usura nei mutui e nei C/C Omessa produz contratto finanz Mutuo gratuito Trib Vicenza 2020 02 05

usura nei mutui e nei C/C Omessa produz contratto finanz Mutuo gratuito Trib Vicenza 2020 02 05 Omessa produzione del contratto di finanziamento, nullità del negozio e azzeramento degli interessi – Tribunale Vicenza, 05 Febbraio 2020. Est. Aglaia Gandolfo. Mancanza di contratto scritto – Nullità – Usura sopravvenuta  Nel caso in cui la banca, nell’ambito di un’opposizione a decreto ingiuntivo, non produca il contratto scritto di finanziamento, sussiste la nullità assoluta del negozio e la sanzione è l’azzeramento di ogni interesse e commissione, non potendosi applicare il c.d. tasso BOT di cui al 7° comma dell’art. 117 T.U.B., che concerne le diverse ipotesi di nullità parziale per mancanza della clausola di pattuizione degli interessi in quanto assente (4° comma) o indeterminata (6° comma). Qualora l’usura si manifesti nell’ambito di un’apertura di credito in conto corrente per anticipazioni nel corso del rapporto e non risulti pattuita nel contratto, va qualificata come sopravvenuta ed è quindi irrilevante.  

usura mutui mora Si applica la maggiorazione di 2,1 Trib. Roma 2020 01 16 
usura mutui / 2020-01-16

usura mutui mora Si applica la maggiorazione di 2,1 Trib. Roma 2020 01 16 Tribunale di Roma – Sezione XVII – Sentenza del 16 gennaio 2020 (Ud. 16 gennaio 2020), n. 1032 ^^^ Tasso soglia usura: per gli interessi moratori si applica la maggiorazione del 2,1 Ai fini del verificarsi dell’usura il tasso di mora dovrà essere raffrontato con un tasso soglia determinato attraverso la maggiorazione del TEGM del 2,1%, aumentato poi della metà (da maggio 2011, il TSU per gli interessi di mora sarà determinato maggiorando il TEGM del 2,1%, aumentato poi del 25% e di ulteriori quattro punti percentuali). In questi termini si è espresso il Tribunale di Roma, sentenza 16 gennaio 2020, n. 1032. ^^^^ REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE ORDINARIO DI ROMA XVII SEZIONE CIVILE in composizione monocratica in persona del Giudice Onorario dott. Tommaso Del Litto, al termine dell’udienza di discussione orale del giorno 16.01.2020 ha pronunziato, mediante la lettura del dispositivo e delle concisa esposizione delle ragioni di fatto e diritto della decisione, ai sensi dell’art. 281 sexies c.p.c. la seguente SENTENZA nella controversia civile iscritta al n. 83094/2017 del Ruolo Generale Affari Civili Contenziosi vertente TRA (oscurato) (C.F. (oscurato) e, (oscurato)) (C.F….

usura mutui mora Clausola di salvaguardia Cass. 26286 2019 10 17 
usura mutui / 2019-10-17

usura mutui mora Clausola di salvaguardia Cass. 26286 2019 10 17 Cassazione Civile – Sezione III – Sentenza 17 ottobre 2019, n. 26286 – Usura, interessi moratori e clausola di salvaguardia: il punto della Cassazione. “In tema di rapporti bancari, l’inserimento di una clausola “di salvaguardia”, in forza della quale l’eventuale fluttuazione del saggio di interessi convenzionale dovrà essere comunque mantenuta entro i limiti del c.d. “tasso soglia” antiusura previsto dall’art. 2, comma 4, della legge n. 108 del 1996, trasforma il divieto legale di pattuire interessi usurari nell’oggetto di una specifica obbligazione contrattuale a carico della banca, consistente nell’impegno di non applicare mai, per tutta la durata del rapporto, interessi in misura superiore a quella massima consentita dalla legge. Conseguentemente, in caso di contestazione, spetterà alla banca, secondo le regole della responsabilità ex contractu, l’onere della prova di aver regolarmente adempiuto all’impegno assunto”. ^^^^ massime Nei rapporti bancari, gli intererssi convenzionali di mora, al pari di quelli corrispettivi, sono soggetti all’applicazione della normativa antiusura, con la conseguenza che, laddove la loro misura oltrepassi il c.d. “tasso soglia” previsto dall’art. 2 della il n. 108 del 1996, si configura la cosiddetta usura “oggettiva” che determina la nullità della clausola ai sensi…

usura mora e interessi corrispettivi Clausola di salvaguardia Cass. 26286 del 2019 01 15 
usura mutui / 2019-01-15

usura mora e interessi corrispettivi Clausola di salvaguardia Cass. 26286 del 2019 01 15 Con sentenza n. 26286 pronunciata il 15.01.2019 e depositata il 17.10.2019, la terza sezione civile della Corte di Cassazione ha fornito alcune interessanti indicazioni in ordine al rapporto tra interessi corrispettivi ed interessi moratori applicati nel settore dei contratti bancari, utili al fine di comprendere quando possa ritenersi superato il tasso soglia dell’usura previsto dall’art. 2, c. 4, L. 108/1996. La Suprema Corte richiama innanzitutto la “netta diversità di causa e di funzione tra interesse corrispettivo ed interesse moratorio”: mentre il primo costituisce “la remunerazione concordata per il godimento diretto di una somma di denaro”, il secondo rappresenta invece “il danno conseguente l’inadempimento di un’obbligazione pecuniaria”. La Suprema Corte enuncia il principio di diritto per cui, nell’ambito dei rapporti bancari, “qualora il contratto preveda che il tasso degli interessi moratori sia determinato sommando al saggio degli interessi corrispettivi previsti dal rapporto un certo numero di punti percentuale, è al valore complessivo risultante da tale somma, non ai soli punti percentuali aggiuntivi, che occorre aver riguardo al fine di individuare il tasso degli interessi moratori effettivamente applicati”. Trasponendo nel caso di specie il meccanismo già impiegato dalle Sezioni Unite per verificare il carattere…

