spese pubblicità o di rappresentanza marchio sull’auto da corsa 2018 03 06

spese pubblicità o di rappresentanza – marchio sull’auto da corsa 2018 03 06 CASSAZIONE – sezione VI civile tributaria – Ordinanza 06/03/2018, N. 5187 Marchio sull’auto da corsa: l’aspettativa di ritorno commerciale non può essere decisiva. Denominazione sociale in bella mostra su autovetture utilizzate per corse automobilistiche. I costi sostenuti per il relativo contratto, però, non possono essere fatte rientrare in automatico fra le “spese di pubblicità”.   Secondo i giudici della Cassazione “in tema di imposte sui redditi delle persone giuridiche” il criterio discretivo tra “spese di rappresentanza e di pubblicità” sta “nella diversità, anche strategica, degli obiettivi”, poiché “costituiscono spese di rappresentanza i costi sostenuti per accrescere il prestigio e l’immagine della società e per potenziarne le possibilità di sviluppo, senza dar luogo ad una aspettativa di incremento delle vendite, mentre sono spese di pubblicità o propaganda quelle aventi come scopo preminente quello di pubblicizzare prodotti, marchi e servizi dell’impresa con una diretta finalità promozionale e di incremento delle vendite”. ^^^^^^ CORTE DI CASSAZIONE – SEZIONE SESTA CIVILE TRIBUTARIA – ORDINANZA 6 MARZO 2018, N. 5187 Fatti di causa L’Agenzia delle Entrate ricorre per la cassazione della sentenza della C.T.R. del Piemonte, n. 711/38/16, dep. il 27/5/16, che su impugnazione…