2020 05 09 revisori legali: continuità aziendale: problema misurazione nei bilanci 2019 e 2020.

2020 05 09 revisori legali: continuità aziendale: problema misurazione nei bilanci 2019 e 2020. Appunti webinar di Prof. Brancozzi Simone Art. 2423-bis c.c. (R.D. 16.03.1942 n.262) (( (Principi di redazione del bilancio).)) comma 1. ((Nella redazione del bilancio devono essere osservati i seguenti principi: 1) la valutazione delle voci deve essere fatta secondo prudenza e nella prospettiva della continuazione dell’attivita’; 2) si possono indicare esclusivamente gli utili realizzati alla data di chiusura dell’esercizio; 3) si deve tener conto dei proventi e degli oneri di competenza dell’esercizio, indipendentemente dalla data dell’incasso o del pagamento; 4) si deve tener conto dei rischi e delle perdite di competenza dell’esercizio, anche se conosciuti dopo la chiusura di questo; 5) gli elementi eterogenei ricompresi nelle singole voci devono essere valutati separatamente; 6) i criteri di valutazione non possono essere modificati da un esercizio all’altro. Deroghe al principio enunciato nel numero 6) del comma precedente sono consentite in casi eccezionali. La nota integrativa deve motivare la deroga e indicarne l’influenza sulla rappresentazione della situazione patrimoniale e finanziaria e del risultato economico.)) La “partita doppia” di Frate Luca Pacioli, tra ragioneria, studio e disegno. La valutazione della continuità aziendale si può fare guadando al futuro, non serve…

2020 04 20 revisori, ritenute: verifica versamento ritenute e contributi 

2020 04 20 revisori, ritenute: verifica versamento ritenute e contributi “Verifica del versamento delle ritenute fiscali e dei contributi nell’ambito dei contratti di appalto o di prestazione di opere e servizi” – Articolo 4 del decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124 convertito con Legge del 19 dicembre 2019, n. 157 Indice Premessa ………………………………………………………………………………………………………………………………………………………. 4 1. Scopo del documento ………………………………………………………………………………………………………………………………….. 5 2. Norme di riferimento …………………………………………………………………………………………………………………………………….. 5 3. Il testo di legge ……………………………………………………………………………………………………………………………………………. 6 4. Ambito di applicazione …………………………………………………………………………………………………………………………………. 7 5. Obblighi per l’impresa appaltatrice, affidataria o subappaltatrice ………………………………………………………………………… 8 6. Obblighi per il committente ……………………………………………………………………………………………………………………………. 9 7. Sospensione del pagamento dei corrispettivi in caso di inadempienza dell’impresa appaltatrice …………………………… 10 8. Sanzioni in capo al committente…………………………………………………………………………………………………………………… 10 9. Limiti alla facoltà di utilizzo dell’istituto della compensazione……………………………………………………………………………. 10 10. Esclusione dagli obblighi previsti dalla norma ………………………………………………………………………………………………. 11 11. Decorrenza degli obblighi ………………………………………………………………………………………………………………………….. 11 12. Modifiche in ambito di inversione contabile. …………………………………………………………………………………………………. 11 Allegato 1 …………………………………………………………………………………………………………………………………………………….. 13 Allegato 2 …………………………………………………………………………………………………………………………………………………….. 16 2020 04 20 verif versam rit appalti_doc CNDCEC M

2020 04 20 revisori: coronavirus e continuità aziendale

2020 04 20 revisori: coronavirus e continuità aziendale L’IMPATTO DELL’EMERGENZA SANITARIA SULLA CONTINUITÀ AZIENDALE E SULL’APPLICAZIONE DEI PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI Sommario Premessa …………………………………………………………………………………………………………………… 3 1. Oggetto e finalità ……………………………………………………………………………………………………. 5 2. Introduzione ………………………………………………………………………………………………………….. 6 3. I bilanci relativi all’esercizio 2019 ……………………………………………………………………………… 8 4. I bilanci relativi all’esercizio 2020 e i bilanci infra annuali ………………………………………….. 10 5. L’approccio all’impairment e alla rideterminazione dei valori per i bilanci relativi all’esercizio 2020 ………………………………………………………………………………………………….. 11 6. Il codice della crisi e dell’insolvenza e il ruolo del bilancio …………………………………………. 11 2020 04 20 coronavirus e continuità aziendale

2020 04 20 revisori legali: obblighi formazione sospesi
revisori imprese / 2020-04-20

