spese di sponsorizzazione – inerenza 2018 01 23

2018 01 23 spese di sponsorizzazione – inerenza Sono sempre inerenti le spese di sponsorizzazione a favore di asd. Le spese di sponsorizzazione a favore di associazioni sportive dilettantistiche che svolgono attività riconosciute dalle federazioni sportive nazionali, sono sempre inerenti, se è rispettato il limite di spesa annuo di 200mila euro e se l’attività promozionale è svolta realmente. Si tratta di costi inerenti per presunzione legale assoluta. Ad affermare questo principio è la Ctp di Reggio Emilia con la sentenza n. 310/02/2017 del 5/12/2017. Motivazioni “Nel merito l’art 90, 8^ c., L. 289/2002 introduce una presunzione legale assoluta di qualificazione, nei limiti di 200.000,00 euro, come spese di pubblicità volte alla promozione dell’immagine o dei prodotti del soggetto erogante il corrispettivo in denaro (Cass. ord. n. 7202/17, 5720/16) quindi inerenti e congrue all’esercizio dell’attività commerciale (ord.n. 21333/17);” “Non è infatti dubbio che la “norma prima citata” abbia sancito una presunzione legale di inerenza/deducibilità delle spese de quibus sino alla concorrenza di euro 200,00, qualora erogate ad associazioni sportive dilettantistiche, se: (a) il soggetto sponsorizzato sia una compagine sportiva dilettantistica; (b) sia rispettato il limite quantitativo di spesa; (c) la sponsorizzazione miri a promuovere l’immagine e i prodotti dello sponsor; (d) il soggetto sponsorizzato abbia effettivamente posto…

spese sponsorizzazione congruita e inerenza 2018 01 08

2018 01 08 presunz congruit e inerenza Presunzione di congruità e inerenza delle sponsorizzazioni. Sempre validamente consentita la deducibilità delle somme erogate a titolo di sponsorizzazione, purché mantenute entro precise soglie quantitative: tale presunzione opera o, meglio, “dovrebbe operare”, in maniera assoluta e incontestabile in quanto imposta ex lege. Nell’attuale contesto socio-economico, le prestazioni ed erogazioni a carattere promozionale ad appannaggio di enti associativi, operanti nell’ambito della diffusione dello sport a carattere dilettantistico e senza finalità di lucro, rappresentano un’importantissima (forse l’unica) fonte di finanziamento per il sostentamento e la sopravvivenza di queste realtà. Negli ultimi tempi, tuttavia, l’A.F. ha manifestato uno spiccato interesse ispettivo riguardo a operazioni di pubblicità e sponsorizzazione in favore di sodalizi sportivi (prevalentemente ASD) non aventi comunque scopi lucrativi, da parte di operatori commerciali “sostenitori” di tali forme di attività.  Gli organi di controllo si sono in particolar modo rivolti al settore dilettantistico, per individuare e contrastare eventuali fenomeni evasivi. In tale ottica, infatti, sono state operate svariate contestazioni aventi per oggetto rilievi sulla mancanza di inerenza, antieconomicità, incongruità et similia, delle spese sostenute per “finanziare” le suddette attività sportive, sino ad arrivare, nelle ipotesi controverse, alla contestazione di frodi fiscali essenzialmente basate sulla scoperta…

Spese sponsorizzazione_Inerenza 2018 01 04

2018 01 04 Spese sponsorizzazione_Inerenza È inibito il potere del Fisco di entrare nel merito dell’inerenza delle sponsorizzazioni entro il limite di 200.000 euro. Una recente sentenza della C.T.P. di Reggio Emilia (n. 310/2/2017 depositata il 5.12.2017) offre lo spunto per ritornare sul tema dibattuto dell’inerenza e della qualificazione delle spese di sponsorizzazione. I giudici emiliani hanno accolto il ricorso di una società che si era vista contestare la deducibilità dei costi di sponsorizzazione in favore di due associazioni sportive poiché la società sponsor svolgeva un’attività volta ai mercati internazionali, mentre le associazioni sponsorizzate operavano solo a livello locale e perciò non era ravvisabile – a giudizio dei verificatori – un vantaggio economico nell’operazione. Torna alla ribalta la questione se sia legittimo il potere di sindacato dell’Agenzia delle Entrate sulle scelte imprenditoriali e di contestare l’antieconomicità in relazione a contratti di sponsorizzazione. Si deve ricordare, a tal proposito, che la L. n. 289/2002 (art. 90, c. 8) ha sancito in modo chiaro e inequivocabile che è precluso al Fisco di entrare nel merito della qualificazione e dell’inerenza delle spese di sponsorizzazione, se effettuate nei confronti di associazioni sportive dilettantistiche e se l’ammontare della spesa rientra nel limite di 200.000 euro….