2020 11 24 dichiarazioni di terzi nel processo tributario Cass 26669 

2020 11 24 dichiarazioni di terzi nel processo tributario Cass 26669 La pronuncia riveste un certo rilievo per la corretta qualificazione di cosa sia una dichiarazione con valore confessorio (che diviene prova diretta) rispetto al caso più generale di dichiarazioni aventi valore indiziario e che comunque possono contribuire a formare (come nel caso specifico avviene) il convincimento del Giudice. Ancora sulla valenza ai fini probatori delle dichiarazioni di terzi nel giudizio tributario 2020 11 24 dich di terzi nel proces trib Cass-26669

2020 11 15 tagli maxi stipendi: tagliar stipendi parlamentari
tagli maxi stipendi / 2020-11-15

2020 11 15 tagli maxi stipendi: tagliar stipendi parlamentari Ecco perché tagliare gli stipendi dei parlamentari è quasi impossibile Dopo il taglio del numero dei parlamentari, il taglio del loro stipendio. Incassata la vittoria al referendum, Luigi Di Maio e tutto il M5s stanno tornando alla carica con un altro cavallo di battaglia grillino: una sforbiciata ai ricchi salari di deputati e senatori italiani, che un recente studio europeo ha certificato essere molto al di sopra della media continentale. Stavolta la missione non sarà così semplice. Giustizia “domestica” C’è un principio, nell’ordinamento giuridico italiano, che rende l’obiettivo del taglio degli stipendi di deputati e senatori difficile, se non impossibile, o comunque più arduo rispetto a quello già raggiunto. La parola magica è “autodichìa”, che potremmo tradurre in termini più semplici e comprensibili con “giustizia domestica”. Che cosa significa? In parole povere, che gli organi costituzionali (Camera, Senato, Quirinale e altri che ora non citiamo per non dilungarci) decidono in piena autonomia su questioni interne che invece, per i comuni mortali e tutti gli altri soggetti giuridici, vengono esaminate dai tribunali ordinari. ………….. https://news.upday.com/it/ecco-perche-tagliare-gli-stipendi-dei-parlamentari-e-quasi-impossibile/  

2020 11 12 fonti del diritto: dpcm differenza dal DL
fonti del diritto / 2020-11-12

2020 11 12 fonti del diritto: dpcm differenza dal DL DPCM: che significa, come funziona e differenza con il decreto legge – Isabella Policarpio DPCM: cosa sono, come funzionano e perché Conte li ha preferiti ai decreti legge. Cosa dice la Costituzione. Che cosa sono i DPCM, gli atti utilizzati da Conte durante l’emergenza coronavirus? Si tratta di provvedimenti amministrativi che entrano in vigore immediatamente e sono di rapida emanazione. Adottare delle decisioni tramite DPCM richiede meno tempo che scrivere un decreto legge coinvolgendo il Consiglio dei Ministri. In molti si domandano se i DPCM siano legali, dato che limitano alcune libertà fondamentali (garantite dalla Costituzione) senza richiedere l’approvazione del Parlamento. ……… https://www.money.it/DPCM-che-significa-come-funziona-differenza-decreto-legge  

2020 11 06 usura mutui: indicazione in contratto TAN senza modalità applicaz Trib Campobasso
usura mutui / 2020-11-06

2020 11 06 usura mutui: indicazione in contratto TAN senza modalità applicaz Trib Campobasso L’indicazione in contratto del TAN senza la specifica delle modalità di applicazione ed in particolare del regime finanziario adottato viola le prescrizioni dell’art. 1284 c.c. Tribunale Campobasso, 06 Novembre 2020. Est. Dentale. http://bancheclienti.ilcaso.it/sentenze/ultime/24596?https://news.ilcaso.it/?utm_source=newsletter&utm_campaign=solo%20news&utm_medium=email http://www.ilcaso.it/giurisprudenza/archivio/24596.pdf http://www.ilcaso.it/giurisprudenza/archivio/24596.pdf

2020 11 03 usura mutui: Nullità clausola pattizia interessi x indeterminatezza
usura mutui / 2020-11-03

2020 11 03 usura mutui: Nullità clausola pattizia interessi x indeterminatezza e x inosservanza  forma scritta in caso di pattuizione del solo T.A.N. senza pattuizione del regime finanziario di capitalizzazione Appello Bari, 03 Novembre 2020. Pres. Di Leo. Est. Carmela Romano. Clausola relativa al tasso di interesse con pattuizione del solo T.A.N. senza pattuizione del regime finanziario di capitalizzazione degli interessi – Nullità per indeterminatezza e per inosservanza della forma scritta ad substantiam – Illegittimità dell’adozione nel piano di ammortamento del costo occulto dato dal regime composto degli interessi non concordato in contratto – Rimodulazione del piano di ammortamento in regime semplice con contestuale applicazione dei tassi sostitutivi B.O.T. ex art. 117 TUB ……. Segnalazione dell’Avv. Dario Nardone del Foro di Pescara http://bancheclienti.ilcaso.it/sentenze/ultime/24555?https://news.ilcaso.it/?utm_source=newsletter&utm_campaign=solo%20news&utm_medium=email http://www.ilcaso.it/giurisprudenza/archivio/24555.pdf