2021 04 04 vangelo la parola di oggi: Egli doveva risuscitare dai morti.

2021 04 04 vangelo la parola di oggi: Egli doveva risuscitare dai morti. Domenica 4 Aprile 2021 – S. Isidoro; B. Francesco Marto – PASQUA – RISURREZIONE DEL SIGNORE – P. Questo è il giorno che ha fatto il Signore: rallegriamoci ed esultiamo At 10,34a.37-43; Sal 117; Col 3,1-4 opp. 1Cor 5,6b-8; Gv 20,1-9 (sera: Lc 24,13-35) VANGELO Egli doveva risuscitare dai morti. + Dal Vangelo secondo Giovanni 20,1-9 Il primo giorno della settimana, Maria di Màgdala si recò al sepolcro di mattino, quando era ancora buio, e vide che la pietra era stata tolta dal sepolcro. Corse allora e andò da Simon Pietro e dall’altro discepolo, quello che Gesù amava, e disse loro: «Hanno portato via il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l’hanno posto!». Pietro allora uscì insieme all’altro discepolo e si recarono al sepolcro. Correvano insieme tutti e due, ma l’altro discepolo corse più veloce di Pietro e giunse per primo al sepolcro. Si chinò, vide i teli posati là, ma non entrò. Giunse intanto anche Simon Pietro, che lo seguiva, ed entrò nel sepolcro e osservò i teli posati là, e il sudario – che era stato sul suo capo – non posato là con…

2021 04 03 vangelo la parola di oggi: venerdì settimana santa

2021 04 03 vangelo la parola di oggi: venerdì settimana santa Sabato 3 Aprile 2021 – S. Sisto I; S. Luigi Scrosoppi – SABATO SANTO – VEGLIA PASQUALE – P – Alleluia, alleluia, alleluia. Non ci sono riti oggi: la Chiesa rivive il mistero della sepoltura di Gesù. ^^^^^ Venerdì della Settimana Santa – Passione di Nostro Signore Gesù Cristo – P  – Meditazione sul Vangelo di Gv 18,1-19,42. Il frutto del dolore. Tutta la liturgia della parola ci parla di dolore. Nell’Antico Testamento il dolore era considerato un castigo; in seguito, venne tollerato o accettato passivamente: questo è l’insegnamento di Giobbe. Il Servo del Signore ci offre una visione più positiva della sofferenza: l’innocente che soffre per gli altri. In questa prospettiva vediamo i dolori di Gesù: il nuovo Servo Sofferente. I suoi tormenti acquistano un valore redentore universale: egli si fa carico di tutti i nostri dolori e così li trasforma in frutti di salvezza. Il dolore ha nel mondo diritto di cittadinanza fin dalle prime pagine del vangelo; è insito nella natura umana. Il dolore è compagno inseparabile di ognuno di noi. Ci sono tanti modi di soffrire: dolori fisici, dolori morali, dolori affettivi… “Il dolore –…

2021 03 28 vangelo la parola di oggi: La passione del Signore.

2021 03 28 vangelo la parola di oggi: La passione del Signore. Domenica 28 Marzo 2021 Stefano Harding DOMENICA DELLE PALME (anno B) – P Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato? Is 50,4-7; Sal 21; Fil 2,6-11; Mc 14,1 – 15,47 VANGELO La passione del Signore. + Passione di nostro Signore Gesù Cristo secondo Marco 14,1- 15,47 Mancavano due giorni alla Pasqua e agli Àzzimi, e i capi dei sacerdoti e gli scribi cercavano il modo di catturare Gesù con un inganno per farlo morire. Dicevano infatti: «Non durante la festa, perché non vi sia una rivolta del popolo». Gesù si trovava a Betània, nella casa di Simone il lebbroso. Mentre era a tavola, giunse una donna che aveva un vaso di alabastro, pieno di profumo di puro nardo, di grande valore. Ella ruppe il vaso di alabastro e versò il profumo sul suo capo. Ci furono alcuni, fra loro, che si indignarono: «Perché questo spreco di profumo? Si poteva venderlo per più di trecento denari e darli ai poveri!». Ed erano infuriati contro di lei. Allora Gesù disse: «Lasciatela stare; perché la infastidite? Ha compiuto un’azione buona verso di me. I poveri infatti li avete sempre con…

2021 03 09 vangelo, la parola di oggi: Se non perdonerete di cuore, ciascuno al proprio fratello, il Padre non vi perdonerà.

