno diritto alla detrazione Irpef prevista dal Tuir, in quanto non sono spese sanitarie (circolare n. 122 del 1° giugno 1999, paragrafo 1.1.10). risponde Gennaro Napolitano  pubblicato Giovedì 10 Maggio 2018 http://www.fiscooggi.it/posta/soggiorno-all-estero-motivi-salute

oneri detraibili – acquisto apparecchio acustico 2018 05 09 

oneri detraibili – acquisto apparecchio acustico 2018 05 09   Detraibilità acquisto apparecchio acustico È detraibile la spesa sostenuta per l’acquisto di un apparecchio acustico? Vincenzo Lumenti Un apparecchio acustico rientra nella categoria dei dispositivi medici. Le spese sostenute per il loro acquisto sono detraibili a determinate condizioni. Innanzitutto, è necessario che dallo scontrino fiscale (o dalla fattura) risulti chiaramente la descrizione del prodotto e il soggetto che sostiene la spesa. Peraltro, la natura del dispositivo medico può essere identificata anche mediante la codifica utilizzata per la trasmissione dei dati al Sistema tessera sanitaria: (AD – spese relative all’acquisto o affitto di dispositivi medici con marcatura Ce). Di conseguenza, ai fini della detrazione, non è valido lo scontrino fiscale (o la fattura) su cui è riportata solo l’indicazione “dispositivo medico” (circolare n. 20/E del 13 maggio 2011, paragrafo 5.16). Per consentire l’individuazione dei prodotti che rispondono alla definizione di dispositivo medico, alla circolare n. 20/2011 è allegato un elenco dei dispositivi medici di uso più comune. Per quelli compresi nell’elenco, come gli apparecchi acustici, non è necessario verificare che gli stessi risultino nella categoria di prodotti che rientrano nella definizione di dispositivi medici detraibili ed è, quindi, sufficiente conservare la sola…

oneri detraibili – spese palestra 2018 04 30 
oneri detraibili / 2018-04-30

oneri detraibili – spese palestra 2018 04 30   Spese per frequentare una palestra Sulla base di un certificato del mio medico mi sono iscritto in palestra per fare ginnastica finalizzata alla cura di una patologia. Posso detrarre la spesa? Antonio B. Anche se accompagnata da un certificato medico che prescriva una specifica attività motoria, la spesa sostenuta per l’iscrizione a una palestra non può essere considerata come una spesa sanitaria detraibile. Questa attività, infatti, anche se svolta a scopo di prevenzione o terapeutico, deve essere inquadrata in un generico ambito salutistico di cura del corpo e non può essere riconducibile a un trattamento sanitario qualificato (circolare n. 19/E del 1° giugno 2012, paragrafo 2.3). risponde Gennaro Napolitano  pubblicato Lunedì 30 Aprile 2018 http://www.fiscooggi.it/posta/spese-frequentare-palestra

oneri detraibili – dichiarazione dei redditi – art. 15 dpr 917/86 2018 04 13 

oneri detraibili – dichiarazione dei redditi – art. 15 dpr 917/86 2018 04 13 Art. 15, dpr 917/86 (Detrazioni per oneri) – Testo in vigore dal: 1-1-2018 – Dall’imposta lorda si detrae un importo pari al 22 per cento dei seguenti oneri sostenuti dal contribuente, se non deducibili nella determinazione dei singoli redditi che concorrono a formare il reddito complessivo: a) gli interessi passivi e relativi oneri accessori, nonche’ le quote di rivalutazione dipendenti da clausole di indicizzazione, pagati a soggetti residenti nel territorio dello Stato o di uno Stato membro della Comunita’ europea ovvero a stabili organizzazioni nel territorio dello Stato di soggetti non residenti in dipendenza di prestiti o mutui agrari di ogni specie, nei limiti dei redditi dei terreni dichiarati; b) gli interessi passivi, e relativi oneri accessori, nonche’ le quote di rivalutazione dipendenti da clausole di indicizzazione pagati a soggetti residenti nel territorio dello Stato o di uno Stato membro della Comunita’ europea ovvero a stabili organizzazioni nel territorio dello Stato di soggetti non residenti in dipendenza di mutui garantiti da ipoteca su immobili contratti per l’acquisto dell’unita’ immobiliare da adibire ad abitazione principale entro un anno dall’acquisto stesso, per un importo non superiore a 4.000…

oneri detraibili – spese sanitarie e veterinarie 2018 04 09
oneri detraibili / 2018-04-09

oneri detraibili – spese sanitarie e veterinarie 2018 04 09 Spese sanitarie e veterinarie: importanti novità sulla rettifica. A partire dal 16 aprile, le dichiarazioni dei redditi precompilate saranno a disposizione degli interessati che, pertanto, potranno già controllare la correttezza dei dati inseriti. Per elaborare la dichiarazione dei redditi precompilata, l’Agenzia delle entrate accede, con le dovute precauzioni relative alla privacy, interfacciandosi con il Sistema tessera sanitaria attraverso i servizi di cooperazione applicativa ai dati delle spese sanitarie (naturalmente quelle per le quali l’assistito non ha manifestato l’opposizione) e delle spese veterinarie (e degli eventuali rimborsi). Mediante una serie di scambi di informazioni con il sistema Ts, quindi, l’Agenzia mette a disposizione del contribuente il totale complessivo delle spese agevolabili, comprese quelle sostenute per i familiari a carico, al netto dei relativi rimborsi. I dati forniti dal sistema Tessera sanitaria sono quelli relativi, a seconda dei casi, alle ricevute di pagamento, alle fatture e agli scontrini fiscali relativi alle spese sanitarie e alle spese veterinarie sostenute dal contribuente e ai rimborsi erogati. I contribuenti, a loro volta, possono consultare e successivamente rettificare, modificare o integrare i dati di dettaglio relativi alle spese sanitarie e veterinarie inserite nella dichiarazione precompilata. Tanto premesso,…

