ritenute – omesso versamento e responsabilità degli amministratori 2018 03 19 

ritenute – omesso versamento e responsabilità degli amministratori 2018 03 19 Amministratore sempre responsabile: anche se la ritenuta non versata non era di sua “competenza”. Legittimo quindi il sequestro effettuato nei confronti dei membri del CdA di una società. ——– CORTE DI CASSAZIONE – SENTENZA DEL 23 GENNAIO 2018, N. 2741 Ritenuto in fatto I sigg.ri T.A., T.F. e T.R. ricorrono per l’annullamento dell’ordinanza del 25/05/2017 del Tribunale di Lecco che, in accoglimento dell’appello cautelare del pubblico ministero e sulla ritenuta sussistenza indiziaria del reato di cui all’art. 10-bis, d.lgs. n. 74 del 2000, loro ascritto perché, quali componenti del consiglio di amministrazione, avevano omesso il versamento delle ritenute operate sulle retribuzioni corrisposte ai lavoratori dipendenti della società «S. S.r.l.» per un ammontare complessivo di € 168.839,62 nell’anno di imposta 2014, ha disposto il sequestro preventivo, finalizzato alla confisca, di beni in loro disponibilità per un ammontare corrispondente al profitto del reato. 1.1. Con il primo motivo eccepiscono l’erronea applicazione degli artt. 10-bis, d.lgs. n. 74 del 2000, 40, cod. pen., 27, Cost.. Lamentano, in particolare, l’estensione della responsabilità all’intero consiglio di amministrazione per l’omesso versamento di ritenute certificate (e sottoscritte) dal solo legale rappresentante della società. 1.2. Con il…

ritenute – omesso versamento ritenute previdenziali e soglia punibilità 2018 03 07
reati tributari , ritenute / 2018-03-07

ritenute – omesso versamento ritenute previdenziali e soglia punibilità 2018 03 07 Omesso versamento delle ritenute previdenziali e soglia di punibilità. La Corte di Cassazione, SS.UU. Penali, con la sentenza n. 10424 del 7 marzo 2018 ha affermato il seguente principio di diritto: “In tema di omesso versamento delle ritenute previdenziali ed assistenziali operate dal datore di lavoro sulle retribuzioni dei dipendenti, l’importo complessivo superiore ad euro 10.000 annui, rilevante ai fini del raggiungimento della soglia di punibilità, deve essere individuato con riferimento alle mensilità di scadenza dei versamenti contributivi (periodo 16 gennaio-16 dicembre, relativo alle retribuzioni corrisposte, rispettivamente, nel dicembre dell’anno precedente e nel novembre dell’anno in corso)”. ^^^^^^^^^^ CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE , SENTENZA 7 marzo 2018, n.10424 – Pres. Fumo – est. Ramacci Ritenuto in fatto 1. La Corte di appello di Trieste, con sentenza del 14 luglio 2016, ha confermato la decisione con la quale, in data 5 marzo 2014, il Tribunale di Udine, aveva riconosciuto D.F.G. responsabile del reato di cui agli artt. 81 cod. pen. e 2, comma 1-bis, legge n. 638 del 1983, perché, quale legale rappresentante della DE.BI, con sede legale in (omissis) , ometteva il versamento delle ritenute previdenziali ed assistenziali operate sulle retribuzioni…

reati tributari – omesso versamento ritenute – solo se c’è dolo 2018 02 15
reati tributari , ritenute / 2018-02-15

2018 02 15 reati tributari – omesso versamento ritenute – solo se c’è dolo Non è reato il mancato versamento delle ritenute se prima l’impresa paga i dipendenti. Imprenditore assolto dal reato se privilegia il pagamento delle retribuzioni dei dipendenti non versando poi ritenute ed imposte (Corte di cassazione, sentenza n. 6737 del 12.02.2018, che accogliendo il ricorso del datore di lavoro, sembra rivedere le proprie precedenti pronuncie in materia, sia pure limitato al caso di specie). Secondo la Suprema corte, nel caso di specie è mancata la presenza del dolo, ovvero l’elemento soggettivo del reato va sempre accertato ai fini della condanna. O quanto meno non è stato ben motivato e quindi dimostrato (anche la presenza del dolo generico). Il caso ha riguardato un impresa in grave crisi che, a un certo punto, si é trovata a scegliere tra il pagamento degli stipendi dei dipendenti e quello delle ritenute, ovviamente scegliendo il primo, sulla base della disponibilità finanziaria esistente in quel dato momento (2009/2010). Quello che conta, secondo il pensiero della massima Corte è l’analisi dell’elemento soggettivo del reato. Il delitto di omesse ritenute può essere caratterizzato anche dal dolo generico, per cui, se da un lato è sufficiente…

ritenute non versate per crisi liquidità 2018 01 25

2018 01 25 ritenute non versate per crisi liquidità Ritenute non versate: la crisi di liquidità e i crediti non riscossi non giustificano l’imprenditore.   CORTE DI CASSAZIONE – SEZIONE TERZA PENALE – SENTENZA 25 GENNAIO 2018, N. 3658 Ritenuto in fatto S.O. ha proposto ricorso avverso la sentenza della Corte d’appello di Milano in data 19/01/2017 di conferma della sentenza del Tribunale di Milano in data 03/04/2014 di condanna per il reato di cui all’art. 10 bis del D. Lgs. n. 74 del 2000 perché, quale legale rappresentante della società X s.r.l., non versava, entro il termine del 20/08/2010 previsto per la presentazione della dichiarazione annuale di sostituto di imposta, ritenute risultanti dalla certificazione rilasciata ai sostituiti per l’anno 2009 per l’ammontare di euro 401.740. Con un primo motivo di ricorso lamenta la violazione dell’art. 10 bis del D. Lgs. n. 74 del 2000 nonché totale mancanza di motivazione della sentenza, limitatasi ad un generico richiamo alla sentenza di primo grado, quanto alla censura svolta con l’atto di appello in punto di sussistenza dell’elemento soggettivo del reato inteso quale rimproverabilità del fatto all’imputato. Dopo avere premesso le linee di interpretazione della giurisprudenza in ordine alla rilevanza o meno della…