2021 03 09 vangelo, la parola di oggi: Se non perdonerete di cuore, ciascuno al proprio fratello, il Padre non vi perdonerà. Martedì 9 Marzo 2021 Francesca Romana; S. Caterina da Bologna 3.a di Quaresima. Ricòrdati, Signore, della tua misericordia. Dn 3,25.34-43; Sal 24; Mt 18,21-35 VANGELO Se non perdonerete di cuore, ciascuno al proprio fratello, il Padre non vi perdonerà. + Dal Vangelo secondo Matteo 18,21-35 In quel tempo, Pietro si avvicinò a Gesù e gli disse: «Signore, se il mio fratello commette colpe contro di me, quante volte dovrò perdonargli? Fino a sette volte?». E Gesù gli rispose: «Non ti dico fino a sette volte, ma fino a settanta volte sette. Per questo, il regno dei cieli è simile a un re che volle regolare i conti con i suoi servi. Aveva cominciato a regolare i conti, quando gli fu presentato un tale che gli doveva diecimila talenti. Poiché costui non era in grado di restituire, il padrone ordinò che fosse venduto lui con la moglie, i figli e quanto possedeva, e così saldasse il debito. Allora il servo, prostrato a terra, lo supplicava dicendo: “Abbi pazienza con me e ti restituirò ogni cosa”. Il padrone ebbe compassione di…

2021 02 17 vangelo la parola di oggi: Il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.

2021 02 17 vangelo la parola di oggi: Il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà. Mercoledì 17 Febbraio 2021 – Ss. Sette Fondatori O.S.M.; – P MERCOLEDI’ DELLE CENERI Perdonaci, Signore: abbiamo peccato Gl 2,12-18; Sal 50; 2Cor 5,20 – 6,2; Mt 6,1-6.16-18 VANGELO Il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà. + Dal Vangelo secondo Matteo 6,1-6.16-18 In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: “State attenti a non praticare la vostra giustizia davanti agli uomini per essere ammirati da loro, altrimenti non c’è ricompensa per voi presso il Padre vostro che è nei cieli. Dunque, quando fai l’elemosina, non suonare la tromba davanti a te, come fanno gli ipocriti nelle sinagoghe e nelle strade, per essere lodati dalla gente. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, mentre tu fai l’elemosina, non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra, perché la tua elemosina resti nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà. E quando pregate, non siate simili agli ipocriti che, nelle sinagoghe e negli angoli delle piazze, amano pregare stando ritti, per essere visti dalla gente. In verità io vi dico: hanno già ricevuto…

2021 02 10 vangelo la parola di oggi: Ciò che esce dall’uomo è quello che rende impuro l’uomo.

2021 02 10 vangelo la parola di oggi: Ciò che esce dall’uomo è quello che rende impuro l’uomo. Mercoledì 10 Febbraio 2021 – S. Scolastica (m); S. Silvano; B. Luigi Stepinac – 5.a del Tempo Ordinario – Benedici il Signore, anima mia! Gen 2,4b-9.15-17; Sal 103; Mc 7,14-23 VANGELO Ciò che esce dall’uomo è quello che rende impuro l’uomo. + Dal Vangelo secondo Marco 7,14-23 In quel tempo, Gesù, chiamata di nuovo la folla, diceva loro: «Ascoltatemi tutti e comprendete bene! Non c’è nulla fuori dell’uomo che, entrando in lui, possa renderlo impuro. Ma sono le cose che escono dall’uomo a renderlo impuro». Quando entrò in una casa, lontano dalla folla, i suoi discepoli lo interrogavano sulla parabola. E disse loro: «Così neanche voi siete capaci di comprendere? Non capite che tutto ciò che entra nell’uomo dal di fuori non può renderlo impuro, perché non gli entra nel cuore ma nel ventre e va nella fogna?». Così rendeva puri tutti gli alimenti. E diceva: «Ciò che esce dall’uomo è quello che rende impuro l’uomo. Dal di dentro infatti, cioè dal cuore degli uomini, escono i propositi di male: impurità, furti, omicidi, adultèri, avidità, malvagità, inganno, dissolutezza, invidia, calunnia, superbia, stoltezza….

2021 02 08 vangelo la parola di oggi: + Dal Vangelo secondo Marco 6,53-56

2021 02 08 vangelo la parola di oggi: + Dal Vangelo secondo Marco 6,53-56 VANGELO Quanti lo toccavano venivano salvati. + Dal Vangelo secondo Marco 6,53-56 In quel tempo, Gesù e i suoi discepoli, compiuta la traversata fino a terra, giunsero a Gennèsaret e approdarono. Scesi dalla barca, la gente subito lo riconobbe e, accorrendo da tutta quella regione, cominciarono a portargli sulle barelle i malati, dovunque udivano che egli si trovasse. E là dove giungeva, in villaggi o città o campagne, deponevano i malati nelle piazze e lo supplicavano di poter toccare almeno il lembo del suo mantello; e quanti lo toccavano venivano salvati. Parola del Signore. OMELIA La fede in Gesù salva! Ne hanno fatto esperienza gli uomini di cui si narra nel vangelo: lo toccavano e guarivano. Possiamo fare anche noi le stessa esperienza, abbiamo bisogno soltanto di fede che ci fa credere a Gesù, alle cose che Egli dice, e nelle sua persona divina e umana. Colui nel quale riponiamo la nostra fede, colui che abbiamo incontrato nel vangelo è anche colui che ha creato nella bontà l’universo e che vuole portare, giorno dopo giorno, tutto ciò che vive al compimento finale. Diciamo spesso col salmista:…