usura mutui – ISC contrattuale e applicato 2018 06 21 trib. Grosseto
usura mutui / 2018-06-21

usura mutui – ISC contrattuale e applicato 2018 06 21 trib. Grosseto Il disallineamento tra ISC contrattuale e applicato non è causa della nullità parziale del contratto di mutuo fondiario per violazione dell’art.117 tub, potendo invece costituire inadempimento contrattuale e come tale generatore di una responsabilità risarcitoria a carico della banca. 2018 06 21 usura mutui ISC contr e applicato trib Grosseto

usura CC Usura sopravvenuta Raffronto tra TEG e TEGM Metodologia di calcolo Cas SU 163030 del 2018 06 20 

usura CC Usura sopravvenuta Raffronto tra TEG e TEGM Metodologia di calcolo Cas SU 163030 del 2018 06 20 Decisione Cass. SS.UU. 16303/2018 Le Sezioni Unite hanno stabilito che il giudizio in punto di usurarietà si basa sul raffronto tra un dato concreto (lo specifico TEG applicato nell’ambito del contratto oggetto di contenzioso) e un dato astratto (il TEGM rilevato con riferimento alla tipologia di appartenenza del contratto in questione), sicché – se detto raffronto non viene effettuato adoperando la medesima metodologia di calcolo – il dato che se ne ricava non può che essere in principio viziato: c.d. principio di simmetria/omogeneità di confronto. In altra circostanza, le Sezioni Unite hanno altresì escluso la configurabilità della c.d. usura sopravvenuta, affermando che “allorché il tasso degli interessi concordato tra mutuante e mutuatario superi, nel corso dello svolgimento del rapporto, la soglia dell’usura come determinata in base alle disposizioni della Legge n. 108 del 1996, non si verifica la nullità o l’inefficacia della clausola contrattuale di determinazione del tasso degli interessi stipulata anteriormente all’entrata in vigore della predetta legge, o della clausola stipulata successivamente per un tasso non eccedente tale soglia quale risultante al momento della stipula“ 2018 06 20 usura CC…

usura mutui originaria tasso di mora –  Gratuità del mutuo Trib. Brindisi 2018 06 15
usura mutui , usura originaria / 2018-06-15

usura mutui originaria tasso di mora –  Gratuità del mutuo Trib. Brindisi 2018 06 15 Come sancito da Cass. Civ. Sez. VI 04.10.2017 n. 23192, l’usurarietà pattizia del tasso di mora comporta la non debenza di alcun interesse, neanche corrispettivo, sicché quanto pagato dal mutuatario va imputato integralmente al capitale da restituire. 2018 06 15 usura mutui pattizia trib brindisi    

usura mutui – verifica superamento tasso soglia . Trib. Pa 2018 06 05 
usura mutui / 2018-06-05

usura mutui – verifica superamento tasso soglia . Trib. Pa 2018 06 05 Tribunale Palermo, 05 Giugno 2018. Est. Giovanna Nozzetti. Tasso corrispettivo e tasso moratorio – Verifica autonoma  Commissione di estinzione anticipata – Somma algebrica erroneità – Fattispecie meramente ipotetica – Esclusione Clausola penale – Irrilevanza – Calcolo TAEG – Applicabilità della direttiva n°48/2008/CE La verifica relativa all’usurarietà va condotta tanto con riferimento agli interessi corrispettivi, quanto con riferimento agli interessi di mora – autonomamente considerati – e che in entrambi i casi occorre considerare non solo l’interesse nominale, ma tutte le voci, comunque denominate, che concorrono a determinare il costo complessivo del denaro (con esclusione di imposte e tasse). 2018 06 05 usura mutui Trib Pa

usura mutui con ammortamento alla francese – tribunale lucca 2018 05 10 
usura mutui / 2018-05-10

usura mutui con ammortamento alla francese – tribunale lucca 2018 05 10 Nei contratti di mutuo con ammortamento alla francese, il pagamento di rate infrannuali genera capitalizzazione composta degli interessi, la quale necessita del ricalcolo degli interessi al tasso legale con espunzione della capitalizzazione su base annua. 2018 05 10 usura mutui ammort francese trib lucca

Titolo predefinito
usura mutui / 2018-05-10

usura mutui – ammortamento alla francese e applicaibilità interesse legale 2018 05 10 Nei contratti di mutuo con ammortamento alla francese, il pagamento di rate infrannuale genera capitalizzazione composta degli interessi, la quale necessita del ricalcolo degli interessi al tasso legale con espunzione della capitalizzazione su base annua. 2018 05 10 usura mutui ammort francese int legale trib lucca