2020 04 20 revisori legali: obblighi formazione sospesi CNDCEC, obblighi formazione sospesi L’informativa del CNDCEC 26/2020 prevede la proroga al 30.09.2020 (termine utile entro cui conseguire i crediti formativi richiesti) per l’assolvimento dell’obbligo formativo relativo al triennio 2017–2019. La proroga viene concessa per il solo conseguimento dei crediti ordinari “non utili per la revisione legale” (in tale ambito sono ricompresi anche i crediti obbligatori di cui all’art. 5, c. 2 e art. 6, c. 1, del Regolamento Fpc). I crediti formativi associati ai codici materie caratterizzanti o non caratterizzanti la revisione legale, acquisiti nel 1° semestre 2020, non sono validi per il computo dei crediti necessari all’adempimento dell’obbligo formativo 2017-2019 di cui all’informativa citata.  

2020 04 15 revisori e amministratori: perdite societarie, limiti Covid alle responsabilità 

2020 04 16 revisori e amministratori: perdite societarie, limiti Covid alle responsabilità L’art. 6, D.L. 23/2020 elimina fino al 31.12.2020 la responsabilità patrimoniale in capo agli amministratori e ai sindaci di società che si asterranno dal porla in liquidazione, in presenza di uno dei relativi requisiti. La gestione della società potrà pertanto essere diretta con modalità ordinarie e non sulla base di criteri conservativi del patrimonio. Inoltre, sono sterilizzati gli articoli del codice civile che per le SRL e SPA impongono agli amministratori la ricapitalizzazione della società, in presenza della realizzazione di perdite. La misura dovrebbe essere riferita sia ai bilanci chiusi anteriormente al 31.12, sia ai bilanci relativi all’esercizio solare 2020 chiusi entro il 31.12, anche se approvati nei primi mesi del 2021. Nessuna disposizione ha derogato alla normativa penale fallimentare. L’art.6 D.L. 8 aprile 2020, n. 23 (Disposizioni temporanee in materia di riduzione del capitale), in vigore dal 09-04-2020, al 1^ comma dispone: A decorrere dalla data di entrata in vigore del presente decreto e fino alla data del 31 dicembre 2020 per le fattispecie verificatesi nel corso degli esercizi chiusi entro la predetta data non si applicano gli articoli 2446, commi secondo e terzo, 2447, 2482-bis, commi…

2020 04 15 coronavirus e formazione a distanza

2020 04 15 coronavirus e formazione a distanza La formazione a distanza come risoluzione operativa per i commercialisti COMMERCIALISTI Abstract Che cosa accade e cosa fare in un momento di emergenza sanitaria in cui l’esercizio della professione dei Dottori Commercialisti acquisisce nuovi spazi d’intervento in termini di tempi e di strategie da mettere in atto. Poiché, per “curare” l’Italia non si può trascurare la formazione quale punto d’incontro tra problematiche da affrontare e risoluzioni concrete da adottare. What happens and what to do in a time of health emergency in which the practice of the profession of Chartered Accountants acquires new fields of intervention in terms of times and strategies to be implemented. In fact, to “cure” Italy, training cannot be neglected as a common ground between problems to face and real resolutions to adopt. Indice: Emergenza sanitaria e formazione La soluzione da mettere in atto: la formazione a distanza Scopi e obiettivi Emergenza sanitaria e formazione L’Emergenza sanitaria da nuovo Coronavirus va contrastata anche preparandosi con una formazione a distanza adeguata. L’epidemia causata da coronavirus-19 obbliga a rivedere la formazione anche dei professionisti. Vedi la Circolare rilasciata dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili che prevede il rinvio degli eventi…

2020 03 18 coronavirus: In nota integrativa gli effetti sul bilancio del covid-19.

2020 03 18 coronavirus: In nota integrativa gli effetti sul bilancio del covid-19. L’impatto dell’epidemia da Covid-19 nell’informativa di bilancio tra principi contabili nazionali ed internazionali. di Federico Migliorini In Nota Integrativa devono essere riportati gli effetti dell’emergenza Covid-19 per le imprese. Si tratta di attività intervenute dopo la chiusura dell’esercizio che devono, comunque, essere presenti nell’informativa di bilancio. Tutte le società di capitali, sia quotate che non quotate, sono chiamate a fornire in Nota Integrativa dei bilanci 2019, gli effetti economici causati dall’emergenza Covid-19. Questo è quanto prevedono, congiuntamente, i principi contabili nazionali (OIC) e quelli internazionali (IAS). ………. https://fiscomania.com/in-nota-integrativa-covid-19/?utm_source=newsletter&utm_medium=email&utm_campaign=fiscomaniacom_newsletter&utm_term=2020-03-18

