Titolo predefinito
usura bancaria / 2018-06-20

usura bancaria – mancanza di forma scritta – interessi ultralegali e coms Tribunale Forli In assenza della dimostrazione di accordi in forma scritta dei tassi calcolati dalla Banca si deve applicare, per il calcolo degli interessi debitori e creditori, il tasso nominale minimo e massimo, rispettivamente per le operazioni attive e per quelle passive, dei buoni ordinari del tesoro annuali emessi nei 12 mesi precedenti la conclusione del contratto o, se più favorevoli per il cliente, emessi nei dodici mesi precedenti lo svolgimento dell’operazione, ex art. 117, comma 7, lett. A Tub. La mancata previsione contrattuale della CMS comporta la non debenza delle somme ingiunte. 2018 06 20 usura banc mancanz prova scrit Trib Forli

usura bancaria – rilevanza cms – cass. s.u. 16303 2018 06 20 
usura bancaria / 2018-06-20

usura bancaria – rilevanza cms – cass. s.u. 16303 2018 06 20 E’ stata emanata la sentenza della Cassazione che stabilisce la rilevanza della CMS prima dell’entrata in vigore dell’art. 2-bis d.l. n. 185/2008 ai fini del superamento del tasso soglia dell’usura. I giudici della cassazione a ss.uu. hanno chiarito la rilevanza da dare alla CMS agli effetti del superamento del tasso soglia dell’usura prima dell’entrata in vigore dell’articolo 2-bis del D.L. 185/2008. Alla base dell’intervento della Cassazione, vi erano le opposte posizioni assunte dalla seconda sezione penale e dalla prima sezione civile della Corte di cassazione. La prima, infatti, riteneva che ai fini del superamento del tasso soglia dell’usura rilevassero tutti gli oneri che i clienti sopportano in ragione dell’uso del loro credito e, quindi, anche la CMS. Per la prima sezione civile, invece, per il periodo antecedente all’entrata in vigore dell’articolo 2-bis del D.L. 185/2008 la verifica del superamento del tasso soglia dell’usura presunta doveva prescindere dalla CMS. I giudici delle Sezioni Unite hanno affermato che, con riferimento ai rapporti svoltisi prima dell’entrata in vigore della predetta disposizione, la verifica del superamento del tasso soglia dell’usura presunta va eseguita comparando, separatamente, il tasso effettivo globale d’interesse praticato in concreto con il tasso soglia e la cms eventualmente…

usura bancaria e Arbitro Bancario Finanziario – Relazione 2017 sull’attività svolta 2018 06 08 

usura bancaria e Arbitro Bancario Finanziario – Relazione 2017 sull’attività svolta 2018 06 08 Relazione sull’attività svolta dall’Arbitro Bancario Finanziario (ABF) nel 2017 Nel 2017 l’ABF ha ricevuto circa 30.600 ricorsi (+42%); nei primi tre mesi del 2018 circa 8.000, stabili rispetto al 2017. Le regioni con maggiore “densità” di ricorsi in rapporto alla popolazione residente sono: Calabria, Campania, Sicilia. La materia quantitativamente più rilevante resta la cessione del quinto dello stipendio/pensione (73% dei ricorsi; nei primi 3 mesi del 2018 i ricorsi in questa materia si riducono e rappresentano il 63% del totale). 2018 06 08 usura e Arbitro Bancario Finanziario relazione 2017 2018 06 08 usura e ABF Relazione 2017 Appendice

usura bancaria – contratto firmato solo dal cliente – Cass. 14243 e 16362 2018 06 04
usura bancaria / 2018-06-04

usura bancaria – contratto firmato solo dal cliente – è nullo? Cass. 14243 e 16362 2018 06 04 Corte di Cassazione, sez. I Civile, ordinanza 15 maggio – 21 giugno 2018, n. 16362. Corte di Cassazione, sez. I Civile, ordinanza 28 febbraio – 4 giugno 2018, n. 14243 Principio di diritto: “nei contratti bancari, il requisito della forma scritta, posto a pena di nullità dall’art. 117, comma 3, TUB (azionabile dal solo cliente ex art. 127, comma 2, TUB), va inteso non applicando la disciplina generale sulle nullità negoziali per difetto di forma, ma in senso funzionale, avuto riguardo alla finalità di protezione del correntista assunta dalla norma, sicché tale requisito deve ritenersi rispettato ove il contratto sia redatto per iscritto e ne sia consegnata una copia al cliente, ed è sufficiente che vi sia la sottoscrizione di quest’ultimo, e non anche quella dell’istituto di credito, il cui consenso ben può desumersi alla stregua dei comportamenti concludenti dallo stesso tenuti”. Il contratto bancario non esige, dunque, la sottoscrizione del cliente per il suo valido perfezionamento. Ciò implica che la certezza della data del contratto possa essere conseguita non solo con la produzione in giudizio del documento (e cioè con le…

usura leasing – mediazione obbligatoria – Trib. Milano 2018 05 10 
usura bancaria , usura leasing / 2018-05-10

usura leasing – mediazione obbligatoria – Trib. Milano 2018 05 10 I contratti di leasing sono riconducibili alla nozione di “contratti finanziari” di cui all’art. 5, co. 1 bis, D.Lgs. 4 marzo 2010 n. 28 e, di conseguenza, anche con riferimento alle controversie aventi ad oggetto i contratti di leasing, deve considerarsi obbligatorio il tentativo di mediazione. 2018 05 10 usura leasing mediaz obbligatoria trib Mi  

usura CC – ripetizione interessi anatocistici – prescrizione – onere prova a carico banca Trib. Pavia 2018 04 21

usura CC – ripetizione interessi anatocistici – prescrizione – onere prova a carico banca Trib. Pavia 2018 04 21 L’onere della prova della pattuizione scritta delle condizioni economiche del rapporto di C/C ricade sulla Banca. Riguardo alla prescrizione su un conto pacificamente affidato, spetta alla Banca provare il limite di detto affidamento al fine di verificare quali tra le rimesse potesse avere eventuale funzione solutoria; in mancanza di detta prova l’eccezione di prescrizione andrà rigettata, in quanto le rimesse dovranno considerarsi tutte di natura ripristinatoria. 2018 04 21 usura CC ripetiz inter anatocistici trib pavia