2018 01 02 utili da paradisi fiscali tassazione
utile / 2018-01-06

2018 01 02 utili provenienti da paradisi fiscali Legge di bilancio 2018: novità tassazione utili provenienti da Paradisi Fiscali. Le novità per la tassazione degli utili provenienti da paradisi fiscali, paesi con regime fiscale privilegiato, sono contenute nei c. 1007-1009 dell’unico articolo della legge di bilancio 2018. La Legge di Bilancio 2018 prevede una tassazione di favore per le società che dimostrano, anche tramite interpello di cui all’art. 167 comma 5 lett. b) del TUIR) l’effettivo svolgimento di un’attività industriale o commerciale, come principale attività, nel Paese a tassazione privilegiata: in questo caso gli utili sono imponibili per il 50%, restando ferma la possibilità di recupero attraverso il credito di imposta per le imposte assolte sugli utili maturati all’estero. Viene inoltre previsto che non si considerano provenienti dai paradisi fiscali gli utili percepiti dal dal periodo di imposta successivo al 31 dicembre 2014 maturati in precedenza se il Paese non era incluso nelle liste black. Per gli utili maturati dopo il 31 dicembre 2014 occorre tenere presente che si considerano privilegiati i Paesi con un livello nominale di tassazione inferiore al 50% di quello applicabile in Italia Per la dimostrazione della provenienza dei dividendi esteri si richiama la recente Risoluzione…

2008 11 07 utile: Distribuzione in nero di utili, il socio non può non sapere
utile / 2008-11-07

2008 11 07 utile: Distribuzione in nero di utili, il socio non può non sapere In caso di profitti non contabilizzati è legittima la presunzione di spartizione delle somme e di falsa dichiarazione Nell’ambito di indagini finanziarie sui conti correnti riferibili a società a ristretta base azionaria capita spesso di rilevare il prelievo, non giustificato, di somme destinate ai soci. In questi casi, tali somme risultano per lo più derivare da utili conseguiti dalla società in evasione di imposta e, per il socio, costituiscono redditi di capitale che non concorrono alla determinazione del proprio reddito complessivo. Tali utili, naturalmente, non vengono neppure assoggettati ad alcuna ritenuta da parte della società. È opportuno evidenziare alcune problematiche che è facile riscontrare in caso di contenzioso, laddove, in sede di ricorso, le eccezioni più ricorrenti riguardano il fatto che: non sarebbe stato consegnato al ricorrente il pvc a carico della società di cui egli stesso è socio e dalle cui conclusioni deriverebbe anche l’accertamento nei suoi confronti la società ha nel frattempo concluso un atto di adesione, con cui ha provveduto anche al pagamento delle ritenute sui dividendi occulti essendo tali ritenute a titolo di imposta, niente sarebbe allora dovuto dal socio in…

2008 10 29 utile: Distribuzione in nero di utili, il socio destinatario non può non sapere
utile / 2008-10-29

2008 10 29 utile: Distribuzione in nero di utili, il socio destinatario non può non sapere In caso di profitti non contabilizzati è legittima la presunzione di “spartizione” delle somme Nell’ambito di indagini finanziarie sui conti correnti riferibili a società a ristretta base azionaria capita spesso di rilevare il prelievo, non giustificato, di somme destinate ai soci. In questi casi, tali somme risultano per lo più derivare da utili conseguiti dalla società in evasione di imposta e, per il socio, costituiscono redditi di capitale che non concorrono alla determinazione del proprio reddito complessivo. Tali utili, naturalmente, non vengono neppure assoggettati ad alcuna ritenuta da parte della società. È opportuno evidenziare alcune problematiche che è facile riscontrare in caso di contenzioso, laddove, in sede di ricorso, le eccezioni più ricorrenti riguardano il fatto che: non sarebbe stato consegnato al ricorrente il pvc a carico della società di cui egli stesso è socio e dalle cui conclusioni deriverebbe anche l’accertamento nei suoi confronti la società ha nel frattempo concluso un atto di adesione, con cui ha provveduto anche al pagamento delle ritenute sui dividendi occulti essendo tali ritenute a titolo di imposta, niente sarebbe allora dovuto dal socio in ogni caso, non si…