2020 03 18 coronavirus e bilanci 2019: impatti del Covid-19 sui bilanci e sulla loro revisione

2020 03 18 coronavirus e bilanci 2019: impatti del Covid-19 sui bilanci e sulla loro revisione Approvazione del bilancio entro 180 giorni per tutti, rilevazione dell’emergenza sanitaria nella nota integrativa o relazione di gestione: gli obblighi dei sindaci e revisori L’emergenza sanitaria che sta vivendo il nostro paese ha forti riflessi sulla finanza, ma soprattutto sulla economia reale. Le misure restrittive prese via via con sempre maggior vigore dai governi nazionali degli Stati Europei ed extra-europei sta ridisegnando il calendario fiscale del nostro paese che, con un primo decreto, denominato “Cura Italia” (D.L. 17/3/2020 N. 18 pubblicato in GU n.161 lo stesso giorno), pone in essere i primi interventi dello Stato a tutela di imprese e famiglie, immettendo liquidità nel sistema paese. L’emergenza quindi tocca direttamente le imprese, asse portante della economia reale, e indirettamente anche chi deve redigerne e controllare i bilanci di esercizio. È innegabile quindi che ci siano impatti sia sul bilancio chiuso al 31.12.2019 che sul bilancio relativo all’anno 2020. Le nuove scadenze per l’approvazione del bilancio 2019 ……. https://www.larevisionelegale.it/2020/03/18/gli-impatti-del-covid-19-sui-bilanci-e-sulla-loro-revisione-una-prima-analisi/

2020 03 18 coronavirus come indicatore di allerta

2020 03 18 coronavirus come indicatore di allerta Coronavirus come indicatore di allerta L’andamento dei primi mesi del 2020 in molte situazioni potrebbe far scattare le norme che impongono azioni immediate in caso di riduzione del capitale per oltre 1/3 (artt. 2446 e 2482-bis) o al di sotto del minimo legale (articoli 2447 e 2482-ter). Gli indicatori finanziari possono essere utili a valutare il “going concern”. Considerate anche le nuove responsabilità, la valutazione più urgente che amministratori, sindaci e revisori devono fare riguarda la presenza degli elementi che consentono la continuità aziendale. Dal punto di vista tecnico, è utile fare riferimento agli indici previsti dal principio di revisione 570. Alcuni indicatori che potrebbero essere influenzati dall’epidemia sono: situazione di deficit patrimoniale o di capitale circolante netto negativo; bilanci prospettici che mostrano flussi di cassa negativi; principali indici economico-finanziari negativi; incapacità di ottenere finanziamenti per lo sviluppo di nuovi prodotti o per investimenti necessari; eventi catastrofici contro cui non è stata stipulata una polizza assicurativa o contro cui è stata stipulata una polizza con massimali insufficienti. ……….. https://www.ratioquotidiano.it/circolare-abbonato/139593/ratio-quotidiano-del-18-03-2020

2020 03 11 revisori. Nomina entro aprile
revisori imprese / 2020-03-11

2020 03 11 revisori. Nomina entro aprile Sulla G.U. del 29.02.2020 è stato pubblicato il testo del D.L. 30.12.2019, n. 162, più noto come “Milleproroghe”, coordinato con la legge di conversione 28.02.2020, n. 8, recante “Disposizioni urgenti in materia di proroga di termini legislativi, di organizzazione delle pubbliche amministrazioni, nonché di innovazione tecnologica”. Tra i vari slittamenti vi è quella relativa alla nomina dei revisori previsti dal D.Lgs. 14/2019 (Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza), che prevedeva l’obbligo di mettersi in regola per le società entro la scadenza del 16.12.2019. Entro detto termine, le società a responsabilità limitata e le società cooperative avrebbero dovuto assolvere alla nomina del revisore o degli organi di controllo (art. 8, c. 6-sexies). Obbligate alla nomina dell’organo di revisione contabile sono tutte quelle società che evidenziano i seguenti requisiti: a) sono tenute alla redazione del bilancio consolidato; b) hanno il controllo di una società obbligata alla revisione legale dei conti; c) hanno superato, per 2 esercizi consecutivi, uno dei seguenti limiti: totale dell’attivo dello stato patrimoniale: 4 milioni di euro; ricavi delle vendite e delle prestazioni: 4 milioni di euro; dipendenti occupati in media durante l’esercizio: 20 unità. L’obbligo di nomina dell’organo di controllo o del revisore cessa quando per 3…