2020 01 11 vangelo la parola di oggi: Convertitevi e credete al vangelo.

2020 01 11 vangelo la parola di oggi: Convertitevi e credete al vangelo. Lunedì 11 Gennaio 2020 Igino; S. Paolino di Aquileia; B. Bernardion Scamacca 1.a del Tempo Ordinario Adoriamo il Signore insieme ai suoi angeli Eb 1,1-6; Sal 96; Mc 1,14-20 VANGELO Convertitevi e credete al vangelo. + Dal Vangelo secondo Marco 1,14-20 Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio e diceva: “Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete al vangelo”. Passando lungo il mare di Galilea, vide Simone e Andrea, fratello di Simone, mentre gettavano le reti in mare; erano infatti pescatori. Gesù disse loro: “Venite dietro a me, vi farò diventare pescatori di uomini”. E subito lasciarono le reti e lo seguirono. Andando un poco oltre, vide Giacomo, figlio di Zebedeo, e Giovanni suo fratello, mentre anch’essi nella barca riparavano le reti. E subito li chiamò. Ed essi lasciarono il loro padre Zebedeo nella barca con i garzoni e andarono dietro a lui. Parola del Signore. OMELIA Inizia oggi il cosiddetto tempo «ordinario» prima della Quaresima. L’aggettivo «ordinario» potrebbe indurci in errore se gli attribuiamo il significato di dimesso, non importante, usuale. La…

2021 01 03 vangelo laparoladioggi: il verbo si fece carne e venne abitare in mezzo a noi

2021 01 03 vangelo laparoladioggi: il verbo si fece carne e venne abitare in mezzo a noi Domenica 3 Gennaio 2021 Ss. Nome di Gesù 2.a dopo Natale Il Verbo si è fatto carne e ha posto la sua dimora in mezzo a noi Sir 24,1-4.12-16; Sal 147; Ef 1,3-6.15-18; Gv 1,1-18 PREGHIERA DEL MATTINO Mio Dio, Padre di infinita potenza, ti ringrazio perché mi hai svegliato a celebrare il tuo amore che si rivela nell’Incarnazione del tuo Figlio unigenito. Verbo incarnato per amore: che questo giorno sia una lode perenne della tua umiltà. Nello Spirito Santo, che in te, divenuto carne, si è abituato a riposare nel cuore umano. VANGELO Il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi. + Dal Vangelo secondo Giovanni 1,1-18 In principio era il Verbo, e il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio. Egli era, in principio, presso Dio: tutto è stato fatto per mezzo di lui e senza di lui nulla è stato fatto di ciò che esiste. In lui era la vita e la vita era la luce degli uomini; la luce splende nelle tenebre e le tenebre non l’hanno vinta. Venne un uomo mandato…

2020 12 25 vangelo la parola di oggi: Oggi, nella città di Davide, è nato per voi un Salvatore

2020 12 25 vangelo la parola di oggi: Oggi, nella città di Davide, è nato per voi un Salvatore Venerdì 25 Dicembre 2020 Anastasia NATALE DEL SIGNORE – P Tutta la terra ha veduto la salvezza del nostro Dio Notte: Is 9,1-6; Sal 95; Tt 2,11-14; Lc 2,1-14 VANGELO Oggi, nella città di Davide, è nato per voi un Salvatore Dal Vangelo secondo Luca 2, 1-14 In quei giorni un decreto di Cesare Augusto ordinò che si facesse il censimento di tutta la terra. Questo primo censimento fu fatto quando Quirinio era governatore della Siria. Tutti andavano a farsi censire, ciascuno nella propria città. Anche Giuseppe, dalla Galilea, dalla città di Nàzaret, salì in Giudea alla città di Davide chiamata Betlemme: egli apparteneva infatti alla casa e alla famiglia di Davide. Doveva farsi censire insieme a Maria, sua sposa, che era incinta. Mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo pose in una mangiatoia, perché per loro non c’era posto nell’alloggio. C’erano in quella regione alcuni pastori che, pernottando all’aperto, vegliavano tutta la notte facendo la guardia al loro gregge. Un…