oneri detraibili – spese x accesso universita 2018 04 06
oneri detraibili / 2018-04-06

oneri detraibili – spese x accesso universita 2018 04 06 Detrazione spese test accesso università Le spese sostenute per la partecipazione ai test di accesso ai corsi di laurea sono detraibili? Omar Monda La detrazione Irpef del 19% per le spese di istruzione universitaria (articolo 15, comma 1, lettera e, Tuir) spetta anche in relazione al contributo versato per poter partecipare alla prova di selezione eventualmente prevista dalla facoltà alla quale lo studente intende iscriversi, in quanto, laddove richiesto dall’ordinamento universitario, lo svolgimento della prova costituisce una condizione indispensabile per l’accesso a corsi di istruzione (risoluzione n. 87/E dell’11 marzo 2008). risponde Gennaro Napolitano  pubblicato Venerdì 6 Aprile 2018 http://www.fiscooggi.it/posta/detrazione-spese-test-accesso-universita 2008 03 11 oneri detraibili spese x accesso universita ris 87

oneri detraibili – spese x disturbo apprendimento 2018 04 06 
oneri detraibili / 2018-04-06

oneri detraibili – spese x disturbo apprendimento 2018 04 06 Disturbi specifici di apprendimento: le regole attuative della detrazione. L’Agenzia delle entrate definisce l’oggetto e i requisiti per il riconoscimento del beneficio e indica quali sono gli strumenti compensativi e i sussidi tecnici e informatici agevolati. L’Agenzia delle entrate, con il provvedimento 6 aprile 2018, ha definito le modalità attuative della nuova detrazione Irpef relativa alle spese sostenute dai soggetti con diagnosi di disturbo specifico dell’apprendimento (Dsa). La legge di bilancio 2018 È stata l’ultima legge di bilancio a introdurre, a partire dal 2018, a favore di minori o di maggiorenni con diagnosi Dsa, fino al completamento della scuola secondaria di secondo grado, una detrazione Irpef del 19% delle spese sostenute per l’acquisto di strumenti compensativi e di sussidi tecnici e informatici, necessari all’apprendimento, nonché per l’uso di strumenti compensativi che favoriscano la comunicazione verbale e che assicurino ritmi graduali di apprendimento delle lingue straniere (cfr articolo 1, commi da 665 a 667, legge 205/2017 e nuova lettera e-ter, articolo 15, comma 1, Tuir – vedi “Disturbi specifici di apprendimento: istituita una nuova detrazione Irpef”). La detrazione spetta anche se le spese sono sostenute nell’interesse di familiari (con diagnosi Dsa) fiscalmente a carico. Si ricorda che…

oneri detraibili – spese università non statali 2018 03 19
oneri detraibili / 2018-03-19

oneri detraibili – spese università non statali 2018 03 19 Università non statali: dal Miur i limiti di detraibilità per il 2017. Le soglie, definite in base ad area disciplinare e geografica, confermano quelle dei due anni precedenti. I contribuenti dovranno tenerne conto in occasione delle prossime dichiarazioni. Pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale di sabato, il decreto 28 dicembre 2017 del ministero dell’Istruzione, che fissa gli importi massimi detraibili nella dichiarazione dei redditi 2018, relativi alle tasse e ai contributi versati nel 2017, per le iscrizioni ad atenei non statali. Il provvedimento è stato adottata in base all’articolo 15, comma 1, lettera e, Tuir, che prevede la detrazione Irpef del 19% delle spese sostenute “per la frequenza di corsi di istruzione universitaria presso università statali e non statali, in misura non superiore, per le università non statali, a quella stabilita annualmente per ciascuna facoltà con decreto del ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca (Miur) da emanare entro il 31 dicembre, tenendo conto degli importi medi delle tasse e contributi dovuti alle università statali” e considerando la disciplina e dell’area geografica. In particolare, i limiti di detraibilità si riferiscono alle spese (tasse e contributi) sostenute per la frequenza di corsi di laurea breve, magistrale…

oneri detraibili sostenuti per soggetti con DSA (disturbo specifico apprendimento) 2018 03 08
oneri detraibili / 2018-03-09

oneri detraibili sostenuti per soggetti con DSA 2018 03 08 Detrazione Irpef per persone con Dsa (Disturbo Specifico Apprendimento) A partire da quale anno è possibile detrarre le spese sostenute per l’acquisto di sussidi informatici e strumenti compensativi per i ragazzi con Dsa? Fiorenzo F. La legge di bilancio 2018 ha previsto un’agevolazione per gli studenti con disturbo specifico dell’apprendimento (Dsa), introducendo all’interno del Tuir una nuova ipotesi di detrazione Irpef (articolo 1, commi da 665 a 667, legge 205/2017). La detrazione è pari al 19% delle “spese sostenute in favore dei minori o dei maggiorenni, con diagnosi di disturbo specifico dell’apprendimento (Dsa) fino al completamento della scuola secondaria di secondo grado, per l’acquisto di strumenti compensativi e di sussidi tecnici e informatici, di cui alla legge 8 ottobre 2010, n. 170, necessari all’apprendimento, nonché per l’uso di strumenti compensativi che favoriscano la comunicazione verbale e che assicurino ritmi graduali di apprendimento delle lingue straniere, in presenza di un certificato medico che attesti il collegamento funzionale tra i sussidi e gli strumenti acquistati e il tipo di disturbo dell’apprendimento diagnosticato” (nuova lettera e-ter, dell’articolo 15). La nuova detrazione d’imposta spetta anche per le spese sostenute nell’interesse dei familiari fiscalmente